Everwild, anteprima del nuovo gioco Rare 68

Un nuovo trailer di Everwild alimenta l'interesse per questo affascinante gioco Rare.

ANTEPRIMA di Giorgio Melani   —   31/07/2020

Everwild merita un'anteprima, considerando come anche alla recente presentazione dell'Xbox Games Showcase su Xbox Series X si sia confermato, ulteriormente, uno dei giochi più affascinanti attualmente in lavorazione presso i first party Microsoft. Tanto affascinante quanto misterioso: la meraviglia provocata anche dal nuovo trailer andato in scena il 23 luglio non fa che aumentare la curiosità per il suo gameplay, di cui effettivamente non sappiamo nulla. Non è nemmeno facile parlarne perché quanto mostrato, pur bellissimo, rifugge una qualsiasi catalogazione classica e impedisce una definizione dell'esperienza nelle canoniche forme del videogioco. D'altra parte, è proprio questo il punto: Rare è una software house piena di talento e creatività e in questi ultimi anni ha avuto carta bianca, da parte di Microsoft, per sperimentare nuove soluzioni ed esperienze di gioco, come una vera e propria fucina di idee all'interno degli Xbox Game Studios, dunque possiamo aspettarci un po' di tutto dal team britannico.

Everwild 00001


Tutto questo ci fa pensare che Everwild difficilmente rientrerà nelle dinamiche classiche di un qualche genere videoludico, perché non è facile ridurre quelle scene illustrate nei video in strutture di gioco canoniche e standardizzate, ma proprio questo è uno degli aspetti di maggiore fascino per questo titolo. Dopo quanto abbiamo visto con Sea of Thieves, però, possiamo anche essere certi di un'altra cosa: di qualsiasi gioco si tratti, gli sviluppatori sapranno dimostrare una notevole passione per la loro creatura, assicurando un notevole supporto e un arricchimento costante dell'esperienza di gioco, con una continua evoluzione in termini di contenuti, meccaniche e progressione tecnologica, se il gioco piratesco può essere considerato significativo di qualcosa. Prima di continuare, dunque, diamo un'altra occhiata al meraviglioso trailer "Eternals" pubblicato nelle ore scorse da Microsoft.

Ritmo e natura

Ci sono alcuni elementi di base che sembrano ricorrere nei due trailer di presentazione emersi finora su Everwild: la natura, il rapporto tra uomini e questa e una qualche forma di cooperazione tra gli individui, che potrebbero rappresentare in effetti anche degli elementi fondamentali per il gameplay. La base su cui tutto questo poggia dovrebbe essere un ampio mondo aperto strutturato come un sandbox, tratteggiato come un pianeta in cui una natura rigogliosa ha evidentemente il sopravvento, con vegetazione lussureggiante e animali di vario tipo, in qualche modo simili alle specie riscontrabili sulla Terra ma con interpretazioni molto fantasiose, che staccano il mondo di gioco da una rappresentazione realistica. Questa struttura richiama un po' quanto sperimentato da Rare in Sea of Thieves, con un ampio mondo aperto a innumerevoli avventure che possono essere intraprese in maniera piuttosto libera dai giocatori e questa non linearità e apertura ad interpretazioni e approcci diversi potrebbe essere ripresa da Everwild.

Everwild 00009


Il primo trailer di presentazione era particolarmente criptico e serviva soprattutto a introdurre l'ambientazione e stabilire un po' il tono e l'atmosfera del gioco, molto particolari e caratteristici. Questo nuovo trailer, intitolato "Eternals", entra un po' più nel dettaglio dell'ambientazione e del gioco, pur rimanendo sempre molto misterioso e implicito. La voce narrante parla del "ritmo" che è presente nel mondo e di come questo possa essere facilmente avvertito, ma difficilmente provato in maniera profonda nelle varie situazioni della vita, come una cosa che ci accompagna e sottolinea le azioni nei rapporti con la natura e con gli altri individui. Ecco che ritornano dunque i due elementi ricorrenti che dicevamo in precedenza (il rapporto con la natura e con gli altri individui) a cui si aggiunge anche l'elemento mistico dei rituali e della "magia", se così può essere definita quella forza misteriosa che sembra emergere in diversi momenti dei video. Probabilmente ha una caratterizzazione più animistica come elemento vitale da convogliare attraverso particolari procedure, ma questo non toglie che ci sia qualcosa di evidentemente sovrannaturale nelle azioni che i giocatori possono compiere.

