10 incredibili spot di videogiochi con testimonial d'eccezione

Nella storia dei videogiochi personaggi famosi, attori e sportivi hanno prestato il loro volto per tantissimi spot televisivi. Scopriamo insieme quelli più incredibili!

SPECIALE di Claudio Camboni —   23/10/2020
40

Spettacolo e videogiochi si sono incrociati spesso durante la varie ere videoludiche che si sono susseguite nei decenni. Sportivi di successo hanno frequentemente prestato il loro volto e le loro prestazioni per promuovere i vari videogiochi di calcio, basket, football americano, così come molti attori famosi sono apparsi in svariati spot ormai memorabili.

Con questa piccola classifica vogliamo ricordarvi solo alcune di queste incredibili pubblicità, con personaggi molto popolari già all'epoca o che lo sarebbero diventati di lì a poco. Scopriamo insieme dieci spot pazzeschi che sono rimasti nell'immaginario collettivo di tutti i videogamer!

Cyberpunk 2077 16

10 - SEGA

Negli anni '90 SEGA era all'apice del successo dopo Master System e con MegaDrive in rampa di lancio. Nel nostro paese all'epoca era Giochi Preziosi a distribuire direttamente e in esclusiva il noto marchio giapponese: il gruppo, fondato dall'attuale presidente del Genoa Calcio, è arrivato addirittura a rappresentare il quarto distributore mondiale di giochi dopo Hasbro, Mattel e LEGO. Enrico Preziosi non lesinava certo sulle spese pubblicitarie (circa 70 miliardi di lire all'anno sulle reti private), e proprio un uomo immagine di quegli anni si prestò a rendere famosa SEGA e le sue console, il mitico Jerry Calà! Famosissime le sue frasi, che ancora oggi riecheggiano nelle orecchie di tanti nostalgici appassionati: "libidine!", "doppia libidine" e "libidine coi fiocchi" erano un must dell'epoca. E, ovviamente, con la famosa chiosa finale "Ocio però, sono Giochi Preziosi!"

9 - Zelda

La storia dietro queste famosissime pubblicità ha quasi del commovente. Un giovane Robin Williams chiamò sua figlia "Zelda", come confermato da lui stesso anni dopo, proprio per la sua grande passione per la saga di Link e Principessa. Nintendo non poteva farsi scappare l'occasione di utilizzare i loro volti e le loro performance per pubblicizzare la compagnia e il gioco stesso, riuscito su Nintendo 3DS molti anni dopo con una edizione remastered. Nel video del compianto Robin si vede l'attore di Hollywood giocare insieme alla figlia proprio al capolavoro di Miyamoto, esclamando sul finale un dolcissimo "bentornato amico mio!", visto che Ocarina of Time era precedentemente uscito nel lontano 1998. Si tratta di una delle pubblicità più famose degli ultimi anni, andata in onda in tutto il mondo per celebrare Nintendo e la saga di Zelda a partire dal 2011.

8 - Super Mario Bros

SEGA aveva scritturato il "Re" delle commedie all'italiana ma l'avversaria storica Nintendo non stava di certo a guardare, ingaggiando il "Principe" del rap di allora, un tale Lorenzo Cherubini. Astro nascente della musica italiana, Jovanotti era reduce da una stagione di successi dall'Aquafan di Riccione e Radio Deejay, dove si trovava spesso a presentare mentre creava i suoi primi album. Era già un personaggio molto amato, soprattutto da bambini e giovani adolescenti che rappresentavano il target di riferimento a cui Nintendo si rivolgeva principalmente. Lo ricordiamo nella mitica pubblicità del "gioco del Natale" Ninja Turtles, ma anche in quella di Super Mario Bros dove confermava di essere uno dei ragazzi più amati dal pubblico femminile.

7 - Pitfall

Nel 1982 Nintendo e SEGA dovevano ancora emergere dal brodo primordiale dei primi produttori hardware di massa. All'epoca i dominatori della scena erano Intellivision e Atari, oltre a tantissime altre aziende che provavano ad inserirsi nel mondo dei videogiochi. Fu proprio Atari che, per pubblicizzare la sua famosa console "2600", ingaggiò un attore poco più che bambino per un famoso spot sulla propria console e Pitfall, titolo di punta nel 1982. Non potevano sapere che quel ragazzino, tanti anni dopo, sarebbe diventato una icona di Hollywood e attore di grande successo pop: era proprio un piccolo e magro Jack Black ad aprire quella famosa pubblicità.

6 - Target & NES

Correva l'anno 1998 e "Target" era già una delle compagnie di grande distribuzione più in voga negli Stati Uniti: insieme a WalMart e Kmart erano responsabili di più della metà delle vendite di videogiochi in tutti gli stati americani. Non fu un caso che durante le festività natalizie di quell'anno, Target scelse di pubblicizzare proprio il Nintendo Entertainment System che stava dilagando in tutto il mondo, era semplicemente il prodotto di punta del Natale. La compagnia scelse una testimonial davvero inaspettata per quanto grandiosamente famosa e perfettamente in linea con lo spirito natalizio, ovvero l'immensa Aretha Franklin. Basti pensare che tra l'anno precedente e le festività del 1988 la cantante era stata la prima donna ad entrare nella Rock&Roll Hall of Fame e vincere un Grammy Award come miglior performance R&B femminile. Nintendo e Aretha Franklin rappresentarono un binomio che molti americani ancora oggi ricordano con piacere.

