Apex Legends - Eclissi: com'è nata Catalyst?

Catalyst è l'ultima arrivata in casa Apex Legends, scopriamo di più su questo enigmatico personaggio che si aggiungerà al roster del battle royale di Respawn.

SPECIALE di Giordana Moroni   —   27/10/2022
5

Con la nuova stagione di Apex Legends, Eclissi, un nuovo personaggio si aggiunge al roster. Catalyst è il ventitreesimo eroe del Battle Royale di Respawn Entertainment. Come per ogni nuova Leggenda, il lavoro fatto sulla caratterizzazione di Catalyst è stato davvero minuzioso e forse un po' diverso dal solito, perfettamente incastrato in un segmento narrativo molto affascinante della storia dei giochi Apex. Ma com'è nata questa Leggenda e qual è stato il suo processo di creazione? Ve lo raccontiamo in questo speciale, dedicato alla caratterizzazione di Catalyst.

La storia finora

Catalyst ha un forte legame con Cleo
Catalyst ha un forte legame con Cleo

Come ogni stagione, anche Eclissi aggiunge un consistente pezzo di storia alla lore dell'universo narrativo condiviso tra Titanfall e Apex Legends. La nuova mappa Luna Distrutta è ubicata su Cleo, la luna morente di Boreas, parzialmente distrutta dallo scontro con un meteorite. Il momento dell'impatto è stato il culmine di una profezia: il giorno in cui Cleo venne colpita, nell'anno 2708, nacque un bambino, marchiato per il resto della vita dalla sciagura e trattato come reietto. Quel bambino, per chi non l'avesse capito, è Seer, mentre Cleo è la casa di Catalyst.

Nel trailer di presentazione della stagione, le storie di queste due leggende si intrecciano in un modo assai spiacevole. Assistiamo infatti a diversi flashback del passato di Catalyst, tra cui un momento molto preciso in cui il nuovo personaggio vede Seer parlare con Duardo Silva, il padre di Octane. Cleo diventa abitabile grazie agli sforzi di terraformazione del Dipartimento scientifico di Boreas (circa 6 anni dopo dal disastro con la meteora) e per continuare a finanziare la ricerca, la Commissione costruisce lì un'arena dei Giochi Apex. Tutto questo a Catalyst non sta bene, e la vediamo accanirsi tenacemente contro Seer. "Abbiamo speso anni per costruire questo, e tu hai rovinato tutto" lo incalza Catalyst, non intenzionata a sentire le ragioni del suo nemico.

Il dualismo tra queste due leggende infiammerà i giochi Apex, molto più di quanto successo in precedenza. Se quella di Loba contro Revenant è una vendetta privata, e quella tra Fuze e Maggie è un dissapore tra amici di vecchia data, quella di Catalyst è una rabbia che nelle vicende di Apex Legends non avevamo ancora visto, un sentimento che ha radici molto profonde nel personaggio.

A Ashley Reed, Lead Narrative di Eclissi, abbiamo chiesto come questo conflitto è nato: è qualcosa che Respawn aveva già concepito ai tempi di Seer? E Catalyst nei piani dello sviluppatore era già presente? Una situazione in cui ci siamo chiesti chi sia nato prima, se l'uovo o la gallina, ma la Reed afferma che la risposta non sta in nessuna delle due Leggende. "In realtà questa storia nasce dalla mappa. Abbiamo osservato la linea narrativa e ci siamo chiesti cosa poteva emergere organicamente, perché il nostro obiettivo è lavorare sempre su linee narrative che sembrino naturali e ben integrate". Un'impresa non facile visto che Respawn costruisce la storia di Apex una stagione alla volta, eppure tutti gli elementi erano lì a portata di mano. "Stavamo lavorando alla mappa di Luna Distrutta e avevamo tra le mani questo personaggio particolarmente misterioso e legato alla stregoneria... e qual è il simbolo più riconoscibile per una strega se non la luna? Ovviamente di mezzo c'è anche Seer, e così tutte queste idee sono culminate nella contrapposizione tra questi due personaggi."

