Mario Golf: Super Rush, la recensione

A sette anni di distanza dall'ultimo episodio, ritorna la serie golfistica Nintendo/Camelot: ecco la nostra recensione di Mario Golf: Super Rush

RECENSIONE di Alessandro Bacchetta —   24/06/2021
67

Qualche giorno fa abbiamo ripercorso la storia di questa saga: sintetizzando ciò che ci interessa per la nostra recensione di Mario Golf: Super Rush, questa serie fa ritorno dopo sette anni, e su home console (ibrida, ma pur sempre home console) addirittura dopo diciassette, precisamente dai tempi di GameCube. Lo sviluppatore è sempre Camelot Software Planning, più nota come Camelot, in collaborazione col team interno Nintendo EPD 2.

Il gruppo che lo ha sviluppato è lo stesso di Mario Tennis Aces, che risale al 2018. Il nuovo Mario Golf non condivide solo il team col gioco di tennis, ma anche le coordinate visive e, in generale, estetiche. È la prima e non l'ultima volta che proporremo questo paragone durante il nostro articolo: per il momento limitiamoci a scrivere che i due sportivi per Nintendo Switch, a differenza che in passato, hanno tentato di rendere l'aspetto più realistico e meno mariesco. Si tratta sempre di raggiungere un equilibrio tra queste due dimensioni, ma se nei vecchi episodi gli abitanti del Regno dei Funghi apparivano col loro abituale vestiario, sia in Mario Tennis Aces che in Mario Golf: Super Rush hanno degli abiti a tema. Con delle rispettabili eccezioni come Yoshi, che gira sempre nudo.

A nostro parere si tratta della scelta giusta, perché in questo modo, nonostante la forma baloccante dei personaggi, il contesto sportivo è subito evidente. La stessa interfaccia grafica, più sobria e formale che in passato, è ripresa da Mario Tennis Aces. In generale l'aspetto visivo è piacevole, pur non impressionante, e il titolo va a 60fps costanti.

Le somiglianze non finiscono qui. Analizzeremo tra poco il risultato, ma i due titoli, come approccio, sono davvero fratelli. Mario Tennis Aces, ragionando sulle meccaniche reali dello sport rappresentato, tentava di traslarle nel videogioco in modo esagerato: a cosa somiglia, più che a ogni altro genere, il tennis? A un picchiaduro. E così Camelot e Nintendo hanno deciso di arricchire le meccaniche abituali con caratteristiche tipiche del genere. La stessa cosa è successa con Mario Golf: Super Rush: qual è l'obbiettivo del golf? Fare buca prima degli avversari. Per questo motivo è stata inserita una modalità in cui, tra un colpo e l'altro, bisogna correre più veloce degli altri per raggiungere la propria pallina, e scagliare così il tiro successivo.

Di Mario Tennis Aces in molti avevano criticato l'avventura single-player: questo perché era più simile a un lungo tutorial che a un'avventura vera e propria. Memori delle glorie passate, in cui i titoli Camelot - su console portatile - avevano autentiche contaminazioni da gioco di ruolo, alcuni utenti erano rimasti interdetti. La modalità Avventura ritorna anch'essa su Mario Golf: Super Rush: ne scopriremo assieme i dettagli nel prosieguo della recensione, ricordandovi che il gioco sarà disponibile dal 25 giugno 2021.

Meccaniche basilari

Mario Golf: Super Rush: la barra del tiro riserva delle novità.
Mario Golf: Super Rush: la barra del tiro riserva delle novità.

Da decenni le meccaniche dominanti dei videogiochi golfistici, dettagli ed eccezioni a parte, sono sempre le stesse: si sceglie la mazza, si dà un'occhiata al vento e alla mappa, si orienta la direzione del tiro, si seleziona la potenza desiderata all'interno di una barra dinamica e, subito dopo, si cerca di fermare un secondo indicatore il più vicino possibile al precedente, così da ottenere un colpo preciso. Siamo rimasti molto sorpresi che Mario Golf: Super Rush non sfrutti la stessa impostazione, al punto che per ore ci siamo chiesti se avessimo compreso il gioco.

