Bethesda era nel mirino di EA, prima di essere comprata da Microsoft

Secondo le ultime indiscrezioni sembra che Bethesda sia stata ad un passo dall'essere comprata da EA, prima che arrivasse Microsoft a completare l'acquisizione.

NOTIZIA di Luca Forte   —   28/09/2020
103

Secondo le ultime indiscrezioni di Bloomberg, sembra che Bethesda sia stata ad un passo dall'essere comprata da EA, la compagnia di FIFA, Battlefield e Apex Legends. Poi, per qualche motivo, l'affare non è andato in porto, una cosa che ha consentito a Microsoft di completare l'acquisizione e assicurarsi brand come Doom, Fallout e The Elder Scrolls.

Mettendo a segno quello che è, senza dubbio, uno degli affari più importanti del nostro settore.

A quanto pare, però, l'essere venduta era nel destino del publisher di Doom e The Elder Scrolls. Secondo Bloomberg, infatti, prima di Microsoft c'era Electronic Arts fuori dalle porte di ZeniMax per provare ad assicurarsi le serie e le tecnologie di cui Bethesda dispone. La trattativa sembrava essere arrivata quasi alla conclusione, poi qualcosa è andato storto, lasciando a Microsoft lo spazio per portarla a termine per 7,5 miliardi di dollari.

EA si diceva piuttosto interessata anche all'acquisizione di Warner Bros. Gaming, quando AT&T sembrava sul punto di volerla vendere. Anche in quel caso, però, il tutto finì con un nulla di fatto. Curioso, però, constatare come EA, un publisher oramai dalla forte vocazione online, fosse alla ricerca di due firme molto forti nel campo dei giochi in single player.

Cosa ne pensate? EA avrebbe fatto meglio o peggio di Microsoft come partner di Bethesda?