Splinter Cell? Ce la farà Ubisoft a lanciare uno dei tanti titoli annunciati e spariti nel nulla?

Le voci che riguardano un nuovo Splinter Cell, ci fanno venire in mente che Ubisoft ha un ricco portfolio di progetti annunciati e spariti nel nulla.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   19/10/2021
26

Di tanto in tanto, dalle ombre di Ubisoft arrivano notizie su reboot o remake in cantiere per le sue serie storiche. L'ultima voce di corridoio, in ordine di tempo, è quella che riguarda la luce verde che sarebbe stata data a un nuovo Splinter Cell, di cui non si sa effettivamente nulla. Quindi Sam Fisher starebbe per tornare in un gioco tutto suo e non come ospite speciale di un qualche live service. Dall'ultimo videogioco che lo ha visto come protagonista, Tom Clancy's Splinter Cell: Blacklist, sono passati molti anni. Un'intera generazione e più. I fan hanno quindi tutti i motivi per essere contenti.

Ragionandoci bene però, è meglio non cantare vittoria prima del tempo, anche perché Ubisoft ha diversi titoli annunciati, che hanno eccitato parecchio gli animi, sparendo poi nelle cortine fumogene create dai rinvii a tempo indeterminato.

Il più famoso che ci viene in mente è Beyond Good & Evil 2, di cui si si iniziò a parlare nel 2004. Il progetto di allora fu cancellato, come svelato successivamente da chi ci stava lavorando, e molti pensarono che fosse la fine del franchise, del resto non di grandissimo successo (il primo capitolo non vendette moltissimo, nonostante il plauso della critica e di chi ci giocò). Nel 2018 arrivò però l'annuncio che Michel Ancel e i suoi stavano lavorando a un nuovo Beyond Good & Evil 2. Il gioco fu presentato all'E3 2017 con un trailer in computer grafica. Fu promesso uno sviluppo trasparente, ossia che avrebbe coinvolto i giocatori, ma dopo i primi mesi pieni di ottimismo, il tutto si è arenato e Beyond Good & Evil 2 è di fatto svanito dai radar. Ubisoft lo dà come ancora in sviluppo, ma effettivamente non se n'è saputo più niente. Molti temono che l'addio di Ancel al mondo dei videogiochi, avvenuto per motivi ancora non ben precisati, sia stato il chiodo finale sulla cassa del progetto.

Altro gioco MIA è il remake di Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo, per cui il motivo del rinvio è in realtà abbastanza chiaro: il primo video mostrato non è piaciuto praticamente a nessuno. Gioco cancellato? Non crediamo, ma pesantemente rivisto dal punto di vista tecnico, per andare incontro alle critiche. Chissà quando lo vedremo.

Terzo gioco annunciato e appeso al filo del vaporware è Skull & Bones, titolo a base di pirati che nelle intenzioni di Ubisoft doveva andare a far concorrenza a Sea of Thieves. Presentato all'E3 2017, con tanto di video di gameplay e versione testabile dalla stampa, pare essere stato azzerato più volte e attualmente giace in un limbo da cui non sembra voler riemergere. Probabilmente prenderà il largo come free-to-play, se riuscirà mai a uscire dal cantiere.

Insomma, quando si parla di Ubisoft è meglio aspettare prima di cantare vittoria (non che gli altri publisher non abbiano progetti cancellati, ma almeno hanno imparato a non annunciarli prima del tempo), anche perché il nuovo Splinter Cell potrebbe essere molto diverso da quello desiderato dai fan. Vista l'aria che tira chi si stupirebbe se fosse trasformato in un free-to-play online live service di qualche tipo?