Xbox Game Pass cresce troppo? Il nuovo PlayStation Plus è uguale, dice Microsoft

Ancora botta e risposta fra Microsoft e Sony in merito all'acquisizione di Activision: la casa di Redmond ha spiegato perché il nuovo PlayStation Plus è del tutto simile a Xbox Game Pass.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   02/08/2022
230

Xbox Game Pass cresce troppo? Be', il nuovo PlayStation Plus è un servizio praticamente uguale, secondo quanto scritto da Microsoft in un lungo documento inviato alla commissione antitrust brasiliana.

L'oggetto del contendere, come sapete, è l'acquisizione di Activision da parte di Microsoft, un'operazione da quasi 70 miliardi di dollari che ha imposto alle varie autorità in tema di concorrenza di interpellare i concorrenti della casa di Redmond al fine di comprendere se esista o meno il rischio di un monopolio.

Ieri è emersa la posizione espressa da Sony, secondo cui Call of Duty non ha rivali e Xbox Game Pass cresce troppo, anche e soprattutto in conseguenza a queste importanti acquisizioni. Ebbene, Microsoft ha risposto ufficialmente sia alla prima che alla seconda questione.

Nel primo caso, con riferimento alla riconoscibilità e all'esclusività di specifici brand, Microsoft ha puntato il dito sulle esclusive PlayStation, in particolare quelle third party: si tratta di una tipologia di accordo che esiste praticamente da sempre nel mercato videoludico, ma che proprio Sony ha utilizzato in più di un'occasione in maniera molto aggressiva.

Per quanto riguarda invece l'eventuale monopolio di Xbox Game Pass e le caratteristiche del servizio, il colosso americano ha fatto notare che il nuovo PlayStation Plus offre un servizio fondamentalmente identico, con accordi del tutto simili anche in termini di catalogo third party, nello specifico con Ubisoft al posto di Electronic Arts.

"Facciamo notare che Sony ha di recente annunciato un accordo simile (a quello di EA Play, NdR) con Ubisoft. Il 16 maggio, Sony ha annunciato che i giochi principali disponibili nel nuovo PlayStation Plus, in aggiunta alle varie esclusive PlayStation come Ghost of Tsuhima, Death Stranding e Demon's Souls, sarebbero stati gli Ubisoft+ Classics", si legge nel documento.

Si tratta di "una selezione di titoli celebri che includono blockbuster come Assassin's Creed Valhalla, The Division e For Honor, disponibili per gli abbonati a PlayStation Plus in possesso di sottoscrizioni di tipo Extra e Premium."

"Il nuovo PlayStation Plus è stato percepito dall'industria videoludica come un concorrente di Xbox Game Pass, e ciò riflette per molti versi l'alto grado di rivalità all'interno di questo mercato. La disponibilità dei più celebri e venduti titoli Ubisoft nel catalogo di PS Plus non fa che ribadire tale rivalità e al contempo enfatizza la varietà di prodotti third party di qualità accessibili tramite abbonamenti."