Tecno strega

Alcuni story board del personaggio di Catalyst
Alcuni story board del personaggio di Catalyst

Il look di Catalyst non lascia dubbi sulle sue origini: il grande ciondolo raffigurante una falce di luna ci suggerisce che questo personaggio è molto legato alla stregoneria. Un dettaglio che emerge anche dal trailer Storie di Frontiera - Ultima speranza, dove vediamo Catalyst utilizzare dei cristalli per leggere il futuro di Rampart. Non parliamo però di una stregoneria influenzata dai culti religiosi ma piuttosto legata a quel paganesimo che vede la strega come strumento e tramite della forza della Natura. Un'idea che riflette molto bene il sentimento ecologista e di preservazione del pianeta attualmente molto in voga. "Guardando Catalyst" dice la Reed "si capisce subito che parliamo di una Leggenda fortemente focalizzata sulla tecnologia, e ciò che quindi viene spontaneo pensare è che le macchine siano l'opposto della natura. Per lei invece qualsiasi elemento costitutivo di macchine e tecnologia arriva dalla terra e quindi, per estensione, tutto è natura". Specialmente il ferro fluido che Catalyst è in grado di manipolare, una sostanza presente nel sottosuolo di Cleo e che la Hammond Robotics ha iniziato ad estrarre molti anni or sono dal sottosuolo della luna.

Storia di transizione

Catalyst è la prima donna transgender a entrare nei Giochi Apex
Catalyst è la prima donna transgender a entrare nei Giochi Apex

L'affetto che la nuova Leggenda prova per la sua luna ha radici molto profonde. Anche se originaria di Boreas, non è sbagliato dire che Tressa Crystal Smith, il nome di battesimo di Catalyst, è nata su Cleo. La ventitreesima Leggenda di Apex Legends è una donna transgender, ed è stato proprio il gruppo di amiche trovate su Cleo ad aiutare Tressa nella transizione. Il lavoro fatto con il personaggio è forse uno dei più delicati eseguiti finora, e lo sviluppatore ne è stato consapevole fin dall'inizio. Respawn prende molto sul serio il processo di caratterizzazione dei suoi personaggi, per questo con Catalyst hanno aperto i casting per il doppiaggio molto tempo prima rispetto a quando fatto per le altre Leggende, perché per lo sviluppatore era essenziale che la voce di Catalyst fosse quella di una doppiatrice transgender.

Durante la presentazione a cui abbiamo assistito, la Reed ha menzionato l'associazione alla quale Respawn si è rivolta per chiedere consulenze durante la scrittura del personaggio di Catalyst, la GLAAD. Un nome che non ci suonava nuovo, e che infatti ritorna come partner di un altro gioco pubblicato da Electronic Arts, ovvero The Sims. Abbiamo quindi chiesto alla Reed come il suo team fosse entrato in contatto con l'associazione. "Solitamente le modalità sono un po' diverse, ricordo che con il lavoro fatto con Mad Maggie, Respawn si era mossa autonomamente per contattare un'associazione culturale che potesse aiutarci nel processo di caratterizzazione. Ma è anche vero che sono diversi i team di sviluppo che lavorano sotto l'ombrello di EA e per questo abbiamo accesso a diverse risorse. Maxis aveva collaborato con il GLAAD in precedenza, instaurando un rapporto. Così, quando abbiamo preso atto di dover contattare i giusti consulenti abbiamo sfruttato quel rapporto preesistente instaurato da Maxis".

In questo speciale abbiamo affrontato tutta la parte di caratterizzazione del personaggio di Catalyst: se siete interessati ad un approfondimento su kit abilità e strategie di gioco della nuova Leggenda vi rimandiamo alla pagina principale del titolo qui su Multiplayer.it.