Invece, a meno che non ci sbagliamo di grosso, è esattamente così: il recente progetto Camelot non ha il secondo indicatore. In parole povere, la precisione è data dall'intensità del tiro (sopra o sotto la soglia di sicurezza), e dall'abilità innata del personaggio selezionato. Una volta selezionata la potenza del colpo infatti, prima che la seconda barra raggiunga l'asticella della forza (questione di pochi istanti), bisogna "solamente" inclinare il control stick in modo da donare l'effetto desiderato alla pallina. Nessun secondo click.

La conseguenza principale di questa impostazione è che ci sono meno tiri "sbagliati"; a onor del vero, va detto che la barra della precisione, nei precedenti giochi golfistici, era un ostacolo reale principalmente all'inizio dell'esperienza. Nintendo e Camelot, rimuovendo questo elemento, hanno semplificato la vita ai novizi, togliendo solamente un po' di profondità ai giocatori esperti. Profondità che comunque rimane immutata nella lettura della direzione del vento, dei rimbalzi, degli effetti da donare alla sfera: laterale, verso l'alto o il basso, in modo più o meno graduale. Alcuni personaggi possono addirittura imprimere più di una direzione, in base all'esperienza e alla mappa: potrete dare un primo effetto a destra, magari per evitare una roccia, e i successivi due verso sinistra, così - ad esempio - da evitare un bunker ed approcciare il green.

Mario Golf: Super Rush: preparazione di un Tiro Speciale.
Mario Golf: Super Rush: preparazione di un Tiro Speciale.

È molto importante, per ottenere buoni risultati, imparare a leggere bene la mappa (dall'alto) e il telemetro (che misura la profondità e l'inclinazione del terreno), per poi intersecare questi parametri con la direzione del vento e la "rotolata", ovvero la porzione di campo che coprirà la pallina una volta toccata terra. Per diventare bravi giocatori è necessario anche dominare topspin e backspin: il primo dà una spinta in avanti al termine della rotolata della sfera, il secondo la ferma più in fretta. Non sono difficili da eseguire - basta bloccare la barra della potenza cliccando due volte A, o due volte B - ma comprenderne e immaginarne le conseguenze è tutt'altro che scontato.

Maraio Golf: Super Rush: il Tiro Speciale di Luigi, che sfrutta il Fiore di Ghiaccio.
Maraio Golf: Super Rush: il Tiro Speciale di Luigi, che sfrutta il Fiore di Ghiaccio.

L'indicatore della precisione compare solamente nelle fasi più avanzate, o nell'utilizzo di determinate mazze, o nell'esecuzione di un lob particolarmente complesso: anche in queste circostanze comunque è separato dalla barra principale. Bisogna fermare un indicatore circolare, che avanza piuttosto velocemente, così che coincida con l'estremità della mazza. Si tratta, lo ripetiamo, di un evento molto raro: non doveste affrontare l'Avventura, forse nemmeno vi ci imbattereste.

A questi colpi si aggiungono i Tiri Speciali, disponibili solamente una volta caricata la barra dell'energia: sono dei colpi più potenti e profondi del solito, che si fermano nel punto esatto d'atterraggio, il cui impatto è capace di danneggiare le palline posizionate nelle vicinanze. Ne parleremo ancora quando tratteremo i personaggi del gioco.

Speed Golf e Battaglia Golf

Mario Golf: Super Rush: uno scatto nello Speed Golf.
Mario Golf: Super Rush: uno scatto nello Speed Golf.

Alle modalità di gioco canoniche, ovvero Golf Libero e Sfida Solitaria (dove si possono migliorare i propri punteggi e misurare il livello di abilità raggiunto), in Mario Golf: Super Rush si aggiungono due specialità alternative e molto creative. La più pubblicizzata, e quella maggiormente presente nell'Avventura, è Speed Golf.

