Microsoft xCloud: il cloud gaming andrà su 5G a partire dalla Corea 18

Microsoft inizia il testing di Microsoft xCloud su 5G dalla Corea del Sud attraverso un accordo con SK Telecom, che consentirà di provare il cloud gaming su rete mobile a partire da ottobre in tale area.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/09/2019

Microsoft ha siglato un accordo di partnership con SK Telecom per portare il servizio di cloud gaming Project xCloud attraverso la rete mobile 5G per quanto riguarda la Corea del Sud.

Con questo accordo, SK Telecom è ora un "partner operativo esclusivo" per Microsoft su Project xCloud, almeno per quanto riguarda il suo utilizzo in territorio coreano. L'utilizzo dei servizi di cloud gaming su reti mobile non è ancora del tutto chiaro, sebbene Microsoft si stia muovendo attivamente su questo piano e questo nuovo accordo per il 5G in Corea del Sud ne sia una prova.

A quanto pare, alcuni utenti di SK Telecom potranno iniziare a provare il servizio di cloud gaming Project xCloud già a partire dal mese prossimo, sia su LTE che su 5G, con ulteriori prove previste da Microsoft su linee simili anche in altri paesi a partire da ottobre.

Tecnicamente, il 5G sembra essere una soluzione ideale per il cloud gaming, considerando la concentrazione di Project xCloud sull'utilizzo dei videogiochi su dispositivi portatili come smartphone, anche se resta da valutare la questione del traffico dati e quello che può conseguire in termini di spesa per l'utente rispetto ai piani telefonici.

Google Stadia, di converso, non ha ancora chiarito la sua posizione in merito ma sembra che per il momento non preveda il supporto alle reti mobile, essendo studiato soprattutto come un servizio da utilizzare in frangenti domestici.

#Microsoft

Microsoft