5 - Battletanx

Vogliamo parlarvi di una delle nostre pubblicità preferite, che all'epoca N64 vide protagonista non un attore o un cantante sulla cresta dell'onda ma... un famosissimo pupazzo: il "Coccolino" degli ammorbidenti. Il riferimento al personaggio di fantasia non era ovviamente dichiarato ufficialmente, ma abbastanza evidente da essere percepito da tutti. Il mitico Coccolino era famosissimo in tutto il mondo dopo che una sussidiaria tedesca della Unilever creò "Kuschelweich", orsacchiotto che ispirava tenerezza e morbidezza. Il nome fu cambiato all'estero (per fortuna) e divenne noto in poco tempo, generando anche una serie di spot per il videogioco BattleTanx di Nintendo 64, dove appunto il tenero orsacchiotto si fa prima distruggere da un carro armato, poi recuperare da un team di scienziati che lo trasformano in una sorta di Cyber-Peluche (cercate il seguito di questo spot su youtube!).

4 - Atari 2600

Nel lontano 1981 Atari era una potenza commerciale incredibile, tanto da potersi permettere il lusso di scritturare tre stelle assolute dello sport mondiale per pubblicizzare la sua console "2600". Se prima abbiamo visto un giovane Jack Black divertirsi con Pitfall, questa volta una pubblicità Atari era imperniata su tre personaggi già ultra-famosi in tutto il mondo: nientepopodimeno che Pelè, il cestista Kareem Abdul-Jabbar e il pilota di Formula1 Mario Andretti. Non servono ovviamente presentazioni per il primo personaggio. Per i non avvezzi al basket invece basti pensare che Abdul-Jabbar all'epoca era già da diversi anni stella indiscussa dei Los Angeles Lakers, e insieme a Kobe Bryant, Magic Johnson e Shaquille O'Neal saranno gli unici ad entrare nella Hall of Fame come MVP stagionale NBA. Mario Andretti invece correva in F1 con la scuderia Alfa Romeo dopo essere passato anche da Ferrari e Lotus, una star assoluta insieme a Prost, Mansell, Patrese e Villeneuve.

3 - World of Warcraft

Non si ricordavano così tante star messe insieme per pubblicizzare un videogioco proprio dal 1981, anno in cui vide luce lo spot Atari sopracitato. Molto tempo dopo furono invece Activision e Blizzard a sponsorizzare in modo "massiccio" la loro creatura World of Warcraft, con una serie di personaggi pazzeschi che apparvero in TV e sul web. Le pubblicità della prima edizione del popolarissimo gioco di ruolo videro protagonisti Jean Claude Van Damme, Ozzy Osbourne, Mr.T, Mr. Bean e addirittura Chuck Norris, attore diventato un vero e proprio meme vivente dei nostri giorni. Gli spot di World of Warcraft hanno fatto la storia di questo videogioco e del modo di pubblicizzare il media stesso.

2 - Megadrive, MasterSystem e GameGear

Torniamo nel nostro bel paese per ricordare a tutti i figli degli anni '80 una serie di pubblicità che andarono in onda durante la loro adolescenza. Jerry Calà non fu l'unico testimonial che Giochi Preziosi stipendiò per promuovere SEGA: all'epoca giravano anche altri spot che videro protagonisti addirittura l'attuale CT della Nazionale Italiana, Roberto Mancini in forza alla Sampdoria e Walter Zenga, icona dell'Inter. I due hanno in realtà condiviso qualche sketch televisivo anche con Gianluigi Lentini, all'epoca bomber nel giro della Nazionale e tesserato nel Torino e Milan dell'epoca. Ricordiamoli in questi meravigliosi spot, scanzonati e spensierati proprio come l'epoca in cui uscirono in TV.

1 - Cyberpunk 2077

Facciamo un rapido balzo in avanti parlando di un recentissimo spot che ha destato molto clamore mediatico e al quale ci siamo ispirati proprio per stendere questa speciale top10. Dopo aver presentato l'evento della press conference di Cyberpunk 2077 all'E3 2019 ed essersi prestato in "digitale" per comparire nell'atteso videogioco di CD Projekt, è stato proprio Keanu Reeves a prestarsi per comparire nello spot andato in onda il primo ottobre 2020 durante gara 1 della finale NBA tra Los Angeles Lakers e Miami Heat. La pubblicità televisiva con il divo hollywoodiano è stata tanto inaspettata quanto dirompente: la "seconda giovinezza" di Keanu e il suo recente ritorno a grandi performance di botteghino lo ha reso ancora più popolare di prima. Cyberpunk 2077 non poteva avere un testimonial migliore di lui.