Come dicevamo in precedenza, Mario Tennis Aces fondava la profondità delle sue dinamiche attraverso una commistione tra le meccaniche del tennis e quelle tipiche di un picchiaduro. Mario Golf: Super Rush prova ad ottenere lo stesso risultato fondendo golf e action game. In Speed Golf, una volta partito il tiro, bisogna correre più velocemente degli altri giocatori, dosando un indicatore di fatica, così da raggiungere al più presto la pallina appena scagliata. Si può saltare, e si possono fare degli scatti che consumano gran parte della barra della fatica: in questi ultimi casi, andando a impattare gli avversari, si riesce a disorientarli e rallentarli. È stato inserito anche un effetto scia in stile Mario Kart.

Mario Golf: Super Rush: una fase di Battaglia Golf.
Mario Golf: Super Rush: una fase di Battaglia Golf.

Speed Golf è una modalità originale e molto divertente; tuttavia, a differenza di Mario Tennis Aces, abbiamo il sospetto che non rimpiazzerà quella tradizionale. Per due motivi molto semplici. Il primo è che, nei videogiochi di golf, la "lentezza" dello sport reale è già ridotta attraverso l'eliminazione delle camminate da una postazione all'altra. Il secondo motivo risiede nella qualità stessa di queste fasi, che sono divertenti ma non pulite o ben integrate quanto le meccaniche da picchiaduro nel tennis. Rimarrà una modalità di grande valore, ma probabilmente alternativa a quella principale. L'effetto maggiormente catalizzante di Speed Golf non risiede tanto nelle corse, quanto nella fretta, e conseguentemente nella pressione, che viene conferita all'esecuzione del colpo.

Battaglia Golf è un'evoluzione di Speed Golf, ma ancora più lontana dallo sport originale. Come suggerisce il nome, somiglia all'omonima modalità di Mario Kart. In sostanza bisogna completare le tante buche dell'arena - un'unica arena, ogni percorso ne ha varie - prima dei concorrenti: il tutto potendo anche colpire delle bombe, così da danneggiare le palline avversarie. Una variante più tradizionale prevede che si raggiunga prima degli altri una singola buca, dopo la quale ne compare un'altra (vince chi ne completa prima tre); un'altra invece le posiziona tutte fin dall'inizio, così che ognuno possa scegliere il tragitto che ritiene più idoneo alle proprie caratteristiche.

Percorsi e personaggi

Mario Golf: Super Rush: un percorso del Vulcano di Bowser.
Mario Golf: Super Rush: un percorso del Vulcano di Bowser.

I percorsi attualmente disponibili in Mario Golf: Super Rush sono sei, ognuno contenente diciotto buche. A differenza che in certi capitoli precedenti, nonostante siano stati inseriti alcuni ostacoli stravaganti, i percorsi sono abbastanza classici. Si va dalle buche per principianti, dove si può far pratica senza troppe stranezze, al Vulcano di Bowser, dove troverete torri, lava, prati incolti, green ricolmi di saliscendi. Valle del Lago, con le sue raffiche di vento, è forse il percorso che abbiamo preferito: una commistione perfetta tra realismo ed elementi marieschi. A nostro avviso il più ostico non è il percorso di Bowser, bensì i Boschi Tempestosi (omaggio sorprendente a Breath of the Wild), delle buche molto ardue dominate da nembi irrequieti, che da un momento all'altro potrebbero scagliare un fulmine e farvi perdere un turno.

I personaggi di partenza, escluso il Mii importabile dall'Avventura, sono sedici. Tutti provenienti dell'universo mariesco: niente crossover massivi in stile Super Smash Bros. Ultimate (ovviamente), ma nemmeno minimi come in Mario Kart 8. Come dicevamo all'inizio, ogni personaggio, tranne eccezioni come Boo o Yoshi, è vestito da golfista. Non abbiamo apprezzato soltanto la decisione, ma anche l'esecuzione: se Mario ha abiti impeccabili, Wario esibisce dei discutibili pantaloni losangati, e un orripilante cappello da cowboy. Waluigi sembra uscito da Il Padrino, e Bowser da un rave teutonico.

I valori che determinano le caratteristiche dei personaggi sono Potenza, Resistenza, Velocità, Controllo e Spin: il secondo e il terzo hanno importanza solamente in Speed Golf e Battaglia Golf. Naturalmente i golfisti differiscono molto l'uno dall'altro, ma non quanto accadeva col tennis.

