Hyrule Warriors: L'era della calamità, Il battito ancestrale - prova

Abbiamo provato il primo DLC del Pass Espansione di Hyrule Warriors: L'era della calamità, intitolato Il battito ancestrale. Ecco le nostre impressioni

PROVATO di Christian Colli   —   26/06/2021
8

Qui su Multiplayer.it solitamente non diamo voti numerici ai DLC, ma ne consigliamo o sconsigliamo l'acquisto. Nel caso del Pass Espansione di Hyrule Warriors: L'era della calamità, abbiamo preferito un altro tipo di approccio perché il DLC in questione è diviso in due parti. La prima, intitolata Volume 1: Il battito ancestrale, è già disponibile da alcuni giorni. Annunciato poco tempo dopo la release del titolo originale, questo pacchetto di contenuti aggiuntivi si è fatto attendere per parecchi mesi, e altri ancora dovremo aspettarne per giocare la seconda parte, che uscirà soltanto a novembre. Ecco perché il Pass Espansione è una scommessa sul futuro: i due DLC non possono essere acquistati separatamente, ed è per questo motivo che daremo un giudizio a tutto il pacchetto solo dopo aver giocato il Volume 2.

Per adesso, quindi, rimandandovi alla nostra recensione di Hyrule Warriors: L'era della calamità, ci limiteremo a esaminare i contenuti del Volume 1 e a esprimere un primo giudizio preliminare sulla proposta Nintendo in questo provato del Pass Espansione di Hyrule Warriors: L'era della calamità.

Nuove missioni e ricompense

Se state leggendo queste righe, significa che probabilmente avete giocato Hyrule Warriors o quantomeno non appartenete a quelle categorie che lo hanno snobbato a prescindere solo perché è un musou. In alternativa, siete masochisti, ma chi siamo noi per sindacare sul modo in cui utilizzate il vostro tempo libero? A parte gli scherzi, vi risparmieremo tutta la tiritera sui musou e su come questo titolo Koei Tecmo tenti strade sensibilmente diverse in termini di gameplay per andare dritti al nocciolo della questione: cosa c'è in questo primo DLC?

Tanto per cominciare, un nuovo livello di difficoltà - Apocalisse - accessibile fin da subito per ogni missione. E poi una risma di missioni inedite, contrassegnate dalla dicitura EX, che ci vedono affrontare orde di nemici, a tempo e non, nelle mappe che abbiamo già esplorato. Alcune sono state ridisegnate per l'occasione e presentano piccole differenze rispetto alle originali visitate nella campagna, ma in questo caso Koei Tecmo ha perlopiù riciclato vari asset.

Hyrule Warriors, L'era della calamità
Hyrule Warriors, L'era della calamità

Tra i nemici nuovi, per esempio, spiccano solo i Grublin che portano i barili esplosivi sulla schiena, mentre gli altri, come i Chu-chu giganti, sono modelli già visti. La maggior parte dei nuovi boss e miniboss sono essenzialmente identici ai vecchi, eccezion fatta per l'aura malefica che li circonda e un parco mosse sensibilmente diverso, soprattutto nel caso dei nuovi Sciamanix.

Le missioni EX sono state pensate per i giocatori che hanno raggiunto un livello discretamente alto: la maggior parte chiede almeno livello 70 e può essere abbastanza impegnativa. Gli obiettivi variano dalla sconfitta di tutti i nemici alla conquista degli avamposti, passando per la scorta dei PNG a una vera e propria lotta per la sopravvivenza entro un tempo limite.

Oltre alle missioni EX, il DLC sblocca anche le missioni dei mostri pericolosi, che funzionano un po' come quelle della Luna Rossa: sulla mappa compaiono due o tre icone rosse che rappresentano altrettante missioni in cui dovremo sconfiggere dei mostri più potenti del solito, vere e proprie spugne che metteranno alla prova la nostra capacità di fondere le armi e scegliere i Marchi giusti.

Hyrule Warriors, L'era della calamità
Hyrule Warriors, L'era della calamità

A cosa servono tutte queste nuove missioni? A trovare nuovi materiali, naturalmente. Il DLC sblocca infatti l'Antico laboratorio di corte (EX) in cui lavorano Rovely e Pruna: in pratica si tratta di uno schema composto da nodi che rappresentano nuovi contenuti da sbloccare pagando in materiali vecchi e nuovi. I bonus sono davvero interessanti.

