Sifu, le ultime novità dell'action game per PS5, PS4 e PC sviluppato da Sloclap

Con una data di uscita anticipata all'8 febbraio 2022, Sifu si prepara a coinvolgerci nella sua avventura a base di kung fu: ecco le ultime novità del gioco

ANTEPRIMA di Tommaso Pugliese   —   28/11/2021
19

Sifu arriverà prima del previsto: gli sviluppatori hanno deciso, in maniera quantomeno insolita, di anticipare la data di lancio del gioco all'8 febbraio 2022 su PC, PS5 e PS4. Il messaggio è chiaro: tutto è ormai pronto per il debutto del promettente action game a base di kung fu, che tuttavia arriverà nel corso di un mese piuttosto affollato di uscite importanti.

Sarà anche questa una battaglia, alla fine dei conti; proprio come quelle che troveremo nella campagna del titolo sviluppato da Sloclap, gli autori di Absolver, assolutamente determinati a dimostrare le proprie capacità con questo progetto e a coinvolgerci nell'avventura di un esperto di arti marziali in cerca di vendetta nei confronti dei criminali che hanno ucciso la sua famiglia.

Nelle ultime settimane il team ha rivelato tanti nuovi dettagli di Sifu e siamo ovviamente qui per raccontarveli.

Sistema di combattimento

Sifu, il protagonista combatte utilizzando un bastone
Sifu, il protagonista combatte utilizzando un bastone

Cominciamo dal sistema di combattimento, che rappresenta il fulcro del gameplay: come anticipato nella precedente anteprima di Sifu, l'approccio utilizzato dagli sviluppatori si avvicina molto alla filosofia freeflow, anche perché nel gioco ci troveremo molto spesso ad affrontare più avversari contemporaneamente e qualsiasi altra soluzione non sarebbe stata ugualmente efficace.

L'idea di Sloclap era quella di portare sullo schermo una rappresentazione quanto più fedele possibile a ciò che si vede nei più spettacolari film di arti marziali, con il protagonista che colpisce a turno i nemici, muovendosi come un fulmine all'interno dello scenario e sfruttando qualsiasi oggetto o risorsa al fine di concludere il combattimento vittoriosamente.

Sifu, un combattimento sta per partire in un locale
Sifu, un combattimento sta per partire in un locale

Visivamente non mancheranno i riferimenti ad alcuni film che hanno profondamente ispirato gli autori, su tutti Old Boy e John Wick: se li avete visti, sapete cosa aspettarvi dall'azione frenetica e coinvolgente di Sifu. Tuttavia non parliamo di meccaniche frivole e immediate, bensì di qualcosa di sostanzialmente più corposo e significativo.

Ogni personaggio del gioco è infatti dotato della cosiddetta struttura: un indicatore legato all'equilibrio che, una volta perso, espone agli attacchi dell'avversario e può portare a un rapido KO. Ciò vale sia per il protagonista che per i suoi nemici: riempita la barra della struttura, non saremo più in grado di difenderci per un determinato periodo di tempo e dovremo dunque cercare di evitare qualsiasi ulteriore contatto.

Sifu, il protagonista scivola su di un tavolo per evitare un attacco
Sifu, il protagonista scivola su di un tavolo per evitare un attacco

È per questo che in Sifu avremo la possibilità di difenderci in tre modi differenti: parando gli attacchi, deviandoli effettuando un blocco con il tempismo perfetto oppure schivandoli, tecnica quest'ultima che si renderà obbligatoria in presenza di colpi impossibili da fermare. Potremo inoltre sfruttare l'ambiente e i suoi oggetti per aumentare la varietà degli scontri ma soprattutto per infliggere danni extra ai nostri avversari.

C'è infine il concetto della concentrazione, anche questo un indicatore che si carica durante i combattimenti e, una volta pieno, consente di attivare una sorta di bullet time, rallentando il tempo al fine d'individuare e colpire i punti deboli del nemico che abbiamo di fronte e riuscire dunque a ferirlo gravemente, così da rendergli impossibile continuare a muoversi.

Invecchiamento

Sifu, il protagonista invecchiato
Sifu, il protagonista invecchiato

Un elemento d'indubbia originalità per Sifu è rappresentato dal concetto d'invecchiamento, uno degli aspetti mistici che troveremo nell'avventura di Sloclap. Il protagonista ha infatti vent'anni quando decide di affrontare il gruppo di assassini che ha sterminato la sua famiglia, e per avere una possibilità in più di farcela accetta d'indossare un misterioso ciondolo che può riportarlo in vita laddove venga ucciso.

C'è però un prezzo salato da pagare: la prima volta che torna in vita, il personaggio invecchia di un anno; la seconda volta di due anni; la terza di tre anni, e così via fino al punto in cui non avremo energia vitale sufficiente da dare in pasto al ciondolo per poter resuscitare. Dovremo dunque gestire il cosiddetto contatore della morte nella maniera più saggia possibile, ripristinandolo a ogni capitolo concluso o a ogni boss sconfitto e cercando di farcelo bastare fino al termine della campagna.

Morire, a ogni modo, rappresenta anche un'opportunità, perché è in tal modo che è possibile far crescere il combattente che controlliamo. Le schermate che precedono il ritorno in vita consentono di sbloccare nuove abilità e apprendere nuove tecniche che ci forniranno uno spunto in più una volta tornati in azione, rendendoci più forti anche se progressivamente meno resistenti. Potremo tuttavia accedere al medesimo meccanismo tramite i santuari sparsi all'interno dei livelli, come accade nei soulslike.

Sono interessanti anche i risvolti in stile roguelite dell'esperienza, con ad esempio i potenziamenti che vengono persi in caso di game over ma, impiegando un maggior numero di punti esperienza, possono diventare upgrade stabili e accompagnarci anche all'inizio di una nuova partita, concedendoci più possibilità di successo rispetto al tentativo precedente.

Grafica e sonoro

Sifu, un combattimento che si svolge di notte fra le mura di un tempio
Sifu, un combattimento che si svolge di notte fra le mura di un tempio

Come era lecito attendersi, Sifu punta a girare a 60 fps su tutte le piattaforme, incluse le PlayStation 4 standard, al fine di consegnarci la maggiore precisione e reattività possibili in relazione ai controlli: un aspetto fondamentale nei giochi di combattimento, specie laddove il timing rappresenti un elemento rilevante.

Al di là della tecnica, con un focus particolare sulla qualità e la quantità delle animazioni, è tuttavia la direzione artistica del progetto a incuriosire. Stabilite le fonti d'ispirazione utilizzate da Sloclap, sarà interessante vedere quanto di quelle produzioni cinematografiche ritroveremo nelle ambientazioni che avremo modo di esplorare durante la campagna.

Sifu è partito un po' in sordina, ma ha saputo ritagliarsi mese dopo mese una rilevanza sempre maggiore nel panorama dei titoli in uscita il prossimo anno. La nuova data di lancio lo colloca in un periodo a dir poco affollato e complicato, ma il gioco sviluppato da Sloclap sembra avere tutte le carte in regola per farsi valere grazie all'enfasi sulle meccaniche di combattimento, ai punti di riferimento utilizzati dallo studio come ispirazione e ad alcuni elementi originali che siamo curiosi di vedere in azione.

CERTEZZE

  • Sistema di combattimento profondo e complesso
  • Intrigante il concetto di potenziamento e invecchiamento
  • Potrebbe essere il gioco della vita per i fan delle arti marziali
DUBBI
  • La struttura sarà sufficientemente corposa?
  • Diverse meccaniche andranno viste in azione
  • Il bilanciamento della difficoltà è al momento un'incognita