Zelda Breath of the Wild 2: Teorie su protagonista e storia

The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 è avvolto nel mistero: ecco le teorie più suggestive che lo legherebbero a Skyward Sword, con dei nuovi protagonisti!

SPECIALE di Raffaele Staccini —   17/07/2021
40

Misteri, nuovi poteri e una minaccia ancor più terrificante per la terra di Hyrule. Il nuovo The Legend of Zelda (per ora comunemente e momentaneamente chiamato The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2) è il gioco più atteso dai fan Nintendo, un seguito che sembra poter avere tinte ancor più cupe di Breath of the Wild e introdurre dinamiche capaci di sorprendere anche i più fini conoscitori delle avventure di Link.

La speranza di tutti è che il prossimo progetto di Aonuma possa essere per Breath of the Wild quello che Majora's Mask è stato per Ocarina of Time. Un perfezionamento che procede con coraggio, un sequel ambizioso ma capace di non snaturare le basi poste dal capitolo precedente. In che modo? Beh, questo è ancora tutto da scoprire e le teorie degli appassionati non mancano di certo. Vediamo insieme le più suggestive.

Ritorno a Oltrenuvola

Il remake di The Legend of Zelda: Skyward Sword in uscita a breve, insieme alle immagini dell'ultimo trailer, sembrano volerci suggerire solo una cosa: nel prossimo The Legend of Zelda torneremo a Oltrenuvola. D'altronde che la casa dei primi Zelda e Link, almeno secondo la timeline ufficiale, possa essere una delle ambientazioni del seguito di Breath of the Wild è apparso evidente già a una prima occhiata al trailer.

Le isole apparse nel cielo di Hyrule, e lo stesso castello fluttuante, sembrano essere indizi dirimenti a sostegno di questa ipotesi. Ma non sono gli unici. La sequenza in cui Link sembra cadere dalle nuvole, infatti, è un chiaro richiamo al capitolo per Wii e saremmo davvero sorpresi se alla fine si rivelasse solo un riferimento casuale.

La scena ricalca da vicino il tuffo di Link in Skyward Sword
La scena ricalca da vicino il tuffo di Link in Skyward Sword

Ci sono poi altri segnali disseminati nel gioco del 2017, che oggi sembrano assumere un valore diverso: i draghi, per esempio, spariscono oltre le nuvole in portali simili a quelli visti in Skyward Sword; un ragazzino afferma che i bravi bambini possono scorgere le isole che fluttuano nel cielo; e gli strumenti che accompagnano l'apparizione dei draghi stessi hanno un suono simile a quelli usati per la ninna nanna di Zelda alla fine dell'ultimo trailer.

Nei panni di Ganondorf...

Nuovo outfit... o nuovo protagonista?
Nuovo outfit... o nuovo protagonista?

Ma tornando al personaggio in caduta libera: siamo sicuri che sia davvero Link? Sembrerà strano, ma dalle immagini viste finora non è così scontato. Nel corso del nuovo trailer, infatti, quello che presumiamo essere Link a un certo punto cambia acconciatura e vestiario. Coi capelli raccolti e la tenuta da avventuriero azzurra in alcune scene; con una tunica monospalla verde e la chioma libera di fluire al vento in altre. In questa seconda veste non lo vediamo mai in volto.

Che sia Ganondorf a prendere possesso di Link nella grotta?
Che sia Ganondorf a prendere possesso di Link nella grotta?

L'ipotesi più semplice è che il trailer voglia suggerire che sarà nuovamente possibile cambiare di abito e che, dopo l'incontro nella grotta, Link cambi capigliatura. Ma se non fosse questa la verità? Secondi alcuni fan, infatti, quello non è Link, ma la reincarnazione del Ganondorf raggrinzito che si risveglia nella grotta.

L'eroe alle prese con la calamità, mille anni prima Breath of the Wild
L'eroe alle prese con la calamità, mille anni prima Breath of the Wild

Un'ipotesi sostenuta da alcuni importanti dettagli grafici. La tunica a una spalla, simile a quella del presunto Ganondorf, fa il paio con le sembianze del volto dell'eroe di mille anni prima Breath of the Wild, che potrebbe lasciar intendere un qualche strano loop temporale.

