Apple Arcade, i 10 giochi migliori del 2020

Disponibile da poco più di un anno, Apple Arcade vanta un catalogo ricco di ottimi giochi: ecco la nostra lista dei migliori pubblicati nel corso del 2020.

SPECIALE di Tommaso Pugliese   —   05/11/2020
20

Apple Arcade ha fatto il proprio debutto nel settembre 2019, poco più di un anno fa, e da allora il catalogo del servizio in abbonamento si è arricchito di tanti ottimi giochi: dalle importanti produzioni multipiattaforma agli indie più stilosi e affascinanti. Ebbene, quali sono i migliori pubblicati nel corso del 2020?

Dalle atmosfere di The Last Campfire e Beyond a Steel Sky all'umorismo di Next Stop Nowhere e Scatena la Luce, passando per la straordinaria originalità di prodotti come Creaks e The Collage Atlas, ecco la nostra lista con i dieci titoli da non perdere se possedete un abbonamento ad Apple Arcade.

A Monster's Expedition

Ss Ae51Cff26969456B2B91D9Ac2Da74Fe19848Bed91920X1080

Ambientato all'interno di uno splendido arcipelago dai colori pastello, A Monster's Expedition ci mette appunto al comando di un mostro diverso dal solito, appassionato di archeologia, che se ne va in giro a osservare reperti risalenti all'antica civiltà umana, ormai scomparsa. Il fulcro del gameplay è rappresentato dalla capacità del protagonista di muoversi, utilizzando i tronchi come ponti da un'isoletta all'altra.

Accompagnati da musiche orecchiabili e suggestive, il nostro compito sarà dunque quello di abbattere gli alberi che ci servono, far rotolare i tronchi e creare passaggi da un pezzo di terra all'altro, mentre man mano scopriamo rovine e testimonianze piene di un piacevolissimo umorismo prettamente british.

Beyond a Steel Sky

Beyond A Steel Sky 3

Sequel del grande classico del 1994, Beyond a Steel Sky vede Dave Gibbons e Charles Cecil nuovamente insieme per raccontare l'ultima avventura di Robert Foster, che torna fra le strade di Union City per ritrovare una ragazza rapita e scopre che la città futuristica è molto cambiata rispetto all'ultima volta che l'ha visitata.

Gli eventi costringono il protagonista a svolgere una serie di indagini nell'ambito di meccaniche perfettamente in linea con il genere adventure, nonostante la nuova visuale e un'interfaccia rivoluzionata, che tuttavia si rivela efficace e funzionale fin dalle prime battute. Il risultato finale, insomma, riesce nell'arduo compito di non deludere i fan dell'originale Beneath a Steel Sky, e scusate se è poco.

Creaks

Creaks 00009

Caratterizzato dal peculiare stile grafico disegnato a mano tipico dei progetti targati Amanita Design, Creaks ci proietta in un'avventura a base puzzle dai toni misteriosi e inquietanti. L'idea di partenza è infatti quella di rappresentare visivamente le ombre che si intravedono nell'oscurità, frutto della nostra immaginazione oppure no?

Il protagonista del gioco si trova quindi costantemente circondato da figure minacciose, da cui sente il bisogno di fuggire: potrà farlo attraverso l'esplorazione di scenari sempre più decadenti e la risoluzione di enigmi ambientali, accompagnato da una narrazione che procede esclusivamente per immagini ma riesce a essere piuttosto eloquente.

LEGO Builder's Journey

Lego Builders Journey 1

Il genere dei puzzle game è molto ben rappresentato nel catalogo di Apple Arcade, ma LEGO Builder's Journey può sicuramente vantare una marcia in più. Parliamo infatti di un gioco che impiega i celebri mattoncini di plastica per coinvolgerci in una delicata relazione fra un padre e un figlio, alle prese con progetti di costruzione man mano più complessi.

Il nostro compito sarà proprio quello di usare i LEGO per creare figure e ambienti che corrispondano alle indicazioni di turno, provando a rendere nella maniera più convincente possibile l'esperienza di costruzione alla base del famoso brand piuttosto che l'umorismo delle produzioni targate TT Games, coadiuvati da uno stile grafico che in più di un'occasione riporta alla mente le atmosfere di Monument Valley.

Next Stop Nowhere

Next Stop Nowhere 10

La nuova avventura di Night School Studio, gli autori di Oxenfree e Afterparty, ci coinvolge in una divertente epopea sci-fi con un protagonista diverso dal solito: Beckett, un corpulento corriere spaziale che decide di aiutare una donna appena conosciuta a ritrovare suo figlio, senza sapere però che si tratta di una ex cacciatrice di taglie braccata dai ranger galattici.

