Le 10 esclusive più attese del 2022

Il nuovo anno è arrivato e quindi ha senso ricapitolare quali sono le esclusive più attese per il 2022, ossia i titoli a cui guardare per i prossimi dodici mesi.

SPECIALE di Simone Tagliaferri   —   03/01/2022
178

Il 2022 si annuncia come un grandissimo anno per il mondo dei videogiochi, che vedrà l'uscita di tanti giochi importanti, alcuni già annunciati, altri che saranno presentati nel corso dell'anno. Tra questi, sono moltissime le esclusive, siano esse totali o temporali, che coinvolgeranno un po' tutte le piattaforme e che renderanno interessante la vita dei videogiocatori in linea generale (in fondo, quando esce un bel gioco, dovremmo esserne tutti contenti, perché se ne bea l'intero medium).

Ce ne sono davvero molte, tanto che non è stato semplice sceglierne soltanto dieci. Cerchiamo quindi di scoprire quali solo le 10 esclusive più attese del 2022, presentate in ordine alfabetico, in attesa di avere il quadro complessivo dell'anno appena iniziato.

Avvertenza

Dall'elenco sono stati esclusi tutti quei titoli sui quali regna ancora l'incertezza
Dall'elenco sono stati esclusi tutti quei titoli sui quali regna ancora l'incertezza

Per la selezione, abbiamo deciso di inserire solo i giochi la cui uscita è stata annunciata per il 2022 o che è comunque molto probabile (ad esempio The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 che appare anche nei trailer ufficiali di Nintendo Switch per il nuovo anno). Abbiamo altresì evitato tutti quei giochi i cui destini sono ancora molto vaghi, come Final Fantasy XVI o Senua's Saga: Hellblade II, tanto per fare due nomi, di cui non conosciamo in dettaglio lo stato dei lavori. Quindi, se notate qualche assenza nell'elenco, ora sapete a cosa è dovuta.

Naturalmente ci sono anche dei giochi che sono stati esclusi per banali motivi numerici, come CrossfireX o Ghostwire: Tokyo. Semplicemente ne dovevamo scegliere dieci e qualche taglio si è reso necessario.

Bayonetta 3

L'attesa è stata lunga, ma finalmente Bayonetta 3 uscirà nel 2022.
L'attesa è stata lunga, ma finalmente Bayonetta 3 uscirà nel 2022.

I possessori di Nintendo Switch lo hanno aspettato e bramato praticamente dai tempi dei primi vagiti della console. Dopo il logo animato che scatenò l'eccitazione generale, il nulla. Sono passati anni prima di vedere qualcosa di concreto di Bayonetta 3. PlatinumGames ha avuto problemi? Più probabile un annuncio prematuro, ossia che all'epoca il ciclo di sviluppo fosse appena iniziato e che per tutto questo tempo non ci sia stato effettivamente niente di definitivo da mostrare.

Comunque sia finalmente a settembre 2021 si è visto del gameplay, Nintendo ha comunicato che il gioco uscirà nel 2022 e la rabbia è finita fortunatamente in prescrizione. Da allora non è stato mostrato altro, ma poco importa, perché ormai è noto che Bayonetta 3 è in dirittura d'arrivo e i fan non vedono l'ora di giocarci. Da quello che si è potuto vedere Bayonetta è ancora la strega frizzante che abbiamo imparato ad amare. I combattimenti sembrano spettacolari come quelli dei capitoli precedenti e non mancheranno attacchi folli e spettacolari, nonché nemici colossali.

Forspoken

Forspoken è un titolo affascinante
Forspoken è un titolo affascinante

Forspoken è un action adventure in terza persona che racconta del viaggio di Frey Holland, una newyorkese che si ritrova suo malgrado catapultata nel magico mondo di Athia, da cui non riesce a fuggire. In sua compagnia c'è un bracciale magico capace di parlare, soprannominato Cuff, che la guida durante la sua missione, spiegandole come utilizzare i suoi nuovi poteri magici. Il suo obiettivo è quello di fermare le Tantha, delle matriarche ormai corrotte dalla Rovina, una forza oscura implacabile, che hanno diviso Athia in quattro regni di terrore. È davvero lei l'unica speranza di questo mondo al collasso? Lo scopriremo il 24 maggio, quando il gioco sarà finalmente disponibile per PS5 e PC.

Forspoken, conosciuto in precedenza come Project Athia, fece parlare molto di sé come una delle prime prove di forza della console di ultima generazione di Sony, creando una certa attesa nel pubblico, desideroso di saperne di più. Non manca molto per sapere se fu vera gloria.

God of War: Ragnarok

Kratos sta per tornare in God of War: Ragnarok
Kratos sta per tornare in God of War: Ragnarok

Sony Santa Monica è uno studio che difficilmente fallisce un colpo. Soprattutto la sua serie regina, quella God of War, è sempre riuscita a far parlare di sé in positivo, in particolare l'ultimo capitolo, che ha convinto davvero tutti, ottenendo dei giudizi entusiasti da stampa e pubblico. God of War: Ragnarok ha quindi il non facile compito di dare un seguito a uno dei giochi più acclamati della precedente generazione, concludendo le avventure norrene di Kratos e di suo figlio Atreus nel migliore dei modi. Come se la caveranno i due in giro per i Nove Regni?

