Activision Blizzard ha assunto WilmerHale lo studio legale che aiutò Amazon a fermare i sindacati

Activision Blizzard si è affidata a WilmerHale, il celebre studio legale che aiutò Amazon a fermare l'ingresso dei sindacati tra i suoi lavoratori.

NOTIZIA di Luca Forte —   29/07/2021
41

Il caos che si è scatenato all'interno di Activision Blizzard si arricchisce di un nuovo dettaglio. Dopo che sono emersi dei comportamenti inadatti all'interno della compagnia e dopo la "risposta stonata" di Activision, il CEO Bobby Kotick ha promesso che l'azienda si sarebbe affidata a degli specialisti per rivedere le proprie politiche interne. A guidare la task force è Stephanie Avakian, una partner del celebre studio di avvocati WilmerHale. Si tratta di una forma molto famosa negli USA, ha aiutato presidenti, l'esercito, ma anche Amazon quando si è trovata a dover risolvere questioni interne che avrebbero portato alla formazione di sindacati all'interno dell'azienda.

Secondo Kotaku si tratterebbe di una mossa dalla doppia lettura. Perchè da una parte WilmerHale è indubbiamente uno degli studi legali più prestigiosi degli USA, con una storia centenaria alle spalle e decine di clienti importanti rappresentati, ma dall'altra sembra anche una mossa pensata per evitare che i dipendenti si coalizzino formando un sindacato interno, un'organizzazione non sempre ben vista negli Stati Uniti. E per questo Activision ha assunto uno studio legale molto influente e potente, con una grande esperienza sul campo, avendo aiutato Amazon con problemi simili in Arizona.

Secondo NRP lo studio avrebbe organizzato meeting coi dipendenti nei quali venivano mostrati gli svantaggi del sindacato, una cosa che li avrebbe portati a votare contro la formazione di questa istituzione.

Stephanie Avakian
Stephanie Avakian

Adesso che migliaia di dipendenti di Activision Blizzard hanno firmato in massa una lettera di protesta e persino scioperato, il rischio che si organizzino potrebbe diventare tangibile. Una cosa che, secondo alcuni, potrebbe essere scongiurata con l'arrivo dell'ex SEC Stephanie Avakian e associati in azienda.