Xbox Game Pass, marzo 2021: la terza mandata di giochi gratis per gli abbonati

L'incredibile marzo 2021 di Xbox Game Pass prosegue con una terza mandata ricca di nuovi giochi aggiunti al catalogo.

RUBRICA di Giorgio Melani   —   20/03/2021
93

Marzo 2021 potrebbe essere ricordato come uno dei mesi più interessanti visti in questi anni di Xbox Game Pass, considerando le novità che si sono avvicendate nel giro di pochi giorni e la quantità di giochi arrivati in qualche settimana. Dopo una prima mandata piuttosto tranquilla, affidata soprattutto ai titoli di EA Play, c'è stata la bomba dell'acquisizione confermata di Bethesda da parte di Microsoft e l'aggiunta di ben 20 giochi dal catalogo del publisher, nuovo first party di Xbox Games Studios.

Tw Available Today Coming Soon Templates 3162021

A breve distanza, eccoci di nuovo qui a parlare di una terza mandata, ancora ricca di giochi interessanti pronti ad ampliare ulteriormente l'opprimente backlog di tutti gli abbonati al servizio Microsoft. Nel mentre, Xbox Game Pass per PC ha finalmente ricevuto l'aggiunta di EA Play con la sua iniezione di 60 giochi (circa) ad allargare il catalogo, tanto per gradire. Iniziamo dunque la panoramica sui 12 giochi in arrivo nelle prossime due settimane.

Undertale - Cloud, Xbox e PC, 16 marzo

A sorpresa ma atteso ormai da molto tempo dall'utenza Xbox, il primo gioco della terza mandata di marzo 2021 è Undertale, uno degli indie più interessanti e discussi di questi anni. Si tratta di un gioco all'apparenza semplice ma che nasconde diversi livelli di lettura e contenuti decisamente profondi dietro la superficie, che volutamente gioca con i cliché del JRPG per scardinare i preconcetti dei videogiocatori, sia in termini narrativi che di gameplay. Diventato un vero e proprio cult per molti appassionati, Undertale sembra raccontare la solita storia epica e di redenzione per una ragazza lanciata all'interno di un mondo sotterraneo popolato da mostri esiliati, ma si scoprirà ben presto che la distinzione tra bene e male non è una questione semplice.

Empire of Sin - Cloud, Xbox e PC, 18 marzo

John Romero, vera e propria leggenda dello sviluppo videoludico, è tornato sulle scene con uno strategico e già questo basta a destare notevole interesse, visto il curriculum del personaggio in questione. Ancora di più se si guarda il soggetto del gioco: Empire of Sin è infatti ambientato negli USA degli anni 20, all'epoca del proibizionismo e dei gangster, e ci pone al controllo di una famiglia di malavitosi intenta ad effettuare la scalata al successo per il controllo della città di Chicago. Mischiando elementi fantastici con personaggi ed eventi reali, il gioco ci fa calare nelle particolari atmosfere dell'epoca e ci mette alle prese sia con i leggendari e sanguinari scontri tra bande, sia con i numerosi e complessi aspetti della gestione delle varie attività malavitose.

NieR: Automata - PC, 18 marzo

Finalmente NieR: Automata è disponibile anche in versione PC su Xbox Game Pass, dopo essere stato un elemento di grande importanza nel catalogo dedicato a Xbox. Sul gioco di per sé c'è ormai poco da dire: si tratta di uno degli action più apprezzati e interessanti della generazione che si sta concludendo, ancora perfettamente godibile sulle nuove piattaforme e su PC. Unisce le stranezze derivate dalla direzione di Yoko Taro (il gioco parte da una costola di Drakengard) al gameplay cristallino di Platinum Games, che in NieR: Automata raggiunge delle vette notevoli con tanto di variazioni improvvise e bizzarrie varie, recuperando sotto alcuni aspetti le particolarità del capitolo precedente ma con una vena molto più action. La versione Game Pass per PC sembra inoltre essere più recente e migliore rispetto a quella presente da tempo su Steam, con vari problemi tecnici risolti.

