Xbox Game Pass marzo 2020, le altre novità 35

Diamo un'occhiata alla nuova mandata di giochi nel catalogo Xbox Game Pass per la seconda metà di marzo 2020

RUBRICA di Giorgio Melani   —   21/03/2020

Indice

Questa seconda metà di marzo 2020 è stata veramente esplosiva in termini di notizie per quanto riguarda la next gen videoludica, ma Microsoft non si è dimenticata ovviamente di Xbox Game Pass, rilasciando il consueto aggiornamento di metà mese sui giochi gratis per gli abbonati in arrivo in queste due settimane. D'altra parte, com'è ormai chiaro, il servizio su abbonamento punta ad essere un caposaldo fondamentale anche per quanto riguarda Xbox Series X, essendo stato finora un elemento distintivo di grande importanza per le piattaforme Microsoft, se non proprio una vera e propria killer application in grado di spingere molte persone all'acquisto di Xbox. Con il mantenimento della leadership tecnologica, in termini di potenza delle console, anche all'avvio della prossima generazione, Xbox Series X si dispone sia come percezione della macchina che come qualità dei servizi in maniera nettamente diversa da quanto era successo all'inizio con Xbox One, dunque attendiamo di vedere cosa possa venire fuori anche in termini di giochi. Nel frattempo, Xbox Game Pass continua a macinare titoli, sebbene ci siano da registrare anche le consuete defezioni, che nei prossimi giorni (probabilmente per la fine di marzo) coinvolgeranno anche Vampyr e Cities: Skylines, dunque ricordiamo di dedicarvi a tali giochi prima che escano dal catalogo, oppure eventualmente acquistarli con gli sconti.

Ace Combat 7: Skies Unknown - Xbox One, 19 marzo

Già disponibile nelle ore scorse, Ace Combat 7: Skies Unknown è probabilmente uno dei giochi più in vista di questa seconda mandata di marzo su Xbox Game Pass, a conferma del buon rapporto instaurato con Bandai Namco sul fronte del servizio in questione, che ospita (o ha ospitato) una buona quantità di titoli da parte del publisher nipponico, in grado di dare notevole varietà al catalogo. Il settimo capitolo della lunga serie di Project Aces si mantiene nel canone originale, presentando il tipico gameplay più arcade che simulativo e costruendo il tutto sopra una solida campagna single player che racconta una storia epica di guerra ed eroi del cielo, secondo la scuola classica nipponica. Ovviamente, a tutto questo si unisce la notevole evoluzione tecnologica applicata al comparto grafico, che rende Ace Combat 7: Skies Unknown ancora più spettacolare. Un gioco che si adatta bene sia ai fan della serie che anche ai neofiti, visto l'approccio intuitivo e il gameplay veloce e dinamico.

Kona - Xbox One, 19 marzo

Ottobre 1970, Atamipek Lake, nel selvaggio Canada settentrionale. Carl Faulbert, veterano di guerra riciclatosi come investigatore privato, risponde alla chiamata del ricco industriale W. Hamilton, il quale gli chiede di indagare su dei misteriosi accadimenti che sembrano coinvolgere la sua miniera di rame e la vicina comunità di nativi Cree. Quella che parte come un'indagine su dei semplici atti vandalici si trasforma poi in un'avventura dai toni sempre più inquietanti e misteriosi, con il protagonista che si trova ad esplorare il fascinoso ma inospitale territorio selvaggio, costantemente braccato da strane presenze e dal freddo glaciale che rappresenta la minaccia più concreta. Kona è un'avventura investigativa sullo stile di Firewatch, basata sulla narrazione classica e "ambientale", che mischia elementi decisamente terreni ad altri dalla caratterizzazione più metafisica, portando dunque la venta di inquietudine in un giallo che altrimenti potrebbe sembrare svilupparsi su binari standard.