C'è da dire che il trailer di annuncio è stato accompagnato da qualche polemica di troppo, come quella legata alle scelte di design di alcuni personaggi. Per inciso, dei videogiocatori sembrano non aver gradito le fattezze di Thor, che evidentemente speravano somigliasse di più alla versione Marvel, mentre altri hanno criticato il colore della pelle di Angrboda, visto come un'incongruenza stilistica in un mondo in cui un dio greco che somiglia a un rapper in pensione picchia delle divinità nordiche insieme al figlio twitcher.

Qualche polemica c'è stata anche per il presunto riciclo di risorse grafiche, che però in produzioni del genere è scontato, a meno di non pretendere che gli sviluppatori buttino via tutto quanto fatto in passato per ogni nuovo titolo. Detto questo, God of War: Ragnarok rimane fortunatamente un titolo attesissimo da chi ama più i videogiochi delle polemiche. Oltretutto sembra che stia venendo su davvero bene. Non ha ancora una data d'uscita, ma Sony ha già reso noto che lo giocheremo nel 2022, quindi prepariamoci.

Gran Turismo 7

Gran Turismo 7 riuscirà a riprendersi lo scettro di miglior gioco di corse?
Gran Turismo 7 riuscirà a riprendersi lo scettro di miglior gioco di corse?

Gran Turismo 7 è il nuovo capitolo di una delle più prestigiose serie di giochi di corse che siano mai apparse sul mercato dei videogiochi. Nel corso degli anni la concorrenza si è fatta più agguerrita, con lanci sempre più grossi e frequenti, ma Polyphony Digital non ha mai rinunciato alla sua filosofia di sviluppo, prendendosi tutto il tempo necessario a immettere sul mercato dei giochi che siano il più rifiniti possibile, anche se ciò significa che tra un Gran Turismo e il successivo possono passare anche molti anni.

E di anni ne sono passati davvero tanti da Gran Turismo 6, che uscì alla fine della generazione PS3 (nel 2013), con la generazione PS4 che ha visto arrivare solo il meno canonico Gran Turismo Sport, un capitolo più orientato alle competizioni online dei predecessori. Ma finalmente ci siamo e dopo quasi dieci anni uscirà un nuovo Gran Turismo numerato, che speriamo ci coinvolga con una modalità carriera degna di questo nome e con delle curatissime competizioni online e offline, oltre che con un lato tecnico fuori misura. Non manca molto per giocarci, visto che l'uscita su PS4 e PS5 è prevista per il 4 marzo.

Horizon Forbidden West

Il viaggio di aloy in Horizon Forbidden West si annuncia come appassionante
Il viaggio di aloy in Horizon Forbidden West si annuncia come appassionante

Horizon Forbidden West è il seguito di una delle esclusive PlayStation più acclamate in assoluto della scorsa generazione, una nuova proprietà intellettuale che ha venduto milioni e milioni di copie, stupendo gli autori stessi. Ritorna quindi Aloy, in un mondo aperto ancora più selvaggio di quello visto in Horizon Zero Dawn, per un viaggio che la porterà a scoprire nuovi territori e ad affrontare molti nuovi pericoli.

Horizon Forbidden West ha anche il compito di aprire l'anno delle grandi esclusive PlayStation (uscirà il 18 febbraio su PS4 e PS5), spazzando via in un colpo solo i mesi di magra precedenti. Probabilmente presto ne sapremo di più, visto che l'uscita è vicina e Sony tornerà sicuramente a mostrarlo, magari in uno State o Play organizzato a ridosso del lancio. Ciò che abbiamo visto finora, comunque, ci parla di un gioco tecnicamente impressionante, curatissimo nei dettagli e dal gameplay molto sfaccettato. Vi sembra poco?

Leggende Pokémon: Arceus

Leggende Pokémon: Arceus potrebbe essere la ventata d'aria fresca di cui la serie ha bisogno
Leggende Pokémon: Arceus potrebbe essere la ventata d'aria fresca di cui la serie ha bisogno

La serie Pokémon è ormai sul mercato da moltissimi anni. Finora si è evoluta seguendo una linea abbastanza riconoscibile, anche perché i fan hanno sempre preteso il mantenimento di alcuni canoni, considerati irrinunciabili. Leggende Pokémon: Arceus potrebbe essere il passo successivo, quello capace di cambiare tutto, senza in realtà cambiare niente. Di base la novità più grossa riguarda la struttura di gioco: invece del classico sistema a mappe di dimensioni ridotte, la nuova fatica di Game Freak sarà un semi open world (dovrebbe essere diviso in grosse mappe aperte, selezionabili da una mappa hub).

