Fallout, Bethesda non vuole più far sviluppare titoli a studi esterni

Todd Howard ha dichiarato che Bethesda preferisce ormai gestire internamente i progetti maggiori legati alle sue serie

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   19/07/2018
93

Fallout: New Vegas di Obsidian è uno dei capitoli più amati della serie, almeno tra quelli 3D. Sviluppato nel 2010, fu accolto generalmente bene grazie al suo curatissimo lato narrativo, sia nella quest principale, sia in quelle secondarie. Probabilmente però sarà l'ultimo Fallout sviluppato da uno studio esterno a Bethesda, almeno stando a quanto dichiarato da Todd Howard, che non è un passante qualsiasi ma il boss dello studio.

Howard ha toccato l'argomento in un'intervista con il Guardian, in cui ha detto di non escludere che in futuro possa accadere di nuovo che uno studio esterno lavori a una delle serie principali di Bethesda (Fallout e The Elder Scrolls), ma che attualmente ciò è improbabile, nonostante Obsidian abbia fatto un lavoro a sua detta eccezionale con Fallout: New Vegas.

Del resto negli ultimi anni Bethesda è cresciuta moltissimo e conta ormai diversi studi: quello del Maryland, quello di Montreal e quello di Austin, quindi le risorse non le mancano per lavorare alle sue proprietà intellettuali. Attualmente fervono i lavori su Fallout 76, Starfield e The Elder Scrolls VI, tre titoli di grande importanza di cui si parlerà moltissimo nei prossimi mesi e anni.