...oppure di Zelda?

La capigliatura di Zelda è più raccolta. E perché si alterna chi porta la torcia?
La capigliatura di Zelda è più raccolta. E perché si alterna chi porta la torcia?

Non vi basta? Allora perché non immaginare la possibilità di utilizzare Zelda come personaggio giocabile? Fin la primo trailer, infatti, la principessa è apparsa con un taglio di capelli più raccolto. Un cambio di look figlio della vanità, oppure una chiara volontà di essere più presente in combattimento? E già in Hyrule Warriors: L'Era della Calamità l'abbiamo vista tutt'altro che indifesa. Qualcuno ha anche ipotizzato che la vedremo affrontare una sorta di mondo sotterraneo dopo la sua caduta nel baratro, ma è molto difficile trovare elementi a sostegno di questa ipotesi.

Più interessante la supposizione che a un certo punto potremo scegliere di chi vestire i panni. Nella grotta, infatti, tanto Link quanto Zelda indossano una tenuta da avventurieri e portano una sola torcia, che sembra passare di mano a seconda dell'inquadratura. Per questo qualcuno ha ipotizzato che proprio la torcia indichi il personaggio controllato dal giocatore e che chi non la sta portando sarà il personaggio destinato a cadere nel burrone. Un'ottima intuizione, che spiegherebbe anche la volontà di non mostrare il volto del protagonista che indossa il nuovo outfit.

Viaggi nel tempo

Poteri temporali praticamente confermati
Poteri temporali praticamente confermati

Più che una teoria, quella di vedere dei viaggi nel tempo nel prossimo The Legend of Zelda è praticamente una certezza. L'ultimo trailer ha lasciato intendere che il protagonista avrà come minimo la possibilità di riavvolgere brevi intervalli di tempo; e ne L'Era della Calamità abbiamo visto come la possibilità di muoversi tra passato e futuro sia un elemento ancora centrale nella serie Nintendo.

Abbiamo già detto che la somiglianza nell'abbigliamento con l'eroe di 1000 anni nel passato fa pensare alla possibilità di rivivere quegli avvenimenti, ma la distorsione spazio temporale potrebbe non essere l'unico nuovo potere di Link. Guardando con attenzione, l'aura dorata dell'inversione temporale usata contro un gruppo di Boblin, infatti, ricorda molto da vicino quella che ha accompagnato il potere della Triforza in altre occasioni. Non è quindi da escludere che il giocatore possa tornare a controllarla anche in questo nuovo episodio.

Cercare il futuro nel passato

L'artbook "The Legend of Zelda: Breath of the Wild - Creating A Champion" in edizione da collezione
L'artbook "The Legend of Zelda: Breath of the Wild - Creating A Champion" in edizione da collezione

Al di là delle teorie nate dai nuovi trailer, c'è un ultimo strumento che possiamo utilizzare per speculare. E questo strumento è già in nostro possesso da diverso tempo. Parliamo ovviamente degli artbook pubblicati dopo l'uscita di Breath of the Wild, dei volumi pieni zeppi di bozzetti preparatori che il team di Aonuma, a quanto pare, non ha mai scartato definitivamente.

Avete presente, per esempio, lo scudo a forma di dragone visto nell'ultimo trailer? Era già stato realizzato oltre 4 anni fa. E la paravela con delle strisce per indicare la posizione del vento? C'era anche lei, con tanto di indicazioni specifiche sul suo utilizzo. I libri possono quindi essere una fonte importante per le future speculazioni e chissà che non nascondano più segreti di quanti ne abbiamo scoperti fino ad oggi. Magari avremo davvero pezzi di equipaggiamento con qualche potere Sheika. Oppure degli stilosi strumenti musicali, per mettere su un'intera band dotata dei poteri della Triforza.

Gli "strumenti" della Triforza
Gli "strumenti" della Triforza

Voi cosa ne pensate? Quali sono le teorie che vi hanno incuriosito di più? Fatecelo sapere nei commenti qua sotto.