Radeon RX 6700 XT: quello che sappiamo della nuova scheda AMD

La nuova Radeon RX 6700 XT promette prestazioni elevate in 1440p e una maggiore disponibilità.

SPECIALE di Mattia Armani —   04/03/2021
31

Con la presentazione ufficiale della Radeon RX 6700 XT abbiamo infine in mano le specifiche e la data di uscita della nuova GPU AMD, in arrivo nei negozi il 18 marzo 2021. Un giorno, questo, che molti terranno d'occhio con la speranza di accaparrarsi una scheda video, merce rara in un periodo in cui tra domanda elevata e linee di produzione al limite la disponibilità delle GPU è al minimo, mentre i prezzi sono balzati alle stelle. Per questo non ci aspettiamo una grande disponibilità, anche se AMD ha promesso un maggior numero di pezzi, garantendo anche la distribuzione di una versione che non è da darsi per scontata per un modello di fascia media. Ma d'altronde non parliamo di una scheda economica. Pur scendendo in campo come opzione entry level della serie RDNA 2, la Radeon RX 6700 XT ha un prezzo consigliato di 479 dollari e va così a piazzarsi poco al di sotto della RTX 3070 nella versione Founders Edition.

Caratteristiche

Radeon RX 6700 XT: la nuova scheda
Radeon RX 6700 XT: la nuova scheda

Con un prezzo di 100 dollari inferiore a quello della RX 6800, la Radeon RX 6700 XT si accontenta inevitabilmente di una dotazione più modesta a partire dai 12 GB di memoria, comunque abbondanti per una GPU che guarda al 1440p a dettaglio massimo e che, come evidenziato da AMD, non ha problemi anche con i pacchetti di texture ad alta risoluzione che aumentano l'uso di memoria, superando in alcuni casi anche i 10 GB, in titoli come Red Dead Redemption 2, Call of Duty: Black Ops Cold War, Dirt 5 e Horizon Zero Dawn.

Inevitabile invece il calo prestazionale legato alle sole 40 Compute Unit del chip Navi 22 da 2560 stream processor, sempre basato su architettura RDNA 2 e realizzato con processo produttivo a 7 nanometri, che risultano decisamente inferiori alle 60 Compute Unit equipaggiate dalla sorella maggiore. Ma vengono in parte compensate da frequenze che partono da una clock base di 2.321 GHz e arrivano a 2424 MHz di game clock, nettamente superiore rispetto ai 1815 GHz della scheda di fascia superiore. Un salto enorme, merito di un'alimentazione di alta qualità, di un PCB a 10 strati e di altri accorgimenti che fanno della Radeon RX 6700 XT una scheda pensata per mantenere stabilmente frequenze estremamente elevate. Da qui un TDP non troppo inferiore rispetto a quello della RX 6800, con 230W contro 250W, che ci porta ai due connettori da 8 e 6 pin per l'alimentazione ausiliaria. Ma bastano due ventole per raffreddare la scheda, complice una dissipazione più evoluta che fa abbondante uso di heat pipe e garantisce anche una modalità a ventole ferme, ovviamente completamente silenziosa.

Prestazioni

Radeon RX 6700 XT: i benchmark
Radeon RX 6700 XT: i benchmark

Tra le caratteristiche della scheda troviamo anche la AMD Smart Access Memory, una tecnologia che garantendo pieno accesso alla memoria della scheda offre vantaggi in alcuni giochi, e di 96 MB di infinity cache. Ma la parte del leone la fa senza dubbio il chip Navi 22 che, complici le frequenze elevate, conferma la bontà della nuova serie Radeon 6000 in quanto a prestazioni in gioco. Questo almeno parlando di rendering nudo e crudo, laddove la neonata AMD svetta nettamente sulla RTX 3070 in titoli come Assassin's Creed Valhalla e Dirt 5. Vince inoltre in Borderlands 3 e Hitman 3, battendosela invece pressoché alla pari con la scheda NVIDIA in Cyberpunk 2077, Call of Duty: Black ops - Cold War e Gears 5. Si comporta bene quindi, con l'unica sconfitta sonora, secondo i benchmark mostrati da AMD, in Watch Dogs Legion, dove risulta inferiore anche alla RTX 3060 Ti.

Per quanto riguarda i 40 accelerator dedicati al ray tracing invece, al di là di prestazioni buone in titoli ottimizzati come Dirt 5 e Godfall, possiamo dare per scontata una situazione simile alle Radeon di fascia superiore. Parliamo quindi di qualcosa in meno in termini di potenza ray tracing della RTX 3070 e della mancanza di un upscaling simile al DLSS di NVIDIA, fondamentale per compensare il peso del ray tracing nei titoli in cui è implementato in modo massiccio. Ma a questo proposito vale la pena menzionare l'evoluzione delle tecnologie FidelityFX, tra cui spicca l'evoluzione dell'Anti-Lag ora compatibile con le DirectX 12 il cui annuncio è stato sottolineato da alcuni benchmark, ovviamente legati agli eSport, che vedono la Radeon RX 6700 XT arrivare a 348fps in Counter-Strike: Global Offensive, 180fps in Hyper Scape, 272fps in League of Legends, 212fps in Overwatch, 360fps in Rainbow Six Siege, 452fps in Valorant. Abbastanza quindi anche per sfruttare monitor dal refresh estremo.

Supporto presente e futuro

Radeon RX 6700 XT: la nuova GPU
Radeon RX 6700 XT: la nuova GPU

A questo vanno poi aggiunti i giochi con supporto per la tecnologia Radeon Boost e le ottimizzazioni per titoli titoli Dirt 5, Godfall, Rift Breaker, World of Warcraft: Shadowlands e Microsoft Flight Simulator, in alcuni casi rilevanti a livello prestazionale anche se lontane dai benefici del DLSS. Non è un caso che ci sia grande attesa per la tecnologia Super Resolution, l'upscaling per le Radeon il cui arrivo non dovrebbe essere troppo lontano nel tempo. Si parla infatti della prossima release principale dei driver Adrenaline, un appuntamento potenzialmente molto importante per una famiglia di schede che potrebbe guadagnare parecchio appeal grazie all'intelligenza artificiale.

La promessa della Super Resolution, d'altronde, è quella di un incremento prestazionale sensibile, speriamo in grado di compensare il peso del ray tracing che tra l'altro sarà a disposizione delle nuove Radeon anche in Resident Evil Village, assieme al supporto per le tecnologie FidelityFX. Ma di tutto questo dovrà preoccuparsi solo chi riuscirà a comprare una Radeon o una console di nuova generazione, visto che anche queste godranno dei benefici della Super Resolution. E sarà complicato ancora per qualche tempo, vista una situazione di mercato che difficilmente sarà risolta aumentando la disponibilità di una sola scheda o, guardando alla concorrenza, limitando le capacità mining di un modello entry level.