PS5 e Xbox Series X: ha senso comprarle al lancio?

Una piccola riflessione sull'arrivo di Playstation 5 e Xbox Series X e la necessità di effettuare il cambio generazionale già quest'anno.

SPECIALE di Peter Vogric   —   16/08/2020
145

Sony e Microsoft hanno già svelato diversi dettagli, caratteristiche, accessori e giochi di PS5 e Xbox Series X. Le due console di nuova generazione arriveranno sul mercato a fine anno. La fame di "next-gen" è già salita a livelli stratosferici in molti videogiocatori appassionati, ma verrà effettivamente saziata da queste nuove console? Siamo veramente pronti a lasciarci alle spalle tutto quanto e passare a Playstation 5 e Xbox Series X, aspettandoci di vedere un netto salto generazionale? Queste sono domande alle quale abbiamo parzialmente voluto dare risposta nel nostro recente speciale dedicato all'argomento. Oggi però vogliamo prendere in considerazione un altro aspetto fondamentale, che potrebbe far cambiare i vostri piani per il passaggio a Playstation 5 e Xbox Series X: vale la pena acquistarle al lancio?

La percezione del salto generazionale

Il salto generazionale tra le attuali console e quelle in arrivo quest'autunno, non verrà percepito in maniera così evidente. Gli sviluppatori infatti continueranno a creare videogiochi per le attuali macchine da gioco, mentre su Playstation 5 e Xbox Series X si vivrà un periodo piuttosto lungo con titoli principalmente "cross-gen". Anche i giochi esclusivi al lancio non riusciranno a sfruttare a dovere la potenza di calcolo delle nuove console, proprio come accaduto in passato. Riguardo queste affermazioni abbiamo già ampiamente discusso nel nostro speciale, quindi vi invitiamo ad approfondire qualora foste interessati. Un ulteriore conferma ci è stata fornita direttamente da Sony e Microsoft quando hanno svelato i primi giochi per Playstation 5 e Xbox Series X. A prima vista, pochi di questi titoli ci avevano lasciati veramente a bocca aperta, facendoci pensare:"Urca! Questa cosa sulle attuali console ce la sogniamo!".

Img 2209

L'idea di poter mettere le mani su dei nuovi giochi, ma non percepire effettivamente l'enorme passo in avanti promesso da Sony e Microsoft, potrebbe far storcere un po' il naso a noi consumatori. Certo, grazie agli SSD i caricamenti saranno veloci, le texture avranno dei maggiori dettagli, la nuova unità di calcolo permetterà una risoluzione superiore, così come un frame-rate più stabile. Il risultato complessivo potrebbe però non distaccarsi troppo rispetto ai recenti capolavori come The Last Of Us Parte II, anzi, in certi casi il livello tecnico su "next-gen" potrebbe essere addirittura inferiore (basti pensare alla valanga di critiche nate dopo il gameplay di Halo: Infinite allo Xbox Game Showcase). Quindi cosa si fa?

Gli “early adopter”

Comprare PS5 o Xbox Series X (o se preferite anche entrambe) al lancio potrebbe non essere l'affare della vita. Non vi stiamo invitando ad escludere l'acquisto delle console, ma semplicemente di valutare attentamente quanto stiamo per esporvi. Storicamente le prime console vendute sia da Microsoft che Sony avevano dei problemi hardware piuttosto rilevanti. Molti di noi probabilmente hanno già superato il trauma, anche se spesso di notte ritornano gli incubi del "red ring of death" di Xbox 360 o del "YLOD" di Playstation 3. Anche Playstation 4 e Xbox One non erano poi delle console così fortunate al lancio, con lettori Blu-Ray, modem WiFi difettosi ed in generale erano parecchio rumorose. Sony e Microsoft rilasciano successivamente delle versioni aggiornate, dove cambia essenzialmente il codice del modello e non la forma fisica della console stessa e chiaramente nemmeno la potenza di calcolo. Con queste nuove macchine riescono a risolvere proprio le problematiche riscontrate dagli "early adopter", migliorando l'affidabilità generale.

