Super Mario Bros. nes

Super Mario Bros. per Nintendo Entertainment System
Piattaforme:
WIIU  NES 

Il videogioco è stato ideato da Shigeru Miyamoto e arriverà da noi in Europa nell'87, due anni dopo l'uscita nipponica. E' forse il platform più conosciuto e a tratti venerato dai cultori del genere. Ha detenuto per anni il record di copie vendute (ben 40 milioni) ed è stato spodestato dal recentissimo WiiFit La versione più famosa è quella per NES, la piccola scatola grigia anni 80'; ma pochi sanno che esisteva anche una versione coin-up (a gettoni) da sala giochi resa più difficile per l'occasione. La trama del gioco è molto semplice, come tutti i giochi di quel periodo d'altronde. La principessa Toadstool del regno di Mushroom viene rapita dal malvagio Bowser (King Koopa) che vuole prendere il controllo del regno e diffondere il caos.
Il protagonista è un idraulico di nome Mario, vestito di rosso e blu con un bel paio di baffi. Scopo del gioco è salvare la principessa dalle grinfie di Bowser e riportarla nel suo regno. Per assolvere al suo compito, Mario, dovrà attraversare diversi livelli ambientati su alberi altissimi, in luoghi sotterranei, sulla semplice terraferma e anche in castelli irti di pericoli.
Nel suo viaggio verrà ostacolato da diversi nemici, i quali, se toccati, possono far perdere una vita o riportare Mario alla sua forma base. Alcuni di essi sono:
I mini-funghi(Goomba): vanno a destra e sinistra in modo imprevedibile. Se toccati possono far morire Mario (se si trova nella forma base) o annullare gli effetti di tutte le trasformazioni esclusa quella dovuta alla stella dell'invincibilità. Si possono uccidere con un colpo solo saltandogli sopra, con la palla di fuoco o con la stella.
Le tartarughe (Koopa Troopa): anche queste vanno a destra e sinistra. Per ucciderle bisogna saltare sulla loro corazza senza toccare la testa e, dopo che si saranno ritirate nella testuggine, spingerle verso un burrone se possibile. Se vengono spinte contro un tubo o un altro ostacolo faranno su e giù a velocità altissima.
Tartarughe volanti (Koopa paratroopa): si muovono a sinusoide (su e giù e a destra e sinistra nello stesso tempo). Anche la loro eliminazione è simile a queste ultime tranne che per un particolare: saltando una prima volta perderanno la capacità di volare e diventeranno normali tartarughe.
Piante carnivore: escono da alcuni tubi sparsi nel gioco. Si possono uccidere solo con le palle di fuoco o con la stella dell'invincibilità. Bowser: Una sorta di tartarugone gigante un po' metallaro per via dei suoi bracciali con aculei di ferro molto anni 80'. Lo si incontra nei castelli alla fine dei livelli. Non perdetevi le scene finali quando riuscite a eliminare il grasso nemico... sono veramente spassose, con le dita dei piedi che fanno plic plic nel vuoto...
In ausilio avremo ciò che la natura mette a disposizione. Questi oggetti aumenteranno i poteri di Mario:
Fungo: ingigantisce Mario. Fungo verde: dona una vita (1 UP) Fiore di fuoco: trasforma Mario in Fire Mario dandogli la capacità di lanciare palle di fuoco. Stella: invincibilità temporanea.

Audio: le musiche sono in formato MIDI in linea con lo standard dell'epoca
Video: il gioco ha una visuale puramente 2D a spostamento orizzontale con inquadratura fissa. Non è possibile tornare indietro.
Multiplayer: E' possibile giocare in multiplayer alternato: l'altro giocatore controlla Luigi ma entra in gioco quando Mario perde una vita e viceversa. Praticamente è sempre single-player ma con uno scontro indiretto tra i due giocatori. Vince chi totalizza il miglior punteggio quando entrambi perdono tutte le vite o se si riesce a finire il gioco.

Data di uscita
18 Ottobre 1985
Tipologia di gioco
Action, Platform
Sviluppato:
Nintendo
Pubblicato:
Nintendo
Giocatori
1
Lingua
Eng (testi)
Manuale
Ita
PEGI
nd+
Supporto
Cartuccia
Multiplayer.it

S.V.

Lettori (200)

9.7

Il tuo voto

RECENSIONE

La recensione di Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System

È difficile parlare di Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System. E non lo è solo per via del suo nome, che per comodità abbrevieremo spesso in NES Mini nel corso del testo.

È difficile parlarne e, soprattutto, giudicarlo perché è una console che vive sulla nostalgia, una nostalgia che va oltre le generazioni ed esercita il suo fascino anche sui più giovani. Perché magari c'è sì il giocatore incallito ...

Leggi la recensione completa di Super Mario Bros. per Nintendo Entertainment System

DA NON PERDERE

I VIDEO

I migliori livelli acquatici nei videogiochi

LE IMMAGINI

NEWS E ALTRI CONTENUTI