NieR Automata: il produttore minacciò di andarsene se Square Enix non avesse sviluppato il gioco

NieR Automata è nato anche grazie al fatto che il produttore ha minacciato di lasciare la compagnia nel caso nel quale Square Enix avesse bloccato il gioco.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   20/10/2022
27

NieR Automata è un gioco particolare ed è solo il secondo capitolo di una saga che era partita con il freno a mano tirato. Non è strano che Square Enix non fosse molto convinta delle potenzialità di questo gioco, ma il produttore riuscì a convincere la compagnia anche perché minacciò di andarsene se non avessero dato il via libera al progetto.

In un'intervista con GameSpot, il produttore Yosuke Saito ha affermato: "Ho minacciato di lasciare l'azienda se non fossi riuscito a sviluppare NieR: Automata e ho spinto tutti ad accettare in questo modo, onestamente. Pensavano che avrebbe venduto solo 300.000 unità a livello globale...".

Ricordiamo che NieR Automata ha venduto 6.5 milioni di unità, senza contare le copie che venderà in versione Nintendo Switch, da poco pubblicata. Si è trattato quindi di un grande successo per un gioco sul quale vi erano pochissime speranze.

2B, protagonista numero uno di NieR Automata
2B, protagonista numero uno di NieR Automata

Il successo del gioco ha spinto Square Enix a realizzare una remaster del primo NieR, ovvero NieR Replicant ver.1.22474487139. Quest'ultimo utlizza il personaggio della versione orientale (un ragazzo) invece del personaggio della versione occidentale (un uomo di mezz'età).

Inoltre, NieR Automata diventerà anche una serie animata. Parliamo di NieR: Automata Ver1.1a: ecco un trailer dell'anime.