I JRPG in uscita nel 2018 64

Quali sono i giochi di ruolo giapponesi più attesi dell'anno appena cominciato?

SPECIALE di Christian Colli   —   17/01/2018

Indice

Non serve un lungo preambolo per presentare questo speciale: nelle prossime righe scopriremo insieme quali sono i JRPG più interessanti che usciranno nel corso dell'anno appena cominciato. Per chi non lo sapesse, comunque, l'acronimo JRPG sta per Japanese Role Playing Game e identifica soprattutto - ma non solo - i giochi di ruolo sviluppati in Giappone e di stampo prettamente nipponico. La categoria nel corso degli anni ha abbracciato le derive più stravaganti - basti pensare a Final Fantasy - ma per farvi un esempio molto pratico l'archetipo del JRPG per antonomasia è Dragon Quest. E infatti Dragon Quest XI sarà uno dei protagonisti assoluti di questa annata. Ma ora bando alle ciance e cominciamo!

Lost Sphear

Data di uscita: 23 gennaio
Piattaforme: Nintendo Switch, PlayStation 4, PC
Secondo titolo dello sviluppatore Tokyo RPG Factory, istituito da Square Enix per realizzare esclusivamente JRPG vecchia scuola, Lost Sphear ricorda il suo predecessore I am Setsuna ma azzarda qualche piccolo esperimento, pur tenendosi fedele a una struttura fortemente ispirata a un capolavoro degli anni '90 del calibro di Chrono Trigger. Il mondo di Lost Sphear si sta lentamente dissolvendo ma il protagonista Kanata e gli altri eroi che si uniranno a lui possono materializzare i ricordi e ricostruirlo pian piano. Il sistema di combattimento ricorda quello di I am Setsuna ma lo sviluppatore ha riposto un'enfasi particolare sul posizionamento strategico; inoltre, è possibile ricorrere a speciali corazze meccaniche e impiegare attacchi ancora più potenti. La demo pubblicata qualche tempo fa non ci aveva particolarmente entusiasmato, ma chissà che la storia e il gameplay nella versione finale non sappiamo toccare le corde giuste.

Radiant Historia: Perfect Chronology

Data di uscita: 16 febbraio
Piattaforma: Nintendo 3DS
La nostra recensione originale di Radiant Historia risale addirittura al 2011, quando il gioco era stato localizzato unicamente per il mercato americano. Ora finalmente anche gli europei potranno mettere le mani su uno dei migliori esponenti di questa categoria. Pubblicato originariamente per Nintendo DS, Radiant Historia arriva in versione riveduta e corretta sul handheld successore: la nuova edizione è essenzialmente una specie di remake, grazie al comparto grafico migliorato, all'aggiunta del doppiaggio e all'implementazione di vari contenuti inediti che approfondiranno la trama. Quest'ultima ci cala nei panni di Stocke, una spia del regno di Alistel che si ritrova a viaggiare nel tempo, rivivendo le possibili conseguenze delle scelte che dovrà compiere in alcuni momenti cruciali. I combattimenti strategici a turni sono estremamente appaganti e la storia è davvero avvincente e piena di colpi di scena e personaggi intriganti. Una gemma, insomma, ma forse anche il canto del cigno di Nintendo 3DS.

