Elden Ring: trailer sarà mostrato presto, Schreier ne è abbastanza certo

Elden Ring è sparito da tempo e i giocatori non vedono l'ora di scoprire di più: Jason Schreier afferma che un trailer sarà mostrato presto. Ecco le sue parole.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   28/02/2021
32

Elden Ring esiste veramente, oppure è solo un'allucinazione collettiva? Sembra una domanda sciocca ma la community videoludica internazionale scherza regolarmente sul nuovo gioco di FromSoftware e Hidetaka Miyazaki. La verità è una sola: dopo la presentazione (sotto forma di teaser trailer in CG) Elden Ring è completamente sparito dai radar e nulla è stato più detto. Ora, Jason Schreier - noto giornalista di Bloomberg e insider - afferma che probabilmente sarà mostrato presto.

Precisamente, Schreier afferma: "So che molte persone sono alla disperata ricerca di novità su Elden Ring. Non so molto riguardo al gioco (a parte il fatto che è stato rimandato molto). Ci sono però forti indizi i quali indicano che il gioco sarà mostrato relativamente presto. Non si tratta di un I Venti dell'inverno. Elden Ring ha pagine."

Schreier afferma quindi che non dovrebbe mancare troppo a una nuova presentazione di Elden Ring, speriamo sotto forma di trailer di gameplay. Quanto tempo esattamente non è dato saperlo. Il tweet di Schreier ci informa anche che, secondo i piani iniziali, il gioco sarebbe dovuto uscire tempo fa, ma per qualche motivo non ce l'ha fatta. Inoltre, il giornalista spiega che Elden Ring non farà la fine dell'ultimo libro di George R.R. Martin, I Venti dell'Inverno, sparito dai radar da moltissimo tempo.

La community è di certo desiderosa di scoprire nuovi dettagli su Elden Ring che è divenuto quasi un meme. L'analista Daniel Ahmad, ad esempio, ha scherzosamente aperto un sondaggio pochi giorni fa tramite il quale ha chiesto ai propri follower se Elden Ring sia reale o meno: l'81% degli utenti (ovvero circa 9.544 persone) hanno detto no.

Per ora possiamo solo aspettare. Un nuovo trailer o informazioni sono in arrivo entro la fine di marzo, dice Jeff Grubb, altro noto giornalista e leaker.