Elden Ring potrebbe non mostrarsi nel 2020, ma i fan di From Software saranno contenti nei prossimi due anni

Sembra che ci siano diverse sorprese in arrivo da parte di From Software nei prossimi due anni, ma Elden Ring potrebbe non mostrarsi nel corso del 2020.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/06/2020
129

Elden Ring è stato annunciato circa un anno fa ma da allora non ci sono stati ulteriori aggiornamenti sul gioco, che di fatto non si è mai mostrato in alcuna forma e potrebbe non farlo nemmeno per il resto del 2020, rimanendo dunque lontano dai riflettori ancora per vari mesi.

In base a quanto riferito da Imran Khan di Kinda Funny, Elden Ring non solo non sarebbe previsto nel 2020, ma potrebbe non mostrarsi proprio per tutto il resto dell'anno a quanto pare, facendo pensare a uno stato di sviluppo ancora piuttosto arretrato che spingerebbe il team a evitare ancora di mostrare il gioco, in attesa di avere qualcosa di più sostanzioso per una presentazione ufficiale.

Elden Ring potrebbe dunque non mostrarsi nel 2020, ma questo non significa che non ci siano grosse novità in arrivo da From Software: secondo quanto riferito sempre da Khan, i fan di From Software avranno "molte ragioni per essere felici nei prossimi due anni", a quanto pare. Non è stato specificato nient'altro, ma potrebbero esserci dunque vari progetti in grado di interessare particolarmente i fan del team nipponico.

Tra questi, potrebbe esserci anche il famoso possibile remake di Demon's Souls da parte di BluePoint per PS5, che è tra i progetti che rientra nell'ambito dei desideri dei fan di From Software, mentre tra le recenti notizie c'è stato un ritorno di fiamma sulle voci di corridoio su Bloodborne per PC, menzionato dallo stesso Khan in un tweet ma senza poter commentare specificamente sull'argomento.

Restiamo dunque in attesa di informazioni: ci saremmo aspettati di vedere Elden Ring nel corso di questa estate, magari in uno dei vari eventi principali come la presentazione di PS5 o l'evento Microsoft di luglio, ma queste nuove affermazioni di Khan mettono in dubbio la sua effettiva presenza per il 2020.