Days Gone 2 bocciato da Sony, Bend Studio lavora a un nuovo gioco

Stando a quanto riportato da Jason Schreier, Days Gone 2 sarebbe stato bocciato da Sony, che ha preferito affidare a Bend Studio un progetto differente.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   09/04/2021
251

Days Gone 2 è stato bocciato da Sony, che non è rimasta convinta dal pitch realizzato per il gioco da Bend Studio e ha preferito che il team si dedicasse a un nuovo progetto: è quanto riportato da Jason Schreier nel suo ultimo articolo su Bloomberg.

Nello stesso pezzo in cui si parla di come lo sviluppo del remake di The Last of Us sia passato da un team interno a Naughty Dog, Schreier ha rivelato che l'ossessione di Sony per i blockbuster avrebbe spinto l'azienda a rifiutare il sequel dell'action survival uscito nel 2019.

La valutazione che la casa giapponese avrebbe fatto è che sì, Days Gone ha prodotto dei profitti ma lo sviluppo del gioco è durato parecchio e le recensioni sono state contrastanti, dunque non si poteva parlare di un successo su tutta la linea.

Per questo motivo, dice Schreier, una squadra di Bend Studio è stata assegnata come team di supporto a Naughy Dog per lo sviluppo di un titolo a base multiplayer, mentre una seconda squadra è stata messa al lavoro su di un nuovo episodio di Uncharted, anche qui sotto la supervisione di Naughty Dog.

Tutt'altro che entusiasti della situazione che si era venuta a creare, alcuni componenti di Bend Studio hanno lasciato l'azienda, mentre le persone che sono rimaste temevano di finire assorbite da Naughty Dog.

Per questo motivo la dirigenza dello studio ha chiesto a Sony di poter abbandonare i lavori sul gioco di Uncharted e di dedicarsi a un nuovo progetto, richiesta che a quanto pare è stata accolta a partire dal mese scorso.