Rainbow Six Siege: al via la European League

Vediamo i dettagli della massima competizione eSport europea di Rainbow Six che prenderà il via domani

SPECIALE di Luca Porro   —   21/06/2020
0

Domani, 22 giugno 2020, prenderà il via la prima edizione della European League di Rainbow Six Siege, quella che sarà da quest'anno la massima competizione Europea per gli eSport targati Ubisoft e Rainbow Six. Dieci squadre si affronteranno a partire dallo stage 1 che prenderà il via domani con l'obiettivo di diventare il team più forte d'Europa. A margine di tutto ciò è stata annunciata anche la European Challenger League (la Serie B per fare un paragone calcistico) formata dai vincitori dei singoli campionati europei e dai vincitori dell'European Open Qualifier.

Talento e dedizione

Innanzitutto partiamo da qui: al di là di questa edizione, Ubisoft ha messo in campo un'organizzazione invidiabile che ricalca un po' alcune gerarchie calcistiche che tanto bene hanno fatto in questi anni. I singoli campionati europei acquistano maggiore importanza. Dalla prossima edizione, infatti, i vincitori di Spain Nationals, French League, Italy Nationals, GSA League, Benelux League, UK Ireland Nationals, Polish Masters, Russian Major League e Nordic Championship potranno a gareggiare assieme ai detentori dell'Open Qualifier nella European Challenger League che permetterà alle prime due squadre di avere un'opportunità di competere nella European League, la competizione più importante.

Un sistema dunque stratificato, ponderato e che garantisce visibilità a tutti, nessuno escluso. Una struttura che parte dal basso e che si ramifica fino alle vette gloriose di una competizione, l'European League, che potrebbe davvero fare scintille. Le varie leghe mondiali poi garantiranno ai vincitori l'accesso ai Major prima e al Six Invitational poi, andando a creare anche a livello internazionale una struttura ben organizzata.

European League 3

Nel dettaglio però cosa ci offrirà questa prima European League? Vediamolo assieme. Da lunedì 22 giugno prenderà il via lo Stage 1 con ben due giornate ricche di match. Le dieci squadre a contendersi il montepremi di 50.000 euro per Stage 1 e Stage 2 ciascuno e 100.000 euro per le Finals sono: G2 Esports, Rogue, Team Vitality, Team Empire, BDS Esport, Natus Vincere, Virtus.pro, Team Secret, Tempra Esports e Chaos Esports Club. Dieci match nello Stage 1 spalmati su due giorni con una programmazione da brividi: dalle 18.00 a oltranza non ci si fermerà mai con l'ultimo match fissato per le 22.00 (suscettibile a spostamenti in base alla lunghezza delle sfide) e il "Main Event" posizionato in prime time alle 21.00.

Per ogni stage le squadre avranno un pool prestabilito di mappe in cui poter giocare e dunque anche le strategie saranno importanti. Per lo Stage 1 le mappe a disposizione dei team saranno Oregon, Club House, Consolato, Kafé, Costa, Parco divertimenti e Villa. Ovviamente i Team Empire e i G2 Esport arrivano alla competizione come le compagini più blasonate e sulla carta favorite, ma le vicende degli ultimi mesi che ci siamo trovati a raccontare anche qui su Multiplayer hanno visto le due squadre mancare gli appuntamenti più importanti andando dunque a perdere un po' lo status di invincibili che nel tempo si erano costruiti. Natus Vincere, Rogue e Team Vitality dunque potranno approfittarne e provare a ottenere degli ottimi risultati. Da non sottovalutare anche la categoria underdog che vede nella European League una maggiore presenza di team insidiosi e papabili sorprese.

Euroepan League 4

Un piccolo focus va anche fatto riguardo alle aspettative, dato che proprio in vista di questa European League il "mercato dei pro player" ha mescolato un po' le carte. Se sotto il profilo del blasone vi abbiamo raccontato dei favoriti G2 e Team Empire, guardando ai roster la situazione è diversa e più incerta. Karzheka, storico capitano dei Team Empire, ha firmato per i Rogue andando a rinforzare una seria contendente al titolo. Fabian e Goga creeranno la grande coppia dei Vitality, con il primo che lascia i G2 dopo che gli era stata prospettata la panchina. Proprio nei G2 la grande new entry è CTZN dai Natus Vincere, il quale ha fame di vittorie e assieme al buon Kantoraketti potrebbe garantire nuova linfa vitale al team. I NaVi perdono CTZN e vedremo come la squadra che faceva del collettivo la sua forza troverà nuovi assetti, vista la presenza nel roster di Doki: talentuoso fragger scozzese. Infine altro grande sussulto lo hanno dato i Team Empire, che perso il capitano lo hanno sostituito con il mezzo sconosciuto Always, un giocatore misterioso che arriva dal nulla in una delle squadre più importanti del panorama europeo e che potrebbe regalarci una coppia d'oro di "enfant prodige" con JoyStiCK.

Euroepan League 5

L'European League che sta per prendere il via si prospetta interessante per diversi motivi. La ripresa delle grandi competizioni dopo la quarantena, una ripartenza necessaria che potrebbe regalare numerose sorprese, come primo motivo e la possibilità di assistere a un grande torneo vista la sua conformazione. Grandi partecipanti, tanto talento e numerosi scontri che potrebbero regalare emozioni agli appassionati del titolo Ubisoft. L'inizio è previsto per domani 22 giugno alle 18.00 e siamo curiosi di scoprire cosa ci riserverà quella che potrebbe diventare la Champions League di Rainbow Six Siege.