Anche il prezzo al lancio non aiuta il passaggio generazionale, mentre nei mesi e anni successivi il costo complessivo per portarsi a casa la console indubbiamente va calando, grazie anche all'arrivo di numerosi bundle con videogiochi ed accessori interessanti. Inoltre quest'anno ci si aspetta probabilmente una scarsa disponibilità delle nuove macchine da gioco, sopratutto per quanto riguarda Playstation 5 a causa dei problemi di produzione riscontrati in questi questi difficili mesi dovuti al COVID.

Img 2210

Oltre all'affidabilità e al prezzo di lancio, anche i videogiochi non sono poi così numerosi nei primi mesi di vita della console. Nel periodo iniziale escono solamente alcuni giochi di alto livello, mentre per altri servono ancora un paio di anni di lavoro per poter arrivare sul mercato. Spesso i videogiochi appena usciti rimangono ad un prezzo piuttosto elevato nei primi mesi, quindi anche questa spesa aggiuntiva sarebbe assolutamente da considerare se si vuole passare alla next-gen il prima possibile. Da questo punto di vista gli utenti Microsoft potrebbero affidarsi al Game Pass. Se però vorranno giocare al nuovo Cyberpunk 2077, FIFA 21 o al nuovo Call Of Duty, dovranno comunque spendere 70€ al lancio, non essendo questi dei titoli esclusivi e quindi non presenti nel Game Pass.

Img 2211

In definitiva se avete già giocato a tutto su Playstation 4 e Xbox One e volete avere il massimo dalla vostra esperienza di gioco su console, allora l'acquisto di Playstation 5 e Xbox Series X è sicuramente una valida strada da percorrere. Se invece avete ancora qualche titolo interessante da recuperare e vi accontentate del livello tecnico attuale, allora potete sopravvivere ancora per qualche anno su Playstation 4 e Xbox One, giocando ai nuovi titoli che come affermato in precedenza, continueranno ad uscire anche nei prossimi anni.

Le console mid-gen

Adesso invece facciamo entrare in gioco un elemento piuttosto interessante: le console di metà generazione. Come accaduto ormai qualche anno fa con Playstation 4 Pro e Xbox One X, Sony e Microsoft probabilmente rilasceranno in un futuro non troppo distante delle versioni migliorate di Playstation 5 e Xbox Series X. Continuando a percorrere la stessa strada intrapresa con le attuali console, tra massimo quattro anni avremo sul mercato delle console ancora più performanti. Allo stesso tempo, il periodo di "cross-gen" del quale vi abbiamo parlato nello speciale, sarà ormai passato e sul mercato ci saranno già parecchi videogiochi di qualità con altri in imminente uscita. Grazie alla potenza di calcolo aggiuntiva delle versioni migliorate, il salto generazionale sarà ancora più evidente e magari avrà più senso abbandonare le attuali console da gioco. Inoltre, il costo delle console migliorate potrebbe essere lo stesso delle console "base", le quali scenderanno di prezzo per dare spazio al nuovo prodotto più potente.

Img 2213

Considerando quindi anche le console "mid-gen", vogliamo proporvi una terza opzione in aggiunta alle altre due citate in fondo al precedente paragrafo. Aspettare le versioni migliorate di Playstation 5 e Xbox Series X potrebbe farvi percepire maggiormente il salto generazionale, spendendo circa lo stesso prezzo e trovandovi già in una fase avanzata della "next-gen" con decine di giochi validi disponibili ad un prezzo ridotto.

In passato non è mai successa una situazione simile, nella quale potevamo non sentire la necessità di passare alla prossima generazione di console. Sony e Microsoft hanno adottato una strategia completamente diversa rispetto al passato, che renderà questo cambio generazionale molto meno rilevante agli occhi del consumatore finale. Ovviamente sarete voi a decidere cosa fare con l'arrivo sul mercato di PS5 e Xbox Series X, in base alla vostra disponibilità economica e alla vostra "fame videoludica". Speriamo che questa piccola riflessione possa aiutarvi a decidere in base alle vostre esigenze. Fateci sapere qui sotto nei commenti cosa ne pensate a riguardo e se avete già scelto come approcciarvi alla prossima generazione di console.