Nacon Revolution X Pro Controller, la recensione del pad con filo per PC e Xbox di fascia media

Nacon torna su Xbox e PC con un dispositivo altamente personalizzabile con filo, sebbene con qualche limite costruttivo: vi spieghiamo tutto nella recensione del Revolution X Pro Controller

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   24/10/2021
3

Interpretare al meglio la fascia media dei controller professionali non è semplice: si tratta di una via di mezzo fra i dispositivi standard venduti in bundle con le console e quelli più curati e sofisticati, dunque parliamo per forza di cose di una sintesi che accetta qualche compromesso, ma al contempo offre funzionalità avanzate e un grado di personalizzazione superiore.

È attorno a questi temi che verte la recensione del Nacon Revolution X Pro Controller: abbiamo avuto modo di provare per alcuni giorni l'ultimo modello della casa francese compatibile con Xbox e PC, riscontrando tanta generosità nell'ambito delle tecnologie adottate ma anche qualche limite costruttivo.

Nacon Revolution X Pro Controller visto di fronte
Nacon Revolution X Pro Controller visto di fronte

Volendo essere pignoli infatti, il Revolution X restituisce la sensazione di un apparecchio giocattoloso e plasticoso, la pressione dei pulsanti produce rumori non molto piacevoli e il peso fin troppo contenuto (ma fortunatamente modulabile) contribuisce a dare l'idea di un prodotto assemblato utilizzando materiali troppo leggeri.

La mancanza di connettività wireless è inoltre dura da digerire, a maggior ragione considerando la presenza di un supporto alla tecnologia Dolby Atmos per le cuffie che non restituisce performance straordinarie. Parlavamo però di vie di mezzo, e in effetti il prezzo del dispositivo è pari a 109,90€, a metà strada fra i controller standard e le varianti professionali più costose.

Caratteristiche hardware

Nacon Revolution X Pro Controller visto di lato
Nacon Revolution X Pro Controller visto di lato

Come detto, il Nacon Revolution X Pro Controller funziona solo in modalità cablata, con un cavo USB-C a USB-A rimovibile, robusto e lungo ben tre metri. È compatibile con Xbox Series X|S, Xbox One e PC con sistema operativo Windows 10, e per farlo funzionare basta collegarlo. Davvero ottima la garanzia di due anni, specie considerando che controller molto più costosi come lo Scuf Instinct Pro recensito di recente non si spingono oltre i sei mesi.

Il design degli analogici è asimmetrico e riprende il layout standard delle console Microsoft, sebbene il pulsante Xbox sia collocato un po' più in basso. Le differenze si riscontrano tuttavia sul retro, dove troviamo quattro pulsanti integrati nei manubri, due sopra e due sotto, con al centro un tasto per cambiare profilo e uno per passare dalla configurazione classica a quella avanzata. Oltre alla porta USB-C è presente l'ingresso jack audio da 3,5 millimetri.

Nacon Revolution X Pro Controller, il retro del dispositivo
Nacon Revolution X Pro Controller, il retro del dispositivo

Abbiamo accennato al peso modulabile per un motivo preciso: nella confezione del Nacon Revolution X Pro Controller è incluso un piccolo contenitore al cui interno ci sono tre coppie di minuscoli bilancieri in metallo da 10, 14 o 16 grammi che è possibile inserire all'interno dei manubri per aumentare la "consistenza" del dispositivo, facendolo passare da 231 a 263 grammi: un valore comunque inferiore rispetto al controller ufficiale Xbox.

Sempre nel piccolo contenitore ci sono anche due cap convessi per gli analogici e alcuni anelli di metallo che permettono di aumentare o diminuire la corsa degli stick nelle varie direzioni: una personalizzazione che va di pari passo con le regolazioni avanzate che è possibile effettuare utilizzando l'app ufficiale Revolution-X, scaricabile gratuitamente sia su PC che su Xbox.

Questi aspetti del Nacon Revolution X Pro rappresentano senza dubbio il suo più grande punto di forza. Dall'app è infatti possibile modificare le funzioni di tutti i pulsanti del dispositivo, cambiare la curva di reazione dei singoli stick analogici e dei trigger, impostare l'equalizzazione audio per sfruttare al meglio la tecnologia Dolby Atmos integrata e salvare il tutto su quattro differenti profili.

Volendo la rimappatura dei quattro tasti extra è disponibile anche al volo, senza utilizzare l'applicazione: basta tenere premuto il tasto profilo per tre secondi finché il cerchio LED attorno allo stick destro non prende a lampeggiare, premere il tasto che si desidera programmare e poi quello che vogliamo "clonare", quindi premere nuovamente il tasto profilo per tre secondi al fine di concludere l'operazione.