Star Wars: Squadrons - Xbox, 18 marzo

Tra i titoli di maggiore interesse del mese, Star Wars: Squadrons è un misto tra simulazione e sparatutto basato sull'universo di Star Wars. Recuperando la tradizione delle indimenticabili simulazioni di LucasArts, X-Wing e Tie Fighter (con le dovute proporzioni) il nuovo gioco di Motive Studios riesce a proporre sugli schermi quello che è il suo intento principale: metterci nel cockpit delle iconiche navi e caccia stellari che caratterizzano la tradizione di Star Wars, su entrambi gli schieramenti delle guerre stellari. Quasi una simulazione pura, ma con elementi di sparatutto, si concentra soprattutto sul volo e sull'azione immediata, con il dogfight a rappresentare l'anima dell'esperienza di gioco, ma è facile trovarsi in situazioni altamente spettacolari che ci fanno sentire veramente dentro al mondo di Star Wars.

Torchlight III - PC, 18 marzo

Considerata storicamente una delle più valide alternative a Diablo, dopo due capitoli di grande successo, Torchlight 3 ha rappresentato una certa caduta qualitativa per la serie, cosa che si è riflessa in un'accoglienza a dir poco fredda. Il gioco è stato criticato per alcune mancanze e incoerenze dovute probabilmente a una genesi complessa, visto che il progetto è stato modificato in corsa ed è infine emerso con caratteristiche apparentemente derivate dalla struttura in stile MMO inizialmente prevista, ma tornando ad essere ufficialmente un RPG hack and slash classico. Il risultato è un misto di idee non del tutto convincente, con un buon sistema di combattimento e gestione del personaggio ma una progressione meno complessa di quella riscontrabile in giochi simili e un level design semplicistico.

Genesis Noir - Xbox e PC, 25 marzo

Uno dei giochi più bizzarri che siano capitati all'interno di Xbox Game Pass (e ce ne sono stati tanti, finora), Genesis Noir si presenta come una sorta di avventura punta e clicca, ma la definizione è sicuramente riduttiva. È un misto tra un'installazione artistica interattiva, un racconto musicale e una vera e propria avventura, che usa la grafica ma soprattutto l'audio - in qualità veramente eccelsa - per raccontare una storia che tocca elementi metafisici e filosofici profondi, il tutto con uno stile impeccabile. In quello che sembra essere un film noir interattivo, ci troviamo a saltare tra dimensioni temporali cercando di salvare la vita di una donna, perché alla fine il tema principale è proprio una disperata e romantica storia d'amore.

Octopath Traveler - Xbox e PC, 25 marzo

La grande sorpresa di questo marzo 2021 su Xbox Game Pass è Octopath Traveler, lo splendido RPG nipponico di Square Enix che è spuntato all'improvviso su Xbox e direttamente nel catalogo del servizio. Rimasto finora un'esclusiva Nintendo Switch e PC, il gioco arriva anche sulle console Microsoft e in maniera del tutto inaspettata. Oltre ad essere un gioco stilisticamente molto curato, si tratta di un'evoluzione diretta della tradizione classica del JRPG, che si porta dietro molte caratteristiche di base del genere, con tutti i suoi punti di forza fra narrazione e atmosfera, ma propone anche alcune idee particolari, come la diversa gestione dei personaggi e il fatto di poter seguire liberamente le storie di questi, senza dover seguire un sentiero narrativo già predisposto.

Pillars of Eternity 2: Deadfire – Ultimate Edition - PC, 25 marzo

Pillars of Eternity 2: Deadfire - Ultimate Edition va ad arricchire con il suo spessore targato Obsidian la lineup degli RPG sul servizio di Microsoft. Sintetizzarlo in poche righe è praticamente impossibile, ma basti pensare che si tratta dell'erede della tradizione classica dei cRPG, non per nulla costruito sulla medesima base storica dell'Infinity Engine. Rispetto al primo capitolo, Deadfire assume un respiro più ampio aprendo la mappa a un'esplorazione più libera, dove l'uso della navigazione diventa un elemento fondamentale del gameplay e della progressione ruolistica. Rimane sempre la possente narrazione di Obsidian e la meccanica di gioco fedele alle origini, ma il secondo capitolo si presenta più evoluto in numerosi aspetti, sebbene meno d'impatto rispetto al primo. In ogni caso, da giocare assolutamente soprattutto per gli appassionati al genere (che probabilmente l'avranno già fatto).

