Death Stranding 2 confermato da Norman Reedus, lo sviluppo è appena iniziato

Nel corso di un'intervista, Norman Reedus ha confermato l'esistenza di Death Stranding 2, dicendo che lo sviluppo del gioco è appena iniziato.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   20/05/2022
295

Death Stranding 2 è stato confermato da Norman Reedus: nel corso di un'intervista, l'attore che interpreta il personaggio di Sam "Porter" Bridges ha detto che lo sviluppo è appena iniziato.

In effetti lo scorso agosto lo stesso Reedus ha parlato di una fase di negoziazione per Death Stranding 2: immaginiamo a questo punto che tutto sia andato in porto e che Hideo Kojima e il suo team abbiano subito cominciato a lavorare al progetto.

"Guillermo del Toro, con cui ho girato il mio primo film, mi ha chiamato per dirmi che c'era questo tizio di nome Hideo Kojima, che mi avrebbe chiamato e che avrei dovuto dire solo di sì", ha raccontato l'attore quando gli è stato chiesto com'è cominciata questa esperienza.

"'In che senso devo dire solo di sì?', chiesi. E lui: 'Non fare il cazzone, di' semplicemente di sì.' Mi trovavo a San Diego e Hideo arrivò da Tokyo con tanta gente al seguito per mostrarmi che stava lavorando a un gioco intitolato Silent Hill."

"Sono rimasto folgorato da ciò che mi ha fatto vedere, e così ho subito accettato di farlo. Non era Ms. Pac-Man, bensì qualcosa di così realistico, così futuristico, complicato e bellissimo. Sono rimasto folgorato, come ho detto."

Silent Hills è poi stato cancellato, ma Norman Reedus si è dedicato a Death Stranding. "Ci sono voluti forse due o tre anni per completare tutte le sessioni di motion capture e il resto."

"È un processo che richiede molto lavoro. Poi il gioco è uscito e ha vinto un sacco di premi, è stato un successo e così abbiamo cominciato a dedicarci al sequel."