Badate bene che non stiamo parlando di un capitolo della serie principale dei Pokémon, ma di una serie completamente nuova, pur rimanendo legata all'altra. Nel caso funzionasse potrebbe però rappresentare la spinta che serve agli sviluppatori per introdurre qualche novità più radicale anche nel filone principale. Per il resto prepariamoci, perché la compilazione del primo Pokédex della storia ci aspetta... il 28 gennaio, su Nintendo Switch.

Redfall

Redfall rappresenta una novità, anche per Arkane
Redfall rappresenta una novità, anche per Arkane

Redfall è un gioco ancora difficile da definire, visto che non si è visto praticamente nulla del gameplay. Detto questo è fatto da Arkane Studios, software house che non ha mai sbagliato un colpo e che ci ha regalato alcuni capolavori indimenticabili come Prey e i Dishonored, oltre al recente Deathloop. In sviluppo da quattro anni circa, Redfall dovrebbe essere uno sparatutto cooperativo, probabilmente in soggettiva, a base di vampiri e super poteri, derivati entrambi da degli esperimenti scientifici andati terribilmente male. Il filmato mostrato l'anno scorso da Microsoft ha fatto ipotizzare che avrà una forte componente narrativa e che i colpi di classe alla Arkane non mancheranno, ma per dire qualcosa di più concreto in merito bisogna aspettare che venga mostrato il gameplay. Nonostante la mancanza d'informazioni, era scontato che diventasse un titolo attesissimo dalla comunità di Xbox.

S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl

S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl promette di rinverdire i fasti della serie
S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl promette di rinverdire i fasti della serie

S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl è un po' sulla bocca di tutti, per svariati motivi (non ultimo l'abbraccio e poi l'abbandono degli NFT). Presentato inizialmente come un gioco quasi secondario, come se nessuno credesse a un ritorno in grande stile di GSC Game World e della sua serie, trailer dopo trailer, immagine dopo immagine, è diventato uno dei giochi più attesi dell'anno, vuoi per l'atmosfera, vuoi perché graficamente sembra essere davvero bello, vuoi perché qualcuno si è ricordato che lo S.T.A.L.K.E.R. originale era un capolavoro indimenticabile, nonostante qualche problema.

S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl ci riporterà nella Zona contaminata della centrale nucleare esplosa, dove si sono svolti i fatti della trilogia che compone il primo capitolo. Riusciremo a trovare dei manufatti di valore? Oppure scopriremo il segreto di quest'area in cui possono vivere solo delle figure borderline come gli stalker? L'importante, verrebbe da dire, è che sia un'avventura indimenticabile. Non chiediamo molto, vero?

Starfield

Di Starfield si conosce ancora poco, ma le aspettative sono immense
Di Starfield si conosce ancora poco, ma le aspettative sono immense

Starfield è uno dei giochi più attesi dell'anno, se non il più atteso in assoluto. Del resto era inevitabile che lo diventasse, visto che stiamo parlando di una nuova proprietà intellettuale di Bethesda, la software house delle Elder Scrolls e dei Fallout. Inoltre è anche la prima esclusiva Xbox della compagnia post acquisizione da parte di Microsoft. Ha un peso sulle spalle non da poco.

Da ciò che è emerso finora, abbiamo capito che si tratta di un gioco di ruolo single player ambientato nello spazio, in cui si potranno esplorare diversi pianeti, risolvere quest, incontrare diverse fazioni e viaggiare per il cosmo a bordo di un'astronave personalizzata (anche se quest'ultimo punto è ancora nebulosissimo). Cosa sia Starfield in realtà è ancora una grossa incognita, dato che il materiale pubblicato finora non ha mostrato praticamente nulla del gameplay, limitandosi a dare una descrizione sommaria di ciò che ci aspetta. Sicuramente c'è tempo per saperne di più, visto che l'uscita è stata fissata all'11 novembre.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2

The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 ha il non facile ruolo di seguito ufficiale di uno dei videogiochi più belli di sempre
The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 ha il non facile ruolo di seguito ufficiale di uno dei videogiochi più belli di sempre

Immaginate di dover essere il seguito di quello che da molti viene considerato uno dei migliori videogiochi di sempre. Non la sentite la pressione? The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 non può che essere attesissimo, visto il successo del predecessore in termini di critica e di vendite. Ce la farà a tenergli testa?

Per adesso del gioco non si conosce in realtà moltissimo. Dai video mostrati sembra un'evoluzione di quanto visto in Breath of the Wild, ma immaginiamo che non mancheranno delle sorprese non ancora svelate che lo renderanno unico. Del resto stiamo parlando di una delle saghe che più di tutte è stata capace di rinnovarsi nel corso degli anni, quindi confidiamo che accadrà lo stesso anche con questo capitolo. Purtroppo The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 non ha ancora una data d'uscita, ma è Nintendo stessa ad aver parlato del 2022 come l'anno in cui potremo giocarci, quindi non c'è molto da stare a speculare. Rimaniamo quindi in attesa di poter sapere quando potremo giocare a una delle esclusive più promettenti di Nintendo Switch.