Diablo Immortal: utente spende 100.000 dollari e non trova più nessuno in matchmaking [aggiornata]

Dal mondo di Diablo Immortal arriva anche l'incredibile caso di un utente che ha speso 100.000 dollari nel gioco e non trova più nessuno in matchmaking. Aggiornamento: Blizzard ha risposto.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese e Giorgio Melani   —   03/08/2022
111

Diablo Immortal e le sue micro-transazioni continuano a far discutere, nonostante il successo che il gioco comunque riscuote: un altro caso bizzarro arriva da un utente, nonché streamer, che dopo aver speso circa 100.000 dollari in microtransazioni varie è diventato talmente potente da non trovare nessuno con cui giocare in multiplayer attraverso matchmaking.

Aggiornamento
Blizzard ha contattato l'utente in questione, come confermato da lui stesso, al fine di risolvere il problema. Il giocatore ha parlato direttamente con un rappresentante dell'azienda, che gli ha assicurato l'approvazione di un fix che verrà reso disponibile nei prossimi giorni.

"Non vedo l'ora di vedere come funzionerà questo nuovo sistema. Spero sia stato disegnato in una maniera migliore", ha detto Jtisallbusiness, aggiungendo che l'attenzione mediatica nei confronti della sua situazione ha certamente contribuito a fare in modo che Blizzard si facesse viva con una soluzione.

"Spero sinceramente che Blizzard trovi un modo migliore per far sì che gli utenti possano comunicare con gli sviluppatori. Quando investi un sacco di soldi su di un gioco, ma anche se non li investi, dovresti comunque avere un qualche supporto tecnico da contattare."

Segue la notizia originale.

La cosa è in effetti piuttosto logica: dopo aver speso una cifra del genere, il giocatore è diventato talmente potente da non avere praticamente nessun pari livello nel gioco, dunque il sistema di matchmaking non riesce a organizzare alcuno scontro valido in base ai parametri di potenza registrati.

D'altra parte, è anche una chiara dimostrazione della tendenza pay to win presente in Diablo Immortal, anche se proprio il sistema di matchmaking sembra salvare gli utenti "standard" da coloro che hanno intenzione di spendere cifre assurde per diventare sempre più potenti, come dimostra anche questo bizzarro caso.

Per rimanere sul piano dell'assurdo, ora l'utente in questione sta considerando l'idea di ricorrere a un avvocato per fare causa ad Activision Blizzard, visto che all'incredibile spesa effettuata nel gioco corrisponde un'impossibilità effettiva di giocare.

"Non posso fare cose per cui ho speso soldi sul personaggio, e non ho nemmeno idea di quando questa situazione possa risolversi, né se si possa effettivamente risolvere visto che sono l'unico giocatore sull'intero pianeta ad avere questo problema", ha affermato jtisallbusiness, definito "content creator".

Ci auguriamo davvero che si tratti dell'unica persona al mondo ad aver speso 100.000 dollari in Diablo Immortal, anche se la questione non è affatto certa. In tal caso, è vero che una soluzione potrebbe essere difficile da trovare. Nel frattempo, i gioco ha raggiunto 30 milioni di giocatori grazie al lancio in Cina, con 100 milioni di dollari spesi in due mesi dai giocatori su mobile.