26

Far Cry 3 Classic Edition, la recensione

Ubisoft porta su PS4 e Xbox One la remaster di Far Cry 3, l'episodio più rappresentativo della serie

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   26/06/2018

Far Cry 3 Classic Edition rappresenta per molti versi la chiusura di un cerchio per il franchise di Ubisoft. Parliamo infatti dell'edizione rimasterizzata dell'episodio che, nel 2012, ha rilanciato alla grande la serie grazie ad alcune felici intuizioni, vendendo oltre dieci milioni di copie e ponendo le basi strutturali e narrative per i capitoli successivi. Un gioco decisamente ambizioso anche dal punto di vista tecnico, che non a caso faceva molta fatica a mantenere un frame rate stabile su PlayStation 3 e Xbox 360, complice l'ampio open world, l'effettistica sofisticata e il gran numero di interazioni possibili con lo scenario fra nemici, animali, veicoli e NPC.

Far Cry 3 Classic Edition 1

La remaster arriva insomma a rendere giustizia al titolo di Ubisoft Montreal in ambito console, laddove su PC chiaramente la situazione è sempre stata molto diversa. Torniamo dunque a vestire i panni di Jason Brody, un ragazzo americano come tanti, che si ritrova nel bel mezzo di un vero e proprio incubo quando lui e i suoi amici, nel corso di una vacanza "estrema", finiscono per sconfinare inavvertitamente nella zona di un'isola tropicale controllata da un gruppo di pericolosi guerriglieri. Durante la sua pur breve prigionia, Jason è costretto a vivere situazioni che lo cambieranno per sempre, dando il via a una trasformazione che porterà il ragazzo a diventare un guerriero.

Gameplay e struttura: casa, dolce casa

Se è vero che Far Cry 3 rappresenta la base di partenza per le moderne interpretazioni del franchise Ubisoft, che con il quinto capitolo ha ulteriormente enfatizzato l'elemento del "villain carismatico", moltiplicando tali figure e dotando ognuna di esse di una precisa personalità tanto folle quanto intrigante, allo stesso modo sul piano del gameplay e della struttura cimentarsi nuovamente con l'avventura di Jason è come tornare a casa, o indossare nuovamente un paio di scarpe usate a lungo. Gli ingredienti ci sono tutti: l'introduzione narrativa ad alto tasso di epicità, il breve tutorial che illustra le sfaccettature stealth dell'azione, la fuga disperata fra i boschi che si conclude con una caduta potenzialmente mortale, che segna invece l'inizio di una nuova vita per il protagonista.

Far Cry 3 Classic Edition 2

Salvato da Dennis, un membro acquisito della tribù Rakyat, Jason viene spronato a prendere coscienza delle sue capacità, a mettere alla prova il guerriero che è in lui e che si manifesta anche attraverso il tatuaggio tribale Tatau, arricchito di volta in volta di nuovi segni a indicare le abilità apprese nel corso della campagna, legate alle classi Airone, Ragno e Squalo. Ci sono i negozietti presso cui acquistare armi e munizioni, i veicoli che possiamo prendere in prestito per coprire lunghe distanze, le immancabili torri di comunicazione da riattivare, gli avamposti da conquistare, la flora e la fauna a rappresentare preziose risorse ma anche pericoli, nell'ottica di un sistema di crafting grazie a cui fabbricare zaini, fondine e cinture più capienti, assecondando in maniera progressiva l'acquisizione di un equipaggiamento sempre più ricco e variegato.

Far Cry 3 Classic Edition 5

Tutto questo impianto funziona ancora oggi in maniera eccellente, sia per chi torna su Far Cry 3 dopo tanto tempo che per chi non ha ancora avuto modo di giocare l'episodio classico della serie Ubisoft. Il problema sta nella sua inevitabile mancanza di freschezza e originalità, se consideriamo che la medesima formula è stata riutilizzata dalla casa francese praticamente per ogni capitolo successivo.

Trofei PlayStation 4

I quarantaquattro Trofei di Far Cry 3 Classic Edition si rifanno alla lista degli achievement originali del gioco, e si ottengono effettuando determinate azioni nell'ambito della campagna, ottenendo una certa quantità di abilità, spendendo somme specifiche presso i negozi, raccogliendo i collezionabili e portando a termine le missioni secondarie.

Realizzazione tecnica: una remaster poco convinta

Gratuito per i possessori del Season Pass di Far Cry 5, da acquistare a parte per tutti gli altri, Far Cry 3 Classic Edition è insomma un titolo ancora oggi validissimo, che si gioca che è un piacere e propone fasi in cui la libertà d'azione viene esaltata dalle tante opzioni strategiche disponibili, mentre affrontiamo avversari che si muovono secondo routine comportamentali di discreto spessore e consistenza. A mancare è proprio il lato remaster, nel senso che questa edizione non sembra sia stata realizzata con l'impegno e l'entusiasmo che sarebbe stato lecito attendersi per il ritorno di un episodio così importante e celebrato. C'è un problema di ottimizzazione legato al sistema di mira, sebbene la cosa non influisca in maniera drammatica sulla qualità del gameplay, ma soprattutto si è scelto di inserire nel pacchetto la sola campagna in single player, tagliando via il multiplayer cooperativo che tanta soddisfazione ci aveva dato ai tempi della release originale, forte di situazioni divertenti che era possibile condividere con gli amici, conservando peraltro i progressi ottenuti in tale ambito.

Far Cry 3 Classic Edition 4

Dopodiché c'è il discorso tecnico, che si muove inaspettatamente fra alti e bassi: come evidenziato nell'analisi effettuata da Digital Foundry, il gioco non gira a 4K reali, bensì a 1440p, senza spingersi oltre i trenta fotogrammi al secondo e anzi registrando in qualche occasione dei cali francamente difficili da digerire. Raddoppiare il frame rate sarebbe stato probabilmente impossibile per via del lavoro extra a carico della CPU, senza dubbio il punto debole delle console di attuale generazione, ma in generale i pur discreti risultati ottenuti dagli sviluppatori sono più che altro frutto della bontà del materiale originale piuttosto che dell'opera di rimasterizzazione, che possiamo definire un po' tirata via.

Conclusioni

Versione testata PlayStation 4
Digital Delivery PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo 29,99 €
Multiplayer.it
7.0
Lettori (24)
8.0
Il tuo voto

Far Cry 3 Classic Edition rappresenta un gradito viaggio nel passato della serie Ubisoft, quando alcune eccellenti intuizioni hanno posto le basi per un franchise di grande successo, ancora oggi riconoscibile da alcuni precisi elementi strutturali e narrativi. L'esperienza risulta certamente godibile e densa di cose da fare mentre si esplora l'ampia isola testimone del percorso che il protagonista intraprende per diventare un vero guerriero, liberare i suoi amici e sgominare il gruppo di pirati controllato dal folle Vaas. Il problema sta nell'inevitabile invecchiamento della formula e nell'opera di rimasterizzazione, discreta ma al di sotto delle aspettative, nonché mancante di alcuni elementi che sarebbe stato bello ritrovare su PlayStation 4 e Xbox One. Un download obbligato nell'ottica del Season Pass di Far Cry 5, ma come acquisto singolo va senz'altro valutato con attenzione.

PRO

  • Coinvolgente ancora oggi
  • Un ottimo extra per il Season Pass di Far Cry 5
  • Remaster tecnicamente discreta...

CONTRO

  • ...ma si poteva fare senz'altro di più
  • La formula sente il peso degli anni
  • Niente modalità cooperativa