Apex Legends Mobile, la recensione dell'acclamato Battle Royale in arrivo su iOS e Android

Il battle royale di Respawn Entertainment ed EA arriva su iOS e Android: scoprite tutto quello che c'è da sapere su Apex Legends Mobile nella nostra recensione.

RECENSIONE di Giordana Moroni   —   08/06/2022
8

Apex Legends ha da poco inaugurato la sua tredicesima stagione, Eroi, che arricchisce e per certi aspetti rinnova il meritevole battle royale di casa Respawn Entertainment. Le novità in arrivo dalla Frontiera però non finiscono qui: il 17 maggio, infatti, è prevista l'uscita di Apex Legends Mobile, che renderà il mondo dei giochi Apex a portata di smartphone. Abbiamo avuto modo di provarlo per qualche settimana e vi raccontiamo tutto quello che c'è da sapere nella recensione di Apex Legends Mobile.

Introduzione a Apex Legends Mobile

Il menù principale di Apex Legends Mobile
Il menù principale di Apex Legends Mobile

Apex Legends Mobile propone la formula vincente della sua versione PC e console, ma aggiungendo attorno all'esperienza "tascabile" un corollario di contenuti esclusivi. L'obiettivo di Respawn, ha dichiarato Mike Hoff (Senior Director), era quello di proporre al pubblico un'esperienza quanto più possibile vicina a quella già conosciuta dal pubblico nei tre anni passati, ma al tempo stesso valorizzarla con una serie di novità pensate su misura per il mobile, oltre a un'ottimizzazione tecnica appositamente studiata per la piattaforma.

Questo significa, andando nel vivo della questione, che non ci sarà una gestione cross platform d'inventario (skin Leggende, skin armi e altri extra cosmetici), progressione e battle pass, che sarà presente con una sua versione anche su mobile. Una scelta che a nostro avviso è sensata perché non è detto che chi si appassionerà all'applicazione mobile passerà alla versione PC/console e viceversa.

Per questo motivo l'introduzione a Apex Legends Mobile non dà nulla per scontato e accompagna il giocatore in tutti gli step iniziali. Il pilastro fondante su cui Respawn ha costruito l'esperienza, ci ha detto Jordan Patz (Design Director), è quella della massima fruibilità del prodotto, concetto che passa attraverso diverse scelte di design. In primo luogo, il team di sviluppo ha passato in rassegna ogni singolo elemento costitutivo del gioco, analizzandolo e ottimizzandolo per l'esperienza mobile; un esempio è l'abilità Rampino di Pathfinder, che potrà essere lanciato solo quando il puntamento individua una superficie agganciabile. Altra decisione presa dagli sviluppatori per aiutare i nuovi giocatori ad ambientarsi nell'esperienza mobile è quella di aver pensato delle modalità esclusive per Apex Legends Mobile, strada già intrapresa da qualche tempo anche per la versione PC/console e delle quali vi parleremo a breve nel paragrafo successivo. Ultimo fattore, stavolta totalmente di rottura ma volto a migliorare l'esperienza dei nuovi giocatori, è l'introduzione della terza persona.

Il fatto che Apex Legends Mobile sia un gioco stand-alone a tutti gli effetti potrebbe spaventare gli appassionati, visto che Respawn è solita narrare gli eventi dell'universo espanso di Titanfall/Apex Legends utilizzando diversi canali di comunicazione. Hoff ha assicurato che nulla della lore già scritta di Apex verrà in qualche modo cambiata e che la versione mobile andrà semplicemente ad espandere alcuni aspetti narrativi. L'espediente utilizzato per la Stagione 1 Mobile è quella del programma televisivo: tutti i dettagli narrativi verranno fruiti dal giocatore attraverso un programma tv fittizio trasmesso dal Sindacato, una sorta di commento day by day dei giochi Apex, raccontati però dal punto di vista della misteriosa organizzazione.

Modalità di gioco e gestione Leggende

Alcuni degli eventi presenti nella Stagione 1 di Apex Legends Mobile
Alcuni degli eventi presenti nella Stagione 1 di Apex Legends Mobile

Abbiamo menzionato prima le modalità di gioco speciali pensate esclusivamente per la versione mobile. A fianco della modalità Battle Royale classica e le partite classificate (giocabili nella mappa Confini del Mondo), i giocatori al lancio troveranno una modalità 6 contro 6, dove le Leggende combatteranno per accumulare uccisioni contro l'altra squadra.

