Epic Games denuncia un Youtuber per Fortnite: vende cheats

Epic Games apprezza molto gli Youtuber che dedicano contenuti e live a Fortnite, un po' meno quelli che guadagnano milioni vendendo cheats: ecco cosa è successo.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   15/10/2018
28

Fortnite non è solo il Battle Royale più famoso del 2018 (forse di sempre), ma anche uno dei giochi più sicuri dell'anno: gli sviluppatori di Epic Games sembrano avere particolarmente a cuore la situazione cheats, e prendono continuamente provvedimenti contro i giocatori che truccano pur di vincere. Sta destando comunque parecchio scalpore, in queste ore, l'inizio di una vera e propria azione legale contro alcuni cheaters.

Epic Games ha citato in giudizio due Youtuber, Brandon Lucas (su Youtube "Golden Modz") e il collega Colton Conter ("Excenter"). I due erano creatori di contenuti a tema Fortnite e dedicavano parecchie live al titolo, il problema è che a differenza di tanti altri Youtuber hanno avuto anche la brillante idea di mostrare l'utilizzo di cheats su Fortnite, nonché di venderli sul loro sito personale.

Epic Games ha dapprima chiesto a Youtube di mandare offline tutti i video che mostravano l'utilizzo dei cheat e reindirizzavano al sito di vendita degli stessi, dopodiché ha denunciato i due che ora dovranno rispondere di violazione del Digital Millennium Copyright Act e un altro paio di reati relativi alla creazione di contenuti.

Chiaramente gli sviluppatori di Fortnite vogliono lanciare un messaggio ben preciso ai furbetti che usano trucchi su Battaglia Reale; per il momento Brandon Lucas e Colton Conter si sono limitati a dichiarasi innocenti, affermando che il loro comportamento non avrebbe arrecato danni a nessuno e che molti altri colleghi farebbero la stessa identica cosa. Di recente Epic Games ha anche acquisito l'azienda Kamu, proprietaria del suo sistema anti-cheater.

Fortnite Biascico 1