Mario Golf: Super Rush: alcuni dei personaggi del gioco, con l'aggiunta di un Mii.
Mario Golf: Super Rush: alcuni dei personaggi del gioco, con l'aggiunta di un Mii.

Un aspetto da tenere in considerazione, soprattutto nelle sfide multiplayer, risiede nelle conseguenze del Tiro Speciale: posto che la meccanica basilare è uguale per tutti, l'impatto a terra scaturisce effetti diversi. Il personaggio che abbiamo utilizzato maggiormente, Baby Bowser, avvolge con del fumo il terreno accanto a sé nascondendo agli avversari la posizione - sulla mappa - della bandierina. Altri trasformano le sfere dei contendenti in uova o stelle, così da renderne irregolare la rotolata; altri ancora spostano più violentemente le palline altrui.

Il numero di percorsi - pur non basso - non è ancora paragonabile a Mario Golf: World Tour; nei prossimi mesi le cose dovrebbero cambiare, attraverso l'arrivo di DLC gratuiti. Ne abbiamo avuto una piccola anteprima all'E3, dove si è visto un antipasto di un'ambientazione a tema Super Mario Odyssey: un'aggiunta gradita, visto che il recente platform 3D Nintendo è citato meno di quanto pensassimo, se non grazie alla golfista Pauline. Data la sobrietà dei percorsi iniziali, che personalmente abbiamo apprezzato parecchio, è lecito attenderci delle aggiunte meno tradizionali, più strambe e grottesche, con più imprevisti.

Avventura

Mario Golf: Super Rush: l'inizio dell'avventura, dove bisogna per forza controllare un Mii.
Mario Golf: Super Rush: l'inizio dell'avventura, dove bisogna per forza controllare un Mii.

Eccoci arrivati a uno degli argomenti che interesseranno maggiormente certi lettori, in particolare quelli che avevano apprezzato la modalità single-player dei vecchi Mario Golf portatili. Ve lo anticipiamo subito: l'Avventura di Mario Golf: Super Rush è più corposa e impegnativa di quella di Mario Tennis Aces, ma non è paragonabile a quelle dei vecchi Mario Golf.

Potenziamento delle statiche del Mii (protagonista obbligatorio) a parte, le dinamiche da gioco di ruolo sono sostanzialmente assenti. Niente rivalità con altri golfisti emergenti (se non Boo e Plakkoopa, presenti solo all'inizio), niente gavetta e sfide intestine fino a sfidare i protagonisti; anche i negozi sono poco presenti e, soprattutto, l'acquisto dei potenziamenti è piuttosto scontato e guidato.

Mario Golf: Super Rush: una delle sfide dell'Avventura.
Mario Golf: Super Rush: una delle sfide dell'Avventura.

Giudicare questa modalità in relazione alle proprie aspettative, o ai risultati raggiunti in passato, sarebbe sbagliato: l'Avventura di Mario Golf: Speed Rush è lunga e impegnativa (intorno alle dieci ore, fallimenti compresi), divertente, e alla fine della stessa non sarete discreti giocatori, ma ottimi golfisti. In aggiunta alle sfide sportive ci sono delle aree, per quanto semplici, che fanno da collante tra una gara e l'altra: delle sezioni dove potrete parlare con gli abitanti e coi negozianti, e dove potreste scovare mentori inaspettati. L'Avventura dona un contesto narrativo ai singoli percorsi (rimarchiamo le citazioni zeldiane di Boschi Tempestosi), e propone sfide di varia entità. Tradizionali, speed golf (soprattutto), golf campestre.

Si tratta in definitiva di una modalità ben fatta e piacevole, longeva quanto basta, che non va paragonata ai titoli per Game Boy, di cui costituiva l'ossatura principale. L'unica vera critica che si sentiamo di fare risiede nell'aspetto low-budget di certe aree di transizione, graficamente meno curate dei percorsi golfistici.

Motion Control e Multiplayer

Mario Golf: Super Rush: i precisi motion control del gioco.
Mario Golf: Super Rush: i precisi motion control del gioco.