Il respawn in queste partite è molto rapido e pensato per incoraggiare i giocatori a buttarsi nella mischia e prendere confidenza con gli scontri a fuoco. Il 6v6 si distingue in "Clash" (giocabile nelle zone Artiglieria e Mercato di Canyon del Re e l'arena Acquedotto) nel quale si verrà teletrasportati nella propria base dopo essere morti, oppure Deathmatch (giocabile nelle zone Artiglieria e Skull Town di Canyon del Re e Stazione Termale di Confini del mondo), dove il teletrasporto ci porterà in prossimità della nostra squadra.

A queste si affiancano un livello tutorial cinematico, le prove libere nel poligono di tiro ed Eventi esclusivi come l'amatissimo Armati e Pericolosi (cecchini contro fucili a pompa).

Le Leggende disponibili al lancio di Apex Legends Mobile
Le Leggende disponibili al lancio di Apex Legends Mobile

Interessante poi il lavoro fatto sui personaggi. Il roster di lancio include le Leggende più amate dei giochi Apex e al lancio saranno presenti Bangalore, Bloodhound, Caustic, Gibraltar, Lifeline, Mirage, Octane, Pathfinder e Wraith, più un'aggiunta esclusiva mobile: Fade. Vogliamo rincuorare subito tutti dicendo che le Leggende possono ovviamente essere sbloccate con moneta reale oppure salendo man mano di livello (l'ultima a essere sbloccata sarà Caustic a livello 20), mentre per Fade le cose sono leggermente diverse perché dovrete collezionare dieci Frammenti Fade per sbloccare la Leggenda. Questi frammenti li otterrete progredendo con il livello del Battle Pass che, come sempre, ha una doppia linea di progressione: quella standard e gratuita (nella quale sono contenuti i Frammenti) e quella Premium disponibile solo attraverso il pagamento con moneta reale, che però aggiunge sono materiale cosmetico extra.

Il battle pass durerà un mese, mentre per quanto riguarda i contenuti delle Stagioni, nel menù iniziale è stato inserito un Season Hub nel quale vengono ricapitolate tutte le novità della stagione. Ovviamente saranno presenti anche sfide esclusive ogni 24 ore e ricompense da riscattare con il log-in giornaliero.

L'albero vantaggi di Octane
L'albero vantaggi di Octane

C'è però un'altra meccanica legata alle Leggende e ben più radicata nel gameplay che ci ha particolarmente intrigato, ovvero l'albero dei vantaggi. Ogni leggenda sarà equipaggiata, come di consueto, con tre abilità uniche, suddivise in passive, tattiche e ultimate. Al fianco di queste, che rimangono invariate rispetto alla versione PC/console, ci sarà anche un albero di vantaggi aggiuntivi: più giocheremo con una specifica Leggenda più punti Leggenda raccoglieremo per quel singolo personaggio. Potremo poi spendere quei punti nell'albero dei perk sbloccando ulteriori abilità passive uniche, che rimarranno legate al personaggio in modo permanente. Più giocheremo, quindi, più le nostre Leggende diventeranno forti senza però andare a stravolgere il bilanciamento delle partite, perché parliamo di perk piccoli e che non risultano pesanti nell'economia di gioco. Una meccanica che onestamente troviamo interessante e che ben si sposa con l'anima mobile del gioco.

Nuova Leggenda: Fade

Fade è la prima Leggenda esclusiva di Apex Legends Mobile
Fade è la prima Leggenda esclusiva di Apex Legends Mobile

Tra i contenuti esclusivi in arrivo per Apex Legends Mobile ci saranno anche Leggende pensate esclusivamente per la versione smartphone. Gli sviluppatori hanno detto che non è impossibile che alcune tra le Leggende già presenti nel roster PC/console possono arrivare su mobile, ma è praticamente impossibile che quelle mobile facciano il passaggio inverso. Questo, a detta di Respawn, serve per mantenere il bilanciamento più equilibrato possibile, e non è un caso infatti che l'ultima Leggenda arrivata nella Stagione 13 sia un supporto difensivo (di cui il roster aveva disperatamente bisogno) e che invece Fade sia una leggenda d'attacco particolarmente aggressiva con qualche risvolto tattico. Ma chi è questo nuovo personaggio? Fade fa parte di una famiglia di mercenari: il misterioso combattente ha perso tutti e tutto ed è in cerca di una disperata vendetta. Per questo ha rubato un'armatura fasica, equipaggiata della stessa tecnologia di cui dispone Wraith, ed è disposto a tutto pur di farsi giustizia... i giochi Apex sono solo l'inizio.

