Activision ha impiegato anni a licenziare un dipendente che firmava le email in modo osceno

Tra i nuovi dettagli emersi sul caso Activision Blizzard, quello di un dipendente di cui per anni è stata tollerata la firma oscena nelle email.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   20/11/2021
54

Stando a quanto raccontato nell'ultimo podcast del Wall Street Journal, che si sta occupando con grande scrupolo della questione, Activision ha impiegato anni per licenziare un dipendente che firmava le email con frasi oscene. Per inciso, scriveva in ogni missiva "1-800-ALLCOCK", una battuta degna di un adolescente.

A raccontare la vicenda, piccola ma indicativa della cultura da confraternita vigente dentro agli uffici dell'editore, è stata la giornalista Kirsten Grind, parlando delle nuove accuse mosse contro la compagnia dei Call of Duty. "Per fare un esempio, un impiegato di Activision ha firmato per anni le sue email scrivendo 1-800-ALLCOCK. Quindi, ricevere email del genere per una donna era da considerarsi normale? Solo un maschio che fa il maschio e ci scherza sopra."

Stando a quanto raccontato, Activision non ha preso provvedimenti per quella firma fino all'arrivo di una lamentela la scorsa estate, che ha portato al licenziamento dell'impiegato dopo un mese di indagini.

Probabilmente, se l'impiegato fosse stato ripreso a tempo debito, invece di tollerarlo, si sarebbe potuto evitare il licenziamento.