Call of Duty: Warzone e Modern Warfare, Activision smentisce la violazione dei server

Activision ha smentito la violazione dei server di Call of Duty: Warzone e Call of Duty: Modern Warfare, invitando comunque gli utenti a prendere le opportune precauzioni.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   22/09/2020
1

Call of Duty: Warzone e Call of Duty: Modern Warfare non sono stati vittime di una violazione dei server: Activision ha smentito ufficialmente la notizia che circolava negli ultimi giorni.

A pochi giorni dall'inizio dell'alpha multiplayer di Call of Duty: Black Ops Cold War, che abbiamo provato, il publisher ha voluto fare questo importante chiarimento invitando comunque i propri utenti a prendere le dovute precauzioni per quanto concerne la sicurezza.

"I report che parlano di account Call of Duty compromessi non sono veritieri", ha scritto Activision su Twitter. "Ad ogni modo, indaghiamo su tutte le segnalazioni relative alla privacy."

"Come sempre, raccomandiamo ai giocatori di prendere le necessarie precauzioni per proteggere il proprio account Activision, come qualsiasi altro account online."

"Riceverete delle e-mail nel momento in cui vengono effettuate delle modifiche ai vostri account di Call of Duty: se non siete stati voi ad apportarle, seguite i passi indicati."