Blizzard: giochi PC e console oltre a un paio di titoli mobile in sviluppo 21

Il presidente di Activion Blizzard tiene a specificare che ci sono progetti per PC e console in corso presso Blizzard, oltre a un paio di titoli mobile.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   03/05/2019

Durante una recente conferenza finanziaria con gli investitori, il presidente di Activision Blizzard, J. Allen Brack, ha voluto ribadire come nei piani di Blizzard ci siano giochi PC e console di grosso calibro, insieme a "un paio di titoli mobile" in sviluppo.

Si tratta di un argomento di particolare importanza per Blizzard, finita nel mirino delle polemiche dopo la presentazione di Diablo Immortal, che ha spostato il celebre brand sulle piattaforme mobile. Dopo aver annunciato l'assenza dalla Gamescom 2019, ci poteva essere un po' di preoccupazione sui piani del prossimo futuro per Blizzard, ma a quanto pare non c'è da preoccuparsi, almeno secondo Brack (cosa che non sappiamo quanto possa essere consolante per i videogiocatori tradizionali). "Questo è un argomento importante per tutti ed è super importante anche per me personalmente", ha affermato il presidente di Activision Blizzard, "Ho detto in maniera chiara che i piani di Blizzard sono più ricchi che mai e includono uscite su PC e console".

Brack ha spiegato che i programmi di Blizzard "includono nuovi contenuti per World of Warcraft, Overwatch, Hearthstone e un paio di iniziative mobile". In ogni caso, "è un fattore critico che tutti questi prodotti raggiungano la qualità Blizzard richiesta per la quale siamo conosciuti". Non sono stati menzionati dunque nuovi titoli, ma si spera che oltre i contenuti aggiuntivi riportati sopra ci siano anche altre novità in arrivo. In ogni caso, "I team sono altamente motivati, sentiamo di avere molto da dimostrare, sia ai nostri giocatori che a noi stessi", ha affermato ancora Brack, il quale ha tenuto a specificare anche che il quantitativo totale di sviluppatori impiegati presso la compagnia è aumentato nell'ultimo trimestre, riferendolo probabilmente per rispondere anche alle recenti vicende sui licenziamenti di massa presso Blizzard.