Ogni volta che si inizia un percorso si può selezionare se utilizzare i controlli tradizionali o i motion control. A differenza che in Mario Tennis Aces, qui sono realizzati con perizia, e sicuramente livelleranno le partite tra esperti ed esordienti: questo non perché siano realizzati male, ma perché gestire le variabili è molto più complesso. Non è semplice donare la potenza esatta, ancora più complicato risulta imprimere l'effetto desiderato. In ogni caso, lo ripetiamo, i controlli sono ottimi, generano un'esperienza divertente e adatta a tutti.

Il multiplayer ha il solito grande pregio dei titoli golfistici, e cioè di poter essere esperito da tutti i presenti con un singolo pad: che si usino i motion control o meno, si può giocare in quattro con un solo Joy-Con. Inutile stare a rimarcare quanto sia divertente o apprezzabile questa modalità: esattamente come per altri titoli sportivi, si tratta del cuore del gioco, e Mario Golf: Super Rush fa tutto il necessario per esaltarlo a dovere. Andranno approfondite a lungo termine le meccaniche di Speed Golf, e dei Tiri Speciali, tra giocatori esperti. Nel nostro test online ad esempio abbiamo vinto alcune sfide perché, avendo disponibile il Tiro Speciale, abbiamo atteso che colpissero la palla tutti gli altri, così da scaraventare lontano le loro palline al momento dell'impatto della nostra: cosa succederà quando tutti adotteranno questa strategia? Probabilmente sarà importante scegliere sentieri meno scontati, quelle piccole zolle di erba accogliente tra rovi e prati incolti.

Mario Golf: Super Rush: i movimenti richiesti, pur non come nella foto, sono piuttosto ampi.
Mario Golf: Super Rush: i movimenti richiesti, pur non come nella foto, sono piuttosto ampi.

Proprio riguardo all'online, abbiamo testato il gioco con altri due redattori e una dipendente di Nintendo Italia. La prova è andata bene, abbiamo giocato sia in modalità tradizionale che a Speed Golf: al momento in cui scriviamo si possono solamente creare (o raggiungere, attraverso un codice) stanze tra amici, per cui, oltre a segnalarvi che quanto abbiamo testato funziona bene, non possiamo garantirvi l'esistenza o la profondità di altre modalità. Considerando quanto accaduto con Mario Tennis Aces, immaginiamo - fin dall'uscita ufficiale del titolo - che l'online sarà arricchito da altre opzioni.

Commento

Multiplayer.it

8.2

Lettori (7)

8.1

Il tuo voto

Mario Golf: Super Rush è un gioco di golf compatto, ben realizzato, coinvolgente. È capace di accontentare sia i giocatori occasionali, che si divertiranno attraverso i pregevoli motion control, sia gli utenti più esperti, che si daranno battaglia attraverso una lettura approfondita delle pendenze e del vento, attraverso un'adeguata scelta della mazza e dell'effetto da donare alla pallina. Le buche sono poco più di cento, ma aumenteranno coi DLC gratuiti. L'Avventura è lunga e impegnativa, e alla fine della stessa potrete usare il Mii protagonista contro i personaggi marieschi, in ogni modalità: è più strutturata e complessa di quella vista in Mario Tennis Aces, ma molto diversa da quella dei vecchi titoli per Game Boy, che vantavano una componente ruolistica molto più marcata. Pur avendola apprezzata, abbiamo il sospetto che la modalità Speed Golf, che unisce meccaniche action e racing a quelle golfistiche, difficilmente possa spodestare quella tradizionale. In generale si tratta di un titolo che consigliamo caldamente, soprattutto a chi potrà goderselo in multiplayer (sia online sia offline).

PRO

  • Ottimi controlli, normali e motion
  • Fisica realistica
  • Speed Golf e Battaglia Golf sono modalità divertenti
  • Avventura lunga e impegnativa
  • Coraggiosa la scelta di togliere la barra della precisione...
CONTRO
  • ... ma semplifica troppo i colpi più difficili
  • Pochi percorsi bizzarri
  • L'avventura ha elementi RPG solo accennati
  • Le conseguenze dei Tiri Speciali, tra esperti, sono ancora da valutare