Dying Light 2, il successo del primo capitolo ha permesso a Techland di osare 20

Forti dell'apprezzamento ricevuto all'uscita di Dying Light, gli sviluppatori di Techland hanno avuto modo di alzare ulteriormente l'asticella durante la creazione del sequel.

NOTIZIA di Davide Spotti —   10/07/2019

Techland, il team di sviluppo di Dying Light, ha dichiarato che il successo ottenuto dal primo capitolo del gioco gli ha permesso di perseguire idee più ambiziose per la realizzazione dell'atteso sequel.

In occasione di un'intervista realizzata da OnlySP, il team polacco ha raccontato: "prima dell'uscita eravamo davvero molto preoccupati di vedere come sarebbe stato recepito il gioco. Abbiamo provato a fare un paio di cose diverse: abbiamo introdotto il parkour open world, che fondamentalmente ti permette di scalare qualsiasi struttura e di muoverti ovunque; e poi è stata riposta attenzione nel combattimento corpo a corpo".

"Allora erano idee nuove, quindi non sapevamo come sarebbero state accolte dalla community. Ma visto che il responso è stato così caloroso - un successo a livello di affari e di critica - abbiamo avuto fiducia nel seguire le nostre idee e il nostro istinto".

Vi ricordiamo che il periodo di uscita di Dying Light 2 è fissato per la primavera del 2020 su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Recentemente gli sviluppatori hanno confermato che la campagna sarà interamente fruibile in cooperativa a fianco di altri tre giocatori. Per approfondire le novità previste nella nuova avventura vi consigliamo di consultare la nostra anteprima dell'E3 2019, a cura di Francesco Serino.

Dying Light 2 ps4

pc  ps4  xone 

Data di uscita: secondo trimestre 2020