Ni no Kuni II: Il destino di un regno

Data di uscita: 23 marzo
Piattaforma: PlayStation 4
Rimandato a sorpresa a poche settimane dall'uscita, Ni no Kuni II uscirà soltanto in primavera ma è indubbiamente uno dei JRPG più attesi dai possessori di PlayStation 4 che magari hanno già giocato il prequel, uscito anni fa su PlayStation 3 e famoso per il contributo del rinomato Studio Ghibli. Quest'ultimo non ha partecipato attivamente allo sviluppo di Ni no Kuni II che, comunque, rimane una produzione Level-5 che non va assolutamente sottovalutata. Il protagonista questa volta si chiama Evan Pettiwhisker Tildrum ed è un giovanissimo re che ha perso il trono: per riconquistarlo dovrà affidarsi a Roland, un terrestre, e a Tani, la figlia di un pirata. I fan del primo episodio hanno guardato con un po' di perplessità ad alcuni stravolgimenti nelle meccaniche di gioco, a cominciare dai combattimenti che adesso sono di stampo molto più action rispetto al passato. In ogni caso, Ni no Kuni II è un titolo semplicemente stupendo solo solo da vedere: sembra letteralmente un cartone animato e speriamo che la storia - che gli sviluppatori considerano maggiormente "adulta" - sappia coinvolgerci ancora di più.

The Alliance Alive

Data di uscita: 27 marzo
Piattaforma: Nintendo 3DS
Sarebbe facile liquidare The Alliance Alive come un successore spirituale del mediocre The Legend of Legacy: in fondo li ha sviluppati entrambi FuRyu e visivamente si somigliano tanto, ma la verità è che The Alliance Alive, grazie al cielo, non assomiglia a Romancing SaGa ma a un'altra serie ben più amata e tristemente abbandonata. Ebbene, il nuovo sceneggiatore è infatti Murayama Yoshitaka, ovvero l'ex director dei primi tre Suikoden di Konami, e The Alliance Alive ricorda soprattutto Suikoden III. Il giocatore inizia l'avventura seguendo a sua discrezione le peripezie di tre gruppetti di protagonisti intenti a scoprire la verità sulla guerra tra i demoni e gli esseri umani che ha dilaniato il mondo fino a oscurare il cielo per secoli. Poi gli eroi si uniscono, forgiano un'alleanza e istituiscono una gilda in cui potremo reclutare svariati abitanti perché amplino i servizi, conferendoci numerosi bonus durante i combattimenti a turni. Si tratta, insomma, di un JRPG ben più promettente di quanto si possa pensare: tenetelo d'occhio.

Dragon Quest XI

Data di uscita: 2018
Piattaforme: PlayStation 4, Nintendo 3DS, Nintendo Switch
In Giappone è già uscito da un pezzo, riscontrando enormi consensi: i videogiocatori nipponici, estremamente tradizionalisti e puntigliosi quando si parla di Dragon Quest, lo hanno ritenuto uno dei migliori esponenti della serie, se non il migliore in assoluto. Sì, persino superiore al blasonato Dragon Quest VIII. Dragon Quest XI offre praticamente tutto quello che potreste desiderare da un JRPG nel 2018: una trama molto più articolata e avvincente che in passato, un ritmo serrato, protagonisti affascinanti, tanti minigiochi, un mondo meraviglioso tutto da scoprire, un sistema di combattimento classico ma stratificato e coinvolgente. Il problema è che non sappiamo ancora quando lo vedremo dalle nostre parti. Considerate che Dragon Quest XI esisterà in tre versioni: una "next-gen" per PlayStation 4, una sviluppata in formato ridotto per Nintendo 3DS e una per Switch di cui ancora non sappiamo niente. Arriverà sicuramente entro la fine dell'anno, almeno nelle prime due versioni: l'attesa sarà durissima.

Project Octopath Traveler

Data di uscita: 2018
Piattaforma: Nintendo Switch
Un po' a sorpresa, il JRPG low budget di Square Enix è diventato uno dei titoli più attesi dell'anno, forse anche perché è un progetto davvero molto curioso che ancora non ha neppure un titolo ufficiale. La demo che abbiamo provato qualche tempo fa ci ha convinto: il gioco ha potenzialità enormi, espresse attraverso uno stile volutamente retrò curato e affascinante. L'idea sarebbe quella di incrociare le sottotrame di almeno otto personaggi diversi che finiranno per incontrarsi e affrontare, prevedibilmente, una grande minaccia. I due che abbiamo conosciuto nella demo, Primerose e Olberic, ci hanno fatto un'ottima impressione. Le loro storie si sono rivelate adulte e interessanti, mentre il sistema di combattimento - che ricorda quello di Bravely Default - presenta una meccanica originale di caricamento e scaricamento dei bonus che può diventare una strategica arma a doppio taglio. Certo, lo stile grafico può piacere o non piacere, ma noi lo abbiamo trovato irresistibile.