Alcuni potenzieranno le rune della tavoletta Sheikah, altri ingrandiranno l'inventario degli eroi, consentendo di accumulare più armi per le fusioni. Ci sono nodi che sbloccano nuove funzionalità: uno dei primi, per esempio, ci permetterà di acquistare le mele prima di affrontare una missione, mentre un altro ridurrà il costo degli ingredienti quando si cucina, e un altro ancora migliorerà le scorte dei mercanti. Per sbloccare alcuni nodi non basterà recuperare i materiali richiesti, ma anche superare piccole sfide in combattimento: per potenziare Kalamitron, ad esempio, dovremo prima contrattaccare almeno cinque volte usando la runa Sheikah in questione.

Armi e personaggi

Hyrule Warriors, L'era della calamità
Hyrule Warriors, L'era della calamità

L'Antico laboratorio di corte (EX) serve anche a sbloccare due nuove armi, una per Link e una per Zelda. Sebbene siano i protagonisti della serie, la scelta ci è sembrata un po' forzata sotto alcuni aspetti. Link, tanto per cominciare, poteva impugnare già tre armi diverse, e con quella nuova siamo a quattro: si chiama flagello e praticamente è una sorta di nunchaku gigante che Link può mulinare intorno a sé. È un'arma versatile e spettacolare, con un'abilità speciale davvero strana che permette a Link di replicare temporaneamente l'arma del nemico.

La copia resterà temporaneamente attaccata all'estremità del flagello e Link infliggerà più danni per tutta la durata di questo potenziamento, rappresentata da un indicatore apposito. Quando l'indicatore si scarica del tutto, dovremo aspettare che si ricarichi per poter copiare un'altra arma.

Hyrule Warriors, L'era della calamità
Hyrule Warriors, L'era della calamità

Zelda, invece, acquisisce il destriero di Hyrule, praticamente la "moto" ancestrale che si sbloccava in The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Al di là del fatto che Zelda poteva già usare due armi diverse, abbiamo trovato la moto non proprio azzeccatissima per il suo personaggio, e forse l'avremmo preferita per Link al posto del flagello. In ogni caso, si tratta di un'arma veramente tamarra. Le sue combo sono estremamente caotiche e strane, e la sua abilità speciale si chiama Mega corsa: tenendo premuto il tasto, Zelda accelera e danneggia tutti i nemici che investe mentre sfreccia per la mappa. Se l'apposito indicatore si carica del tutto, il destriero di Hyrule si surriscalda e bisognerà aspettare prima di poter usare nuovamente la Mega corsa.

Hyrule Warriors, L'era della calamità
Hyrule Warriors, L'era della calamità

Entrambe le armi possiedono tre varianti, che si sbloccano coi nodi nell'Antico laboratorio di corte (EX). La differenza sta tutta nell'attacco forte: una variante permette di attaccare da lontano, una genera un campo di forza protettivo e una accorcia la distanza dal bersaglio.

Infine, completando le ricerche di Rovely e Pruna si sblocca un personaggio aggiuntivo: il Guardiano veterano. Sebbene sia molto potente, e abbia un certo fascino controllare un Guardiano vero e proprio dopo averli combattuti in quantità industriale nella campagna e in Breath of the Wild, dobbiamo dire che avremmo preferito un "eroe" con molta più personalità. Hyrule Warriors è pieno di personaggi che Koei Tecmo avrebbe potuto aggiungere al roster con questo primo DLC: sappiamo che Rovely e Pruna si uniranno al team nel secondo DLC, e probabilmente non saranno i soli, ma forse sarebbe stato meglio sbloccare personaggi come Astor e Supa in questo Volume 1.

In questo senso, il Guardiano veterano è una ricompensa finale molto meno accattivante.

Il Volume 1 del Pass Espansione si completa in una decina di ore circa, dipende da quanto siete veloci a "farmare" i materiali necessari a sbloccare ogni ricerca nell'Antico laboratorio di corte (EX). Le nuove missioni non sono particolarmente brillanti, ma rappresentano comunque un contenuto aggiuntivo invitante per chi ha amato Hyrule Warriors e cercava una scusa per tornare a menare le mani nel mondo di Breath of the Wild. Le ricompense sono OK, anche se forse avremmo scelto armi e personaggi diversi: il Guardiano veterano, in particolare, è davvero troppo anonimo per essere un premio finale. Mettiamola così, per adesso questo Pass Espansione lo consigliamo solo a chi ha fame di contenuti e non ha ancora smesso di fondere armi in vista di sfide più difficili, ma per formulare un giudizio sensato su tutto il pacchetto dovremo aspettare novembre e il Volume 2.

CERTEZZE

  • Tante missioni aggiuntive
  • Un sacco di funzionalità utili da sbloccare
DUBBI
  • Il Guardiano veterano è un personaggio davvero anonimo
  • Le nuove armi sono divertenti, ma le avremmo date a personaggi diversi