Fortnite, Epic Games contro giocatore di 14 anni: il processo finisce con un accordo

Epic Games ha raggiunto un accordo extragiudiziale con il giocatore di Fortnite di 14 anni che era stato accusato dalla compagnia di utilizzare cheat.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   10/02/2021
22

Epic Games ha concluso il suo processo contro il giocatore di Fortnite di 14 anni con un accordo tra le parti, i cui termini non sono stati divulgati ma che di fatto dovrebbe chiudere la questione legale che aveva destato un certo scalpore nei mesi scorsi.

La software house aveva avviato un processo legale nel 2017 contro un giocatore di Fortnite che aveva registrato e pubblicato su YouTube alcuni video nel quale mostrava l'utilizzo di cheat e sistemi non consentiti per giocare al titolo Epic Games, cosa ovviamente contro le regole stabilite dal publisher.

Epic Games aveva dunque deciso di agire per vie legali, cosa che ha destato un certo clamore vista la giovane età dell'utente in questione, all'epoca di soli 14 anni. "L'utente è un cheater", aveva affermato all'epoca Epic Games in un comunicato ufficiale, "A nessuno piacciono i cheater e a nessuno piace giocare con i cheater".

Parole piuttosto aspre, specialmente se pronunciate ad un portavoce di una compagnia multinazionale milionaria contro un ragazzino, seppure colpevole di aver infranto le regole. Ovviamente, nel frattempo la lotta ai cheater è proseguita e non c'è dubbio che sia una guerra onorevole per Epic Games, ma qualche dubbio sull'operato della mega compagnia, che in altri frangenti si professa paladina della giustizia, nel frangente del quattordicenne era emerso. Soprattutto perché altri modi di combattere il fenomeno risultano probabilmente più sensati, come quelli adottati da Bungie e Riot contro i rivenditori di sistemi per effettuare cheat nei giochi, piuttosto che sugli utenti finali che possono essere anche dei bambini.

Tutto potrebbe dunque essersi risolto per il meglio con l'accordo tra Epic Games e il minore in questione, anche se i termini non sono noti e dunque non sappiamo precisamente come sia andata.

Fortnite Apple