The Surge 2 - PC e Xbox One, 19 marzo

L'idea di Deck13 continua ad essere interessante: trasferire alcuni concetti base dei soulslike in un contesto completamente diverso in termini di ambientazione, ovvero la fantascienza, inserendo alcune caratteristiche peculiari come la possibilità di estrarre armi ed equipaggiamenti direttamente dagli avversari e usarli a nostra volta contro i nemici. Su queste basi si è costruita la serie in questione, che con The Surge 2 ha raggiunto la sua ulteriore evoluzione. L'elemento principale del gioco è dunque il sistema di combattimento, particolarmente ragionato e ovviamente impostato su un livello di sfida alto, ma il particolare sistema di upgrade apre la strada anche a una profonda customizzazione del personaggio, delle armi e del suo equipaggiamento. Rispetto al primo capitolo, The Surge 2 perde ovviamente qualcosa in originalità e inspiegabilmente anche in alcune soluzioni di gioco, ma resta comunque un titolo molto interessante e originale, un'aggiunta ottimale nel catalogo di Xbox Game Pass.

Bleeding Edge - PC e Xbox One, 24 marzo

Ben due novità di grosso calibro in arrivo questo mese da parte di Microsoft e direttamente su Xbox Game Pass: dopo lo splendido Ori and the Will of the Wisps, l'altro gioco first party ed esclusivo per le piattaforme Microsoft è Bleeding Edge, nuova produzione di Ninja Theory. Si tratta, peraltro, di un gioco piuttosto inusuale, anche rispetto alla produzione precedente del team britannico, a dimostrazione di come l'inserimento tra i first party Microsoft abbia consentito agli sviluppatori di spaziare tra progetti derivanti da visioni, stili e anche livelli di produzione differenti. Si tratta di un action game in terza persona multiplayer competitivo basato su "eroi", che ha elementi da sparatutto ma anche differenti, considerando la varietà del design dei personaggi anche in termini di abilità e armi utilizzate. Si potrebbe definire un po' lo "Splatoon di Xbox", anche per il suo stile decisamente sopra le righe, ma Bleeding Edge si fonda su meccaniche di gioco piuttosto differenti. Vista la sua base multiplayer, l'inserimento nel catalogo di Xbox Game Pass non farà che infoltire la sua base di giocatori.

Power Rangers: Battle for the Grid - PC e Xbox One, 24 marzo

Un omaggio all'intera tradizione dei Power Rangers, oltre che un ottimo picchiaduro, è questo Power Rangers: Battle for the Grid, in arrivo nel catalogo di Xbox Game Pass. Nel gioco, intere generazioni di Power Rangers si scontrano in un multiverso che trae personaggi, ambientazioni ed elementi dai 25 anni di storia della serie. Si tratta di un picchiaduro dallo stile classico, con grafica in 3D ma struttura in 2D, che pone squadre di tre personaggi una contro l'altra secondo la tipica struttura da tag team, con gli scontri che avvengono in sequenza ponendo uno contro uno i vari componenti delle squadre, in grado anche di attivare attacchi combinati con i compagni. Il roster è particolarmente ampio, comprendendo protagonisti e villain dalle varie serie di Power Rangers che si sono succedute in 25 anni, ognuno con i propri attacchi tipici. Si tratta chiaramente di un must per tutti gli appassionati dello storico franchise di Saban Entertainment, ma come picchiaduro può essere facilmente apprezzato da tutti, visto l'ottimo gameplay.

Astrologaster - PC, marzo

Per quanto riguarda l'"esperienza strana" di questa mandata di Xbox Game Pass, elemento che fortunatamente sembra non mancare a ogni nuova infornata di titoli (dopo l'arrivo a sorpresa di World of Horror nella prima metà del mese), questa volta tocca ad Astrologaster. Si tratta di un adventure che ci mette nei panni di Simon Forman, astrologo nella Londra shakespeariana ai tempi della regina Elisabetta I, che si ritrova a dover conquistare una licenza di medico per poter eseguire la propria professione senza essere tacciato di ciarlataneria. Per raggiungere questo obiettivo deve risolvere vari casi proposti da diversi pazienti con i problemi più variegati, tutti da sistemare analizzando le stelle e interpretando dunque i segni derivanti dagli astri. Il gioco si rivela essere dunque anche una sorta di puzzle, ma tenuto insieme da una narrazione che punta all'ironia anche sofisticata, in un'ambientazione che lo rende assolutamente unico e memorabile. Astrologaster è davvero una piccola perla da non lasciarsi sfuggire.