Supraland - PC, 25 marzo

Il momento stranezza di questa mandata di Xbox Game Pass potrebbe essere assegnato a Supraland, un titolo veramente particolare anche per gli standard variegati a cui il panorama indie ci ha ormai abituato. Gli sviluppatori Supra Games lo definiscono "un mix tra Portal, Zelda e Metroid" e questo già può risultare bizzarro al di là degli esempi di grandissimo calibro che sono stati scelti dal team, ma in effetti la definizione si avvicina parecchio a questa peculiare esperienza. Si tratta di esplorare un microcosmo di pochi metri quadri dalla prospettiva di un minuscolo omino, trovandoci a combattere, raccogliere risorse per incrementare il nostro equipaggiamento e risolvere enigmi e puzzle vari in questa particolare condizione microscopica.

Yakuza 6: The Song of Life - Cloud, Xbox e PC, 25 marzo

Kazuma Kiryu, il drago di Dojima, accarezza ancora una volta il sogno di una vita tranquilla, ma puntualmente l'idillio va in frantumi, come da tradizione. In questo caso si tratta di un grave incidente ad Haruka, che costringe il protagonista a rimettersi in azione per proteggere il figlio della ragazza, Haruto, e al contempo capire cosa sia successo. Ovviamente dietro ci sono ulteriori manovre sospette tra le famiglie della malavita, in questo caso ancora il Tojo Clan e l'Alleanza Yomei, che in qualche modo hanno ampliato la loro influenza e le loro guerre clandestine in quel di Onomichi, Hiroshima. Yakuza 6: The Song of Life dovrebbe rappresentare la conclusione dell'arco narrativo di Kazuma Kiryu e anche solo per questo motivo dovrebbe essere intanto scaricato da tutti e poi magari anche giocato non appena ci si sia messi in pari con la storia.

Narita Boy - Cloud, Xbox e PC, 30 marzo

Tra i titoli indie più stilosi di questo periodo, Narita Boy merita una menzione speciale. Il suo lancio avverrà direttamente in Xbox Game Pass dal day one, cosa che lo rende già un'introduzione interessante in questa mandata, ma chi ha seguito lo sviluppo di questo gioco sa che ci sono diversi motivi per prendere in considerazione il download di Narita Boy, al di là della novità assoluta. È vero che lo stile pixellato anni 80 non è più, a questo punto, proprio l'ultima delle novità in ambito videoludico, ma la struttura mista tra action adventure e la strana storia sul meta-videogioco che invade la realtà e viceversa sono degli elementi sempre di grande interesse. Insomma, sembra esserci anche una buona base in termini di gameplay dietro all'ottima estetica con cui si presenta questo gioco di Studio Koba e Team17.

Outriders - Cloud e Xbox, 1 aprile

Tecnicamente più il primo titolo della prima mandata di aprile che non un rappresentante di questa mandata di marzo, inseriamo comunque anche Outriders nel riepilogo anche perché giunge proprio a cavallo tra le infornate di giochi. Si tratta, peraltro, di uno dei titoli di maggiore interesse in questo elenco, perché è il caso di un tripla A third party lanciato direttamente all'interno di Xbox Game Pass al day one e non è una cosa che capita spesso. Si tratta di uno sparatutto in terza persona con ambientazione fantascientifica che recupera le basi classiche del genere ma le trasporta in un contesto un po' più ricco, con alcuni elementi da RPG e la possibilità di giocare in singolo o multiplayer. Le quattro classi di personaggi assicurano diversi approcci, con uno stile vicino a quello di Destiny.