Nacon Revolution X Pro Controller, il dettaglio dei pulsanti integrati nei manubri
Nacon Revolution X Pro Controller, il dettaglio dei pulsanti integrati nei manubri

Scheda tecnica Nacon Revolution X Pro Controller

  • Design analogici: asimmetrico
  • Compatibilità: Xbox (tutte), PC
  • Connettività: wired
  • Lunghezza cavo: 3 metri
  • Pulsanti: 17 più analogici e d-pad
  • Parti sostituibili: cap degli analogici
  • Programmabile: sì, quattro profili
  • Porte: USB-C, jack audio da 3,5 millimetri
  • Peso: 231 grammi (senza bilancieri)
  • Prezzo: 109,90€

Design

Nacon Revolution X Pro Controller visto dall'alto
Nacon Revolution X Pro Controller visto dall'alto

Sul fronte del design, il Nacon Revolution X Pro Controller riprende l'estetica dei joypad per PC dell'azienda francese, più squadrati e meno armoniosi rispetto al controller ufficiale Xbox o allo stesso Pro Compact Controller sempre di Nacon. Di colore nero, il dispositivo è realizzato in plastiche un po' troppo sottili, che producono scricchiolii durante la pressione dei tasti integrati nei manubri.

Il grip è garantito da una finitura ruvida nella parte esterna dei manubri, ma anche qui il materiale utilizzato è la plastica. La colorazione completamente nera del controller viene ravvivata dai pulsanti principali, con le lettere colorate di grosse dimensioni ma con una corsa poco consistente. Meglio i dorsali, che producono un click netto e fanno pensare a una durata maggiore rispetto al device Microsoft, che da quel punto di vista lascia un po' a desiderare.

Nacon Revolution X Pro Controller, il ring LED illuminato in base al profilo attivo
Nacon Revolution X Pro Controller, il ring LED illuminato in base al profilo attivo

Lo stick analogico destro è circondato da un cerchio illuminato con un LED RGB che cambia tonalità a seconda del profilo utilizzato oppure rimane verde laddove si selezioni l'impostazione standard. L'intenzione dei designer Nacon era evidentemente quella di valorizzare in qualche modo l'estetica del Revolution X, ma l'esito finale lascia un po' perplessi.

Peraltro la selezione del profilo viene indicata anche da quattro piccole luci poste fra il d-pad e l'analogico destro: lasciare che questa feature fosse comunicata visivamente solo dal colore del ring sarebbe stata forse una soluzione più elegante ed essenziale. Molto gradita, infine, la custodia in nylon inclusa nella confezione, che permette di trasportare il controller comodamente.

Esperienza d'uso

Nacon Revolution X Pro Controller collegato col suo cavo
Nacon Revolution X Pro Controller collegato col suo cavo

Abbiamo provato il Nacon Revolution X Pro Controller su PC e Xbox Series S, riscontrando fin da subito una certa plasticosità del dispositivo, dei pulsanti principali e di quelli extra integrati nei manubri. Insomma, sul fronte dell'ergonomia e della qualità costruttiva non siamo rimasti impressionati, ma bisogna ammettere che le feature messe a disposizione sono davvero svariate e interessanti.

Le tantissime personalizzazioni, in primo luogo: sia quelle da effettuare manualmente, cambiando il peso del controller e la corsa o il finale degli analogici; sia quelle che consentono di modificare l'intero layout dei comandi tramite l'app gratuita di Nacon, andando a regolare in maniera molto specifica il comportamento dell'apparecchio e plasmandolo attorno alle nostre esigenze.

Call of Duty: Black Ops Cold War, uno scontro in multiplayer
Call of Duty: Black Ops Cold War, uno scontro in multiplayer

Si tratta di extra che vanno esplorati e sperimentati nel corso del tempo al fine di trovare le impostazioni migliori, ma che già dopo qualche ora evidenziano in maniera chiara tutto il proprio potenziale, ad esempio con gli sparatutto in prima persona: abbiamo giocato a Call of Duty: Black Ops Cold War traendo vantaggio dalle personalizzazioni del Revolution X, così come è stato possibile sfruttare queste funzionalità in Apex Legends.

La modifica del comportamento degli stick analogici e dei trigger si è dunque rivelata molto utile, consentendoci di mirare più rapidamente nelle modalità competitive di Gears 5 e nelle battaglie su larga scala di Fortnite, sfruttando i tasti integrati nei manubri per poter rimanere sempre ben saldi sui comandi di movimento.

Commento

Prezzo 109,90 €

Multiplayer.it

7.5

Nacon Revolution X Pro Controller vanta senza dubbio svariate funzionalità utili e interessanti, che consentono di personalizzare l'esperienza d'uso andando a modificare il peso del dispositivo, la corsa degli analogici, il layout di tutti i pulsanti, l'uso dei quattro tasti extra integrati nei manubri e il comportamento di analogici e trigger. Da questo punto di vista è dura muovere delle critiche all'ultimo prodotto della casa francese, che tuttavia sul fronte della qualità costruttiva e dell'ergonomia mostra il fianco ad alcuni importanti difetti, che si estendono alla mancanza della connettività wireless.

PRO

  • Tante personalizzazioni disponibili
  • Completamente programmabile
  • Preciso e reattivo nei contesti competitivi
CONTRO
  • Plasticoso con una qualità costruttiva non al top
  • Privo di connettività wireless
  • Il Dolby Atmos integrato lascia un po' il tempo che trova