L'intramontabile 121

La next-gen ci porta una versione console di Minecraft quasi priva di compromessi

RECENSIONE di Mattia Armani —   12/09/2014

Minecraft è uno degli araldi dell'indie moderno, un titolo che ha ripreso e potenziato la formula sandbox senza quasi badare alla questione estetica. Molti sono quelli che hanno stoicamente evitato ogni incarnazione del titolo Mojang definendolo troppo brutto per essere giocato ma sono milioni anche quelli che si sono fatti catturare dalla magia di un gioco davvero aperto, un titolo che consente di plasmare il terreno di mondi sempre diversi e che sfoggia un sistema di crafting che è stato capace di condizionare l'intera evoluzione dei sandbox. Con il modding ha intrappolato milioni di giocatori PC. Con la sua formula potenzialmente infinita ha conquistato gli utenti console.

L'intramontabile

Con la magia dell'avere un mondo in un palmo ha attirato addirittura i giocatori mobile, anche quelli che di solito passano il tempo tra puzzle e social gaming. E con quasi 54 milioni di copie vendute e un film in lavorazione non stupisce che Minecraft sia arrivato anche sulle console di nuova generazione con un'edizione studiata per sfruttarne il più potente hardware. Certo, non si può dire che nel caso di Minecraft la risoluzione 1080p cambi radicalmente l'esperienza. Ma l'immagine più pulita è indubbiamente piacevole da vedere, la distanza visiva risulta finalmente adeguata all'ampiezza delle mappe e i 60 frame per secondo di percepiscono nettamente. Finalmente, in sostanza, la versione console del titolo non si può più dire inferiore a quella PC sotto il profilo tecnico. Purtroppo non possiamo dire lo stesso parlando delle feature del titolo considerando le limitazioni in relazione al modding e al multiplayer con il numero massimo di giocatori che rimane fermo a 8. Ma la versione next-gen del fortunatissimo sandbox Mojang rifinisce il supporto multigiocatore che in futuro dovrebbe potenziarsi ulteriormente con l'introduzione di server in stile PC e, cosa ancora più importante, consente la creazione di mondi 36 volte più grandi di quelli visti sulla cosiddetta old-gen. Un miglioramento non da poco con la versione next-gen di Minecraft che ci concede spazio in abbondanza per dare sfogo alla nostra fantasia online, da soli o tutti seduti assieme sul divano grazie allo split-screen a quattro giocatori.

Gli infiniti mondi di Minecraft arrivano su next-gen con un'edizione quasi priva di compromessi

Obiettivi Xbox One

Il passaggio alla next-gen di Microsoft comporta anche un aumento degli achievement che nel complesso elargiscono gli ormai canonici mille punti. Molti obiettivi sono prevedibilmente di tipo cumulativo e richiedono un discreto ammontare di tempo per essere raggiunti. Numerosi altri si raggiungono semplicemente compiendo un'azione ma potrebbe volerci parecchio tempo visto il gran numero di azioni possibili nel titolo Mojang.

Una miniera di creatività

L'esperienza è quella classica del titolo Mojang con tonnellate di materiali da reperire o estrarre dal terreno scavando con le mani, con la pala, con la piccozza o con tutta un'altra serie di strumenti più o meno efficaci a seconda del materiale, del contesto e della conformazione del terreno. L'interfaccia console è ben strutturata e l'agile tutorial consente di entrare nel vivo del gioco in una manciata di minuti, subito pronti per affrontare la classica modalità survival. Inizialmente le cose potrebbero sembrare fin troppo ostiche eppure bastano un piccolo rifugio e qualche pezzo di equipaggiamento per trasformare le ore notturne, quando il mondo si riempie di creature fameliche, in una passeggiata di salute. A quel punto tutto diventa una continua scoperta che arriva addirittura alla coltivazione e all'allevamento animale passando però dall'inevitabile necessità di scavare sempre più a fondo. E nella ricerca di minerali sempre più preziosi è facile finire come i nani di Moria, troppo impegnati perforare la roccia in cerca di tesori per potersi rendere conto del pericolo. Nelle profondità della terra, quando tutt'attorno c'è solo oscurità, capita che anche un Creeper, creatura facilmente gestibile in condizioni ottimali, possa risultare una spina nel fianco. Diventa quindi essenziale pianificare la propria avventura mineraria allargando le gallerie, prevenendo i pericoli, fornendo alla nostra miniera un'adeguata illuminazione. Ed ecco che prende forma un vero e proprio viaggio sotterraneo attraverso cui Minecraft riesce nel difficile compito di rendere emozionante quello che è stato uno dei mestieri più infausti dell'umanità. Ed è un risultato niente male per un indie partito dal nulla ma non è nella sola modalità survival che si cela l'enorme successo del titolo creato dall'ormai più che celebre Markus Persson.