Scia, Flashback e Camera Fasica sono le tre abilità uniche di Fade
Scia, Flashback e Camera Fasica sono le tre abilità uniche di Fade

Parlando di abilità, partiamo dalla passiva, Scia: quando Fade scivola, la sua armatura incamera energia cinetica, aumentando la sua velocità. L'abilità tattica invece, chiamata Flashback, ha un che di déjà vu perché permette a Fade di entrare con un salto fasico nello spazio quantico, riavvolgendo le sue azioni e riportandolo 60 metri circa più indietro nel suo percorso. I giocatori di Overwatch riconosceranno questa abilità perché identica (anche nel nome) a quella di Tracer. Nonostante sia ampiamente già vista proprio in Overwatch, siamo curiosi di scoprire in futuro dove questa abilità piazzerà Fade nel meta di Apex Legends Mobile. Per finire, la sua ultimate Camera fasica è una bomba che teletrasporta per pochi secondi nell'Oblio quantico tutti coloro presenti nel raggio di detonazione dell'ordigno. Questa ultimate può essere usata in due modi diversi: o dirigendola verso una squadra nemica, per imprigionarli momentaneamente nello spazio quantico e riposizionare il proprio team per sorprenderli, oppure sulla stessa squadra di Fade, per garantire una fuga a effetto. Ammettiamo che Fade è davvero intrigante come Leggenda, e un po' ci dispiace sapere di non averlo su PC e console, però siamo altrettanto consapevoli che abilità di questo tipo sarebbero pesantemente sbilanciate all'interno dell'attuale esperienza di gioco.

Feedback di gioco e lato tecnico

Un'immagine del poligono di tiro di Apex Legends Mobile
Un'immagine del poligono di tiro di Apex Legends Mobile

E veniamo, infine, al reale feedback di Apex Legends Mobile: com'è combattere e sparare su smartphone? Siamo rimasti decisamente stupiti dopo le nostre prove con Apex Legends Mobile, che risulta essere nel complesso estremamente piacevole da giocare, mantenendo gli alti livelli di precisione ai quali Respawn ha sempre abituato il pubblico. Il titolo, oltre a offrire la possibilità di essere giocato in prima o in terza persona, propone due modalità d'interfaccia schermo e tre di controllo, oltre a implementare una lunga serie di opzioni per personalizzare i comandi e la loro sensibilità.

Sulla parte sinistra dell'interfaccia comandi si trovano la levetta digitale per il movimento e un tasto dedicato allo sparo. Sulla parte destra invece ci sono diversi tasti riservati solo alle opzioni fuoco: un tasto è per lo sparo rapido, uno per lo sparo con mirino (quindi si entra ed esce dalla modalità puntamento premendo e rilasciando il tasto) e infine un tasto per entrare e uscire dalla modalità puntamento, che va abbinato a un tasto sparo per fare fuoco. Questo si sposa bene con le diverse tipologie di armi: si può sparare facilmente senza mirare con un fucile a pompa, entrare e uscire dal puntamento con un SMG o LMG e attivare il puntamento e sparare con il tasto destro se si utilizza un fucile da cecchino.

Sul lato sinistro ci sono anche i tasti per saltare, accucciarsi e ricaricare l'arma mentre la mira si gestisce premendo in qualsiasi direzione con il pollice destro. Posizionati in alto a destra i due tasti per abilità tattica e ultimate mentre in basso al centro troviamo le due armi equipaggiate. A destra delle armi c'è la ruota dedicata a batterie e medikit mentre a sinistra zaino e granate; premendo sullo zaino si espande il menù dell'inventario. Ovviamente potremo indicare oggetti e luoghi con il tasto dedicato alla segnalazione e gli oggetti possono essere raccolti con un tasto raffigurante una mano: lì si aprirà un piccolo menù a tendina che vi chiederà quali oggetti volete raccogliere, stessa cosa per aprire le casse della morte e le capsule assistenza. Non mancano infine tutte le informazioni necessarie in partita come numero squadre rimanenti e mappa di gioco, che trova schierati sul suo lato destro tutti i tasti per microfono e chat di gruppo.