Valkyria Chronicles 4

Data di uscita: 2018
Piattaforme: PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch
Il successo di Valkyria Chronicles Remastered ha convinto SEGA a ignorare il fallimento del mediocre spin-off Valkyria Revolution per concentrarsi sullo sviluppo di un nuovo capitolo di una serie amatissima che, ironicamente, in Occidente è rimasta ferma al secondo episodio, anche se ne esiste un terzo. Su Valkyria Chronicles 4 non sappiamo ancora moltissimo, a parte che si svolgerà contemporaneamente alle vicende del primo capitolo e che introdurrà una nuova classe, il granadiere, capace ovviamente di lanciare bombe contro i nemici. Per chi non conoscesse la serie, il gioco è un JRPG strategico a turni in cui si controllano i soldati di un plotone in una sorta di Europa alternativa in cui le nazioni si fanno la guerra per una potente risorsa energetica. Ovviamente speriamo di scoprire presto nuovi dettagli e, soprattutto, che sia un episodio all'altezza dell'originale.

The World Ends with You: Final Remix

Data di uscita: 2018
Piattaforma: Nintendo Switch
Annunciato un po' a sorpresa durante il recente Nintendo Direct Mini, The World Ends with You: Final Remix è una versione aggiornata per Switch della conversione mobile, sottotitolata Solo Remix, di uno dei JRPG più apprezzati dell'era Nintendo DS. All'epoca, il gioco fece scalpore per svariati motivi: era ambientato in una versione stilosissima del quartiere giapponese di Shibuya; raccontava una storia commovente e piena di colpi di scena per nulla scontati; sfruttava in maniera intelligente e divertente i due schermi della console portatile Nintendo. Quest'ultima caratteristica è stata poi alterata nel passaggio ai sistemi mobile, ragion per cui ci giocheremo su un solo schermo anche su Switch, benché sarà possibile controllare il protagonista Neku sia coi Joy-Con che col touch screen. Questa nuova edizione comprenderà anche un capitolo inedito che potrebbe fare da apripista a un eventuale seguito in cui i fan sperano da anni. Noi non vediamo l'ora di rigiocarlo.

Kingdom Hearts III

Data di uscita: 2018?
Piattaforma: PlayStation 4, Xbox One
Non potevamo concludere se non con la grande scommessa di Square Enix nel 2018: riuscirà Tetsuya Nomura a mettere un punto allo sviluppo dell'attesissimo sequel che comincia a far tremare i dieci anni di Final Fantasy XV? Sul versante orientale tutto tace; sappiamo che lo sviluppo di Kingdom Hearts III procede bene ma Square Enix pubblica foto e filmati col contagocce, perciò negli ultimi trailer qualcuno ha visto uno spiraglio di luce e qualcun altro un codice ancora acerbo. La verità è che nessuno ha ancora giocato neppure una versione dimostrativa, mentre si susseguono le voci di corridoio sui mondi che esploreremo in questa nuova avventura: finora gli inediti confermati sono il regno di Rapunzel, la San Fransokyo di Big Hero 6 e la casa dei giocattoli di Toy Story. Sulla storia potremmo scrivere un papiro, ma vi ricordiamo che se volete prepararvi al gran finale della saga di Sora, potete sempre recuperare la compilation Kingdom Hearts 1.5 + 2.5 Remix per PlayStation 4. E smettere di trattenere il respiro nell'attesa, è meglio.

#Editoriali

I nostri speciali e approfondimenti più interessanti o che dibattono degli argomenti del momento, li trovate in questo tag.