Epic Games: "Apple non ha alcun diritto sui frutti del nostro lavoro"

Epic Games torna all'attacco contro Apple: la società di Tim Cook non avrebbe alcun diritto sui frutti del lavoro di Epic, né a tassazioni su Fortnite.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   26/10/2020
205

"Apple non ha alcun diritto sui frutti del lavoro di Epic Games": è questa l'ultima, dura affermazione proveniente dalla società di Tim Sweeney, fondatore di Epic Games. E naturalmente si tratta dell'ennesima dichiarazione piccata all'interno di una lotta (quella tra Epic Games ed Apple) che non sembra volersi placare.

La dichiarazione che vi abbiamo riportato risale ad una recente discussione in tribunale. Come saprete, la guerra tra Epic Games ed Apple non si risolverà prima dell'estate del 2021, ma ovviamente intanto il procedimento legale continua a fare il suo corso. Il giudice, di recente, ha intimato a tutte e due le società di darsi la calmata, ma questo stesso articolo dimostra come il suggerimento sia stato portato via dal vento.

Epic Games ha tenuto a precisare come l'introduzione di un doppio sistema di pagamento su Fortnite non significhi che la società stia rubando qualcosa ad Apple: questo proprio perché Apple non avrebbe alcun diritto sui guadagni di Epic Games. Insomma, si tratta di un nuovo attacco al monopolio dell'App Store, dove ogni microtransazione viene tassata del 30%. Cosa che del resto avviene anche sul Google Play Store.

Intanto a rimetterci sono i giocatori, perché Fortnite è stato rimosso da iOS e macOS, dunque da Mac, iPhone e iPad.