Un sistema di ricompense principiante accoglie i nuovi giocatori di Apex Legends Mobile
Un sistema di ricompense principiante accoglie i nuovi giocatori di Apex Legends Mobile

Ciò che noi abbiamo adorato e vorremmo ardentemente anche su PC e console, è la raccolta e l'equipaggiamento automatico di munizioni e upgrade arma. Ad esempio se equipaggerete un Alternatore, il gioco raccoglierà in automatico munizioni leggere e tutto ciò che vi serve per potenziare la vostra arma come mirino, caricatore, calcio e hop-up, ma non è finita. Se uccidendo un nemico, troverete nella sua cassa della morte equipaggiamento di valore superiore rispetto al vostro, il gioco lo scambierà in automatico. Ovviamente questa opzione può essere disabilitata ma l'abbiamo trovata davvero comoda e lì starà a voi decidere se optare per il comfort estremo rinunciando un po' al controllo dello zaino, perché ovviamente il rovescio della medaglia è ritrovarvi pieni di munizioni, batterie e siringhe. Noi abbiamo trovato più agevole aprire ciclicamente l'inventario e fare pulizia!

Spostando il discorso sul comparto tecnico, il gioco si presenta bene, risultando chiaramente più spoglio e spigoloso rispetto alla sua controparte PC/console, ma rivelandosi comunque onesto dal punto di vista grafico. Il gioco fornisce un'ampia varietà di settaggi per migliorare e personalizzare il comparto grafico, rispondendo alle prestazioni di diversi device. Noi abbiamo provato il gioco con le opzioni suggerite, giocandolo su un Samsung Note 10 Lite (Chipset: SAMSUNG Exynos 9 Octa 9810 e GPU: Mali-G72 MP18).

La qualità grafica è compensata con una precisione e risposta dei comandi altissima
La qualità grafica è compensata con una precisione e risposta dei comandi altissima

È però il feedback che ci ha lasciati davvero impressionati a livello tecnico. Durante gli scontri a fuoco, i comandi sono davvero precisi e con una latenza, sul display da 6.7 pollici Super AMOLED utilizzato per la prova, pari allo zero. A stupire davvero però è il feedback di ogni singolo arma, così fedele da risultare estremamente vicino a quello provato su console se si utilizza un pad a supporto. Del resto, chi gioca ad Apex Legends lo sa, sparare con un R99 non è come farlo con Flatline e sparare con un Triple Take non è come utilizzare un 30-30 Repeater. Come detto poc'anzi, abbiamo provato il gioco anche con il supporto pad, utilizzandone uno per Xbox Serie X. Non possiamo, a oggi, dirvi con esattezza se i giocatori che sfruttano il pad si scontreranno anche contro coloro che utilizzano il touch screen, ma quello che vi possiamo dire è che le performance dello schermo tattile sono comunque di altissimo livello e a nostro avviso ciò che realmente fa la differenza è trovare una corretta calibrazione delle velocità di puntamento (che giocando con pad abbiamo ad esempio leggermente abbassato).

Aggiornamento dopo un mese dal lancio. I primi giorni post day one sono stati davvero intensi e si poteva percepire il peso a cui i server erano sottoposti: latenza più alta del normale e diversi rallentamenti nel servizio hanno contraddistinto i primi tre giorni dal lancio. Dopo che la situazione si è stabilizzata, il gioco è tornato ad essere fluido e piacevole come durante le nostre prove, ma decisamente molto più stimolante grazie alla nutrita presenza di giocatori veri. Ciò che ci ha stupito molto è stato trovare diversi giocatori con il microfono attivo, intenti a giocare le partite di Apex Legends Mobile con la stessa energia e concentrazione dei giocatori PC e console, a dimostrazione che l'esperienza risulta incalzante e coinvolgente quanto la sua controparte originale.

Commento

Versione testata Android
Digital Delivery Google Play
Multiplayer.it

7.8

Lettori (4)

5.9

Il tuo voto

Le nostre impressioni su Apex Legends Mobile sono decisamente positive: il gioco si presenta bene e ha il potenziale sia per accontentare i giocatori che già conoscono Apex Legends e vogliono concedersi una partitina in mobilità una volta ogni tanto, sia tutto il pubblico mobile che a oggi Apex Legends non lo conosce ma del quale può assolutamente innamorarsi. Il feedback di gioco è ottimo e compensa l'aspetto grafico che potrebbe risultare un po' carente su alcuni dispositivi, ma che comunque non va a inficiare le performance del giocatore. Le varie modalità di shop e acquisto in-game non sono poi così lontane dai modelli già utilizzati dal gioco su PC e console. Dopo un paio di giorni di forte stress dei server a ridosso dell'uscita, l'esperienza di gioco si è riconfermata piacevole come durante i giorni di prova.

PRO

  • Feedback comandi diretto e piacevole
  • Tante novità esclusive
  • Modello di battle pass simile alle versione PC/console
CONTRO
  • Bilanciamento interfaccia touch screen / pad da valutare