Everwild 00008

Idee sul gameplay

Veniamo dunque alle ipotesi sulle possibili caratteristiche del gameplay, su cui non possiamo che fare congetture, al momento. Le azioni mostrate nei trailer sembrano avere sempre a che fare con atteggiamenti non violenti e armoniosi, nella continua ricerca di equilibrio con l'ambiente circostante, con gli animali e con gli altri personaggi. Curiosamente, questo rappresenta qualcosa di molto strano all'interno di un videogioco, dove solitamente l'interazione prevede una qualche forma di competizione basata di solito sul sopraffare l'avversario o sul collaborare con altri giocatori per sventare con la forza una minaccia esterna. Everwild sembra tornare alla famosa metafora del bastone e della corda utilizzata da Hideo Kojima per introdurre i concetti di base di Death Stranding, ma in un certo senso va oltre certi stereotipi che sono comunque presenti in quest'ultimo, proponendo un tipo di interazione completamente basato sulla convivenza armoniosa.

Everwild 00015


Nel nuovo video dell'Xbox Game Showcase vediamo inoltre i personaggi guidare alcuni animali nel portare a termine alcune azioni altrimenti impossibili da effettuare direttamente, come abbattere alberi o trasportare oggetti, con un'interazione che sembra basata su un sistema di gesti particolarmente coreografici, che rientrano nello stile rituale con cui la strana civiltà del mondo interagisce con la natura. L'idea che emerge è che il giocatore possa essere chiamato ad eseguire tali gesti per poter controllare le creature o ottenere qualche effetto nel mondo circostante, forse con la necessità di memorizzare certe sequenze e saperle utilizzare al momento giusto per ottenere i risultati sperati. Il richiamo al ritmo potrebbe avere a che fare proprio con la correttezza nell'esecuzione delle sequenze o con la necessità di eseguirle in maniera armoniosa secondo una musica o un giusto tempismo.

Everwild 00017


Sembra dunque esserci una forma di interazione tra giocatori, tra giocatore e altri personaggi e tra giocatori e ambiente circostante, che va dalla comunicazione a una qualche forma di connessione che consente di far avvenire delle reazioni. È da notare, peraltro, che al di là della voce narrante presente nel trailer Eternals sembra che il mondo di Everwild non usi parole, né parlate né scritte, cosa che si potrebbe riflettere in un ulteriore elemento di sfida e di gameplay. In ogni caso, le situazioni mostrate nei video sono davvero difficili da sintetizzare in forme videoludiche standard, dunque l'idea è che il gameplay presenti davvero elementi inediti e originali, perché evidentemente esce da qualsiasi schema noto. C'è anche da dire che, a quanto pare, in Rare stanno ancora sperimentando idee per il gameplay, dunque è possibile che la lavorazione sia piuttosto lunga. Questo ci porta peraltro a un altro dubbio, derivato dalle precedenti esperienze con Sea of Thieves: Everwild saprà esprimere subito il suo pieno potenziale o dovremo attendere un processo più o meno lungo di arricchimento post-lancio come successo con il gioco piratesco? Quest'ultimo si è rivelato infine un grande titolo ricco, sfaccettato e divertente, ma è stato penalizzato da un lancio effettuato in uno stato ancora preliminare e non vorremmo che lo stesso inizio in sordina toccasse anche a quest'altro gioco. È molto probabile che anche questo ottenga aggiunte ed espansioni successive all'uscita, ma speriamo che comunque già al lancio sia piuttosto ricco di contenuti.

Everwild 00020

Everwild si conferma uno dei giochi più interessanti attualmente in sviluppo negli Xbox Game Studios, anche se il mistero, per quanto riguarda la sua forma videogioco, rimane molto fitto. È semplicemente bellissimo da vedere, forse il titolo esteticamente più valido fra tutti quelli visti all'Xbox Game Showcase, ma rimane da valutare praticamente tutto il resto. Essendoci Rare al lavoro, possiamo aspettarci qualcosa che esca dagli schemi standard dei videogiochi, viste le capacità creative e innovative del team britannico e questo non fa che aumentare l'interesse per questo gioco. Speriamo solo di non dover aspettare troppo prima di poterlo provare con mano. Esteticamente meraviglioso L'originalità sembra esserne un tratto distintivo Bella atmosfera e interessanti i concetti che sembrano trasparire dai trailer Il gameplay è ancora un mistero Sarà convincente subito al lancio o dovremo aspettare gli ampliamenti successivi?