Team Fight Tactics: Reckoning, il provato

Abbiamo giocato in anteprima il quinto set dedicato, ecco le nostre impressioni su Team Fight Tactics: Reckoning.

PROVATO di Tommaso Valentini   —   12/04/2021
4

Riot sta vivendo anni meravigliosi. È praticamente il primo sviluppatore di videogiochi a trainare l'intero settore e-sport e la sua esplosione è stata talmente roboante qualche anno fa che le meteore scagliate nel mondo videoludico sono state tante, potenti e capaci di arrivare a colpire anche chi a League of Legends, magari, non è che sia così interessato. Mentre Valorant e Runeterra camminano ormai con le proprie gambe e all'orizzonte si stagliano tanti nuovi titoli succosi sotto l'etichetta Riot Forge, l'unico anello legato a doppia mandata con League of Legends, e parliamo ovviamente di Teamfight Tactics, continua ad essere trattato con tappeti sontuosi e petali di rosa per spianargli la strada e fare in modo che sempre più persone si sentano invogliate a provare qualcosa di diverso dalle solite arene cinque contro cinque. Riot ci ha dato la possibilità gli scorsi giorni di giocare in anteprima il quinto set dedicato a TFT chiamato Reckoning su server privati e fidatevi se vi diciamo che questo si appresta ad essere lo stravolgimento più grande del titolo dal lancio ad oggi.

Una nuova collezione per conquistarvi

Team Fight Tactics: Reckoning: Preparatevi per il ritorno di Teemo!
Team Fight Tactics: Reckoning: Preparatevi per il ritorno di Teemo!

Reckoning, questo il nome del nuovo set, decide di proporre al pubblico un tema classico dove l'oscurità si sfida con la luce, dove bene e male tornano a scontrarsi in quella eterna lotta di fazioni capace di trasformarsi e mutare diventando negli anni il canonico Red vs Blue del nostro amato mondo. L'aspetto estetico si palesa nel più chiaro dei modi con la versione malvagia di Pengu, pronto ad aprire le porte di altre tre specie esclusive di leggende. L'estetica è sicuramente più fresca del precedente set e anche le arene stanno iniziando ad avere una costruzione sempre più complessa, con effetti di luce più complessi, audio ed effetti sonori rinnovati e una costruzione del contorno estremamente ricercata.

Team Fight Tactics: Reckoning: Il Ruined King ha lasciato il segno... anche sulla spatula!
Team Fight Tactics: Reckoning: Il Ruined King ha lasciato il segno... anche sulla spatula!

Il tutto, ovviamente, per spingerci ad acquistare ancora una volta l'ennesimo Battle Pass, in una curva esponenziale in termini di pura qualità dei contenuti, pur restando in linea con i precedenti set quando invece si va ad analizzare la mole contenutistica. Ad arricchire l'offerta di Reckoning entrerà a gamba tesa a fine mese anche una nuova modalità di gioco, che si appoggia sempre alle meccaniche di Team Fight Tactics ma che vuole provare a regalare un'esperienza diversa, più veloce e immediata rispetto alle partite classiche. Hyper Roll entrerà così di prepotenza nelle playlist parallele fornendo partite più brevi, garantite da un pool di HP di partenza di soli venti punti, dove l'esperienza per il leveling non viene più venduta ma guadagnata nel medesimo modo da tutti i partecipanti, impegnati così al cento per cento nel tentare di costruire la squadra più forte possibile. Attenzione però, perché anche i danni agli avversari verranno effettuati in maniera diversa, concentrandosi solo sul numero di round passati invece che sul livello di stelle dei componenti schierati sul campo di battaglia. Se di questa nuova modalità purtroppo non ci è dato sapere molto di più al momento siamo riusciti a provare in lungo e in largo diverse nuove composizioni e a farci un'idea di quante saranno le possibili nuove strategie e di come rivoluzioneranno il gioco conosciuto fino ad oggi.

Rivoluzione per Teamfight Tactics!

Prendete tutto quello che pensate di conoscere di Teamfight Tactics e mettetelo da parte visto che con Reckoning dovrete sostanzialmente imparare da capo tutte le formazioni, le funzionalità dei campioni ma, soprattutto, l'uso e le combinazioni degli oggetti. Molti equipaggiamenti sono rimasti uguali nelle funzionalità ma la grossissima novità è che esistono ora delle versioni malvagie dei nove equip principali che, se combinati con altri oggetti malvagi o neutrali potranno dare vita a oggetti finali estremamente diversificati. Per farvi capire meglio prendiamo in esame la famosa Guardian Angel, usata soprattutto sul vostro carry per permettergli di tornare in vita con una bassa percentuale di salute dopo essere stato messo fuori gioco. Ecco, immaginate ora che questo stesso oggetto, realizzato magari utilizzando un'armatura maligna farà risorgere il vostro campione con il cento per cento di vita dimezzandogli però la velocità d'attacco per il resto dello scontro. Capite bene che in questo modo le strategie si diversificano enormemente rispetto al passato e un item che mai avreste pensato di dare a un determinato campione potrebbe essere ora fondamentale nella sua versione malvagia. Questi oggetti speciali tuttavia non verranno lasciati cadere dai MOB ma andranno raccolti in un negozio speciale o agguantati durante il carosello, quello sì rimasto immutato.

Team Fight Tactics: Reckoning: Non mancheranno nuove arene, booms e leggende
Team Fight Tactics: Reckoning: Non mancheranno nuove arene, booms e leggende

La rivoluzione passa anche dai campioni e mai come con Reckoning avremo formazioni così eterogenee e dagli effetti assurdi. Gli Hellion in formazione, ad esempio, otterranno un aumento della velocità di attacco ma potranno addirittura creare una loro copia demoniaca dopo essere stati sconfitti la prima volta, sostanzialmente raddoppiando il numero di personaggi sul campo. La notizia che tutti aspettavano, ovviamente, è la possibilità di avere Little Devil Teemo tra gli Hellion con il perfido Yordle pronto a guidare la carica dei suoi compagni di razza, dall'alto della sua leggendaria potenza! Anche le tre streghe in Coven sono interessanti visto che possono potenziare il personaggio più vicino al centro del triangolo da loro formato garantendogli un buff del 50% di spell power, con una meccanica basata sul posizionamento e la formazione piuttosto che sulla sola forza bruta. Tutti gli eroi arrivano con nuove skin e gli oggetti vedranno le loro key art aggiornate in alta risoluzione per un ammodernamento visivo non strettamente necessario ma sicuramente apprezzato.

Il nuovo set Reckoning arriverà a fine mese sul client di gioco ma non vediamo l'ora di poterci giocare in maniera assidua. Le novità sono tante e tali da rivoluzionare le strategie visto fino ad oggi e gli oggetti in doppia versione potrebbero aggiungere ulteriori livelli di strategia alla produzione. Un ottimo motivo per tornare su TFT se è un po' che lo avete messo da parte o uno stimolo ulteriore per continuare a giocarci se siete già assidui frequentatori. Al netto del bilanciamento si preannuncia un'altra stagione davvero scoppiettante.

CERTEZZE

  • Il ritorno di Teemo
  • I nuovi oggetti sono eccellenti
  • Tantissimi nuovi tratti
DUBBI
  • Riuscirà Riot a bilanciare così tante combinazioni?