Microsoft avrebbe potuto mantenere Bungie con l'assetto attuale di Xbox, per Spencer

Secondo Phil Spencer, la Microsoft attuale, con l'assetto moderno di Xbox, avrebbe potuto mantenere Bungie al suo interno, evitando la separazione.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/12/2021
142

Phil Spencer, capo di Xbox, ha recentemente riferito in un'intervista ad Axios che la Microsoft di ora, con la sua nuova organizzazione in termini videoludici, avrebbe probabilmente mantenuto Bungie al suo interno, evitando la separazione avvenuta invece anni fa.

Bungie venne acquisita da Microsoft nel 2000, poco prima dell'uscita di Halo: Combat Evolved, ma si è poi distaccata ed è tornata indipendente nel 2007, fondando Bungie LLC e portando, con questa separazione, alla creazione di 343 Industries da parte di vari esponenti del team originale.

Halo: Combat Evolved, nell'immagine, spinse Microsoft ad acquisire Bungie
Halo: Combat Evolved, nell'immagine, spinse Microsoft ad acquisire Bungie

Secondo Spencer, questa separazione poteva essere evitata con un assetto diverso di Xbox, come quello che c'è al momento all'interno di Microsoft.

Ovviamente è un ragionamento interamente ipotetico, ma Spencer era presente anche all'epoca all'interno di Xbox ed è in grado di valutare le differenze organizzative tra la divisione dell'epoca e quella di adesso. "All'epoca avevano grandi ambizioni, avevano venduto il loro business per una certa quantità di denaro, avevano visto cosa era diventato Halo e si rendevano conto che Microsoft aveva ricevuto più benefici di Bungie stessa da quel successo", ha spiegato Spencer.

Il capo di Xbox si rendeva conto che all'epoca avevano voglia di proporre qualcosa di nuovo e avevano già un grosso progetto in programma e volevano sfruttarlo ancora meglio: "Capisco l'attrattiva di lanciare un grosso progetto da compagnia indipendente", ha riferito Spencer, che si rende conto di come l'operazione di Bungie con Destiny sia stata comprensibili dal punto di vista di un team molto ambizioso e capace.

Per quanto riguarda la separazione, alla domanda sul fatto se la Microsoft attuale sarebbe riuscita ad evitarla, ha risposto: "Se avremmo potuto evitarlo nell'assetto di oggi? Sì, credo che avremmo potuto". Probabilmente, con questa affermazione Spencer sostiene che la maggiore libertà concessa ai team di sviluppo di Xbox Game Studios avrebbe consentito a Bungie di poter elaborare un proprio progetto nuovo uscendo dai limiti imposti da Halo, anche se si tratta comunque di supposizioni.

L'estate scorsa, Bungie ha compiuto 30 anni e festeggiato l'anniversario con un bel video celebrativo, mentre 343 Industries sembra avere almeno un altro gioco di Halo in sviluppo, secondo Jez Corden.