L'intramontabile

A farla da padrone nel sandbox Mojang è la dimensione creativa con enormi progetti che hanno portato, su PC, alla creazione di interi mondi, spesso ispirati alle ambientazioni di film o serie di grido. Su console, purtroppo, queste possibilità creative sono limitate e per ovviare al problema 4J Studios, la software house che si occupa delle versioni console di Minecraft, ha creato diversi texture pack tre dei quali sono già disponibili anche su Xbox One. Stiamo parlando dei mondi tematici di Halo, Mass Effect e Skyrim che portano con loro un gran numero di asset e, cosa ancora più importante, una colonna sonora decisamente importante.

L'intramontabile

Si tratta però di contenuti che, per essere fruiti pienamente, devono essere acquistati e non colmano comunque il divario rispetto alla versione PC di Minecraft arricchita da un database di creazioni gratuite praticamente infinito. Ma non sarebbe saggio sottovalutare il potenziale creativo della versione liscia di Minecraft che consente di costruire reti sotterranee, castelli, ponti, edifici d'ogni sorta, villaggi e città. Le possibilità sono innumerevoli anche senza bisogno di DLC, modifiche o asset particolari e creare qualcosa di complesso con un gruppo di amici regala soddisfazioni incredibili a prescindere dalle texture utilizzate. E la modalità creativa libera ulteriormente l'immaginazione eliminando i nemici, consentendo di volare e mettendo a disposizione del giocatore una scorta infinita di materiali con cui costruire tutto quello che vuole. Inoltre un buon samaritano, cosa non rara nel mondo del modding, è riuscito a creare un convertitore per portare i salvataggi della versione PC su Xbox 360 e la Minecraft: Xbox One Edition consente di importare i salvataggi dalla versione Xbox 360. In sostanza, concatenando le conversioni, dovrebbe essere possibile fruire dei dati PC anche su Xbox One salvo problemi di compatibilità probabilmente risolvibili con un update del PC to Xbox Converter. Lo stesso purtroppo non sembra sia possibile su PlayStation 4 vista la mancanza sia di un convertitore da PC sia della possibilità di portare i file da PlayStation 3 sulla nuova console Sony. Quest'ultima funzione, però, dovrebbe essere implementata a breve consentendo a tutti gli utenti PlayStation di portare con sé le proprie creazioni nel passaggio alla next-gen. Passaggio che per chi ha già la versione old-gen dovrebbe costare solo 4,99 euro e dovrebbe includere il trasferimento gratuito di alcuni dei DLC già acquistati.

Versione testata
Xbox One
Digital Delivery
PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
18,99 €
Multiplayer.it

9.0

Lettori (107)

7.3

Il tuo voto

La versione next-gen di Minecraft non porta con sé stravolgimenti o nuove meccaniche ma colma alcune lacune rispetto alla versione PC e amplia notevolmente l'esperienza rispetto all'edizione per le console di vecchia generazione. Dal punto di vista tecnico è l'incremento della distanza visiva a rappresentare la novità più importante ma i miglioramenti si notano anche in relazione a risoluzione e frame rate anche se il comparto estetico del titolo Mojang non è il più adatto a esaltare finezze di questo tipo. In ogni caso la grafica è l'elemento meno rilevante di un titolo che grazie alle sue meccaniche continua a divertire milioni di videogiocatori su un numero sempre più ampio di piattaforme.

PRO

  • Mappe più grandi significano più esplorazione e più possibilità creative
  • Prezzo agevolato per chi lo ha già acquistato su PlayStation 3 e Xbox 360
  • Supporto multiplayer ottimo...

CONTRO

  • ...anche se ancora inferiore alla controparte PC
  • L'ambiente console non è ancora il più adatto al modding