Ricco di dialoghi divertenti, Next Stop Nowhere alterna fasi esplorative, interazione con i personaggi, risoluzione di puzzle e finanche sezioni action di guida della navicella per raccontarci una storia fin da subito molto coinvolgente, fortemente caratterizzata da uno stile grafico low poly che rende l'aspetto dei protagonisti e delle ambientazioni vicino a quello dei cartoni animati.

No Way Home

No Way Home 6

Originale e interessante mix fra un'avventura e un twin stick shooter, No Way Home ci mette nei panni di Cho, una coraggiosa pilota spaziale che si risveglia dopo ben nove milioni di anni di sonno criogenico, determinata a fare ritorno sul pianeta Terra. Un'impresa tutt'altro che semplice, in un universo molto differente da quello che la protagonista conosceva, e in cui non mancano le insidie.

Grazie all'aiuto del robot Matey, la ragazza dovrà dunque spostarsi da un pianeta all'altro, da un sistema all'altro, e portare a termine missioni di esplorazione man mano più complesse all'interno di scenari generati tramite un sistema procedurale. Le fasi action vengono inframezzate da sezioni adventure con uno stile 2D originale e buffo, che mantiene alto il coinvolgimento.

Scatena la Luce

Scatena La Luce 4

La celebre serie animata Steven Universe ha fatto il proprio debutto su Apple Arcade con un tie-in decisamente sorprendente, Scatena la Luce. Si tratta infatti di un RPG con combattimenti a turni e scontri casuali: un'impostazione molto classica, che sfrutta il ricco lore dello show per consentirci di esplorare mondi differenti ed entrare in contatto con un gran numero di personaggi.

L'obiettivo sarà naturalmente quello di condurre il party attraverso i vari livelli della campagna e sfruttare le abilità di ogni componente al fine di vincere scontri dal grado di sfida tutt'altro che banale, che potremo concludere vittoriosamente solo imparando a sfruttare al meglio le varie mosse, speciali e non, a nostra disposizione.

Secret Oops!

Screen 03

Ultima creazione del talentuoso team italiano MixedBag, gli autori di titoli come Futuridium EP e forma.8, Secret Oops! porta su Apple Arcade un'esperienza puzzle originale e interessante, basata sull'uso della realtà aumentata e pensata soprattutto per il multiplayer in locale.

Nei panni di una spia imbranata, Charles, la nostra missione sarà quella di recuperare di volta in volta dei documenti segreti: in ogni livello dovremo disattivare una serie di trappole mentre il nostro personaggio si muove in autonomia, utilizzando dunque il giusto tempismo e un certo grado di precisione. Inquadrando un qualsiasi ambiente con la fotocamera del dispositivo potremo piazzare lì la mappa e osservarla da qualsiasi angolazione, coinvolgendo gli amici nell'esperienza per moltiplicare il divertimento.

The Collage Atlas

B 2020 09 17 05 40 28 Collageatlasshot

Senza dubbio una delle produzioni più affascinanti e originali disponibili su Apple Arcade, The Collage Atlas ci prende per mano e ci accompagna in un'esperienza molto diversa dal solito, caratterizzata da uno stile grafico monocromatico che sembra uscito da un libro di illustrazioni e che genera scorci davvero suggestivi mentre esploriamo le ambientazioni del gioco.

Dal punto di vista prettamente ludico parliamo di un titolo a dir poco essenziale, che chiede unicamente di raccogliere degli oggetti e risolvere semplici enigmi per poter andare avanti, ma come talvolta si dice è il percorso quello che conta; e nel caso di The Collage Atlas parliamo di un percorso emozionante, fortemente caratterizzato da un mix di immagini e musiche che ci accompagnano a ogni passo.

The Last Campfire

The Last Campfire 1

Fra un aggiornamento di No Man's Sky e l'altro, i ragazzi di Hello Games hanno trovato anche il tempo di cimentarsi con qualcosa di diverso, ed è una fortuna. The Last Campfire si presenta infatti fin dalle prime battute come un'avventura intrigante e piacevole, che racconta la storia di un esserino, Ember, che ha perso la strada di casa e si ritrova ad attraversare un luogo oscuro e pericoloso.

Usando i toni di una fiaba ma senza farsi mancare atmosfere inquietanti, il gioco propone una serie di puzzle che dovremo risolvere per poter procedere nell'esplorazione degli scenari e avvicinarci di volta in volta all'obiettivo del protagonista. Ad accompagnarci in questo suggestivo viaggio troveremo una grafica gradevolissima e una narrazione coinvolgente.