The Last of Us, una patch per lo storico bug della testa mozzata arriva dai fan

The Last of Us contiene al suo interno uno strano bug rimasto inalterato finora, che può essere corretto solo con una patch creata da modder e non da Naughty Dog.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   16/02/2021
20

The Last of Us è stato esplorato in lungo e in largo, ma nei suoi 8 anni di storia ha mantenuto sempre uno strano bug celato al suo interno, in grado di mandare in crash il sistema se si interagisce con delle teste mozzate in una certa maniera, e infine questo problema è stato risolto dai fan attraverso una mod.

Curiosamente, il bug è presente anche in The Last of Us Remastered ed è rimasto inalterato finora, a dimostrazione anche di come non sia proprio un problema evidente, essendo peraltro facilmente aggirabile non eseguendo l'azione specifica che lo innesca, ma qualche fan particolarmente dedicato alla causa ha comunque voluto correggere l'imperfezione ormai storica.

Per chi non sapesse di cosa si tratti, il bug in questione emerge solo in condizioni estremamente particolari: se un infetto viene ucciso per decapitazione durante una cutscene o comunque attraverso un'azione di NPC o intelligenza artificiale, la sua testa rimane nello scenario e può innescare il bug in determinate situazione.

Se si lancia qualcosa contro la testa mozzata (un mattone, una bottiglia o qualsiasi altra cosa) si genera un crash di sistema che fa uscire immediatamente dal gioco bloccandolo completamente. Una situazione veramente curiosa che è rimasta latente in The Last of Us per tutti questi anni, senza che Naughty Dog intervenisse per aggiustare il glitch.

Una patch non ufficiale è allora arrivata dagli utenti: il modder illusion0001 insieme allo youtuber ZEROx hanno lavorato alla correzione del problema e rilasciato una patch, che però può essere utilizzata solo su PS3 e PS4 modificate attraverso jailbreak, dunque non forniremo ulteriori informazioni al riguardo.

Si tratta però di un lavoro affascinante, anche perché ha richiesto una notevole ricerca da parte dei modder: sembra che non abbiano trovato precisamente l'origine del crash, ma questo potrebbe essere derivato dal fatto che la testa mozzata viene considerata dal gioco come un nemico a parte, sul quale non ci sono però dati da richiamare per gestirne la collisione con un oggetto. In questo modo, il gioco cerca dati che non esistono e finisce in crash, almeno nell'interpretazione dei modder.

Proprio sul primo The Last of Us abbiamo visto nei giorni scorsi un cortometraggio fanmade italiano dedicato a Joel.