Ghost of Tsushima: due sviluppatori diventano ambasciatori dell'isola nella realtà

Ghost of Tsushima continua a tracimare nella realtà, con i due director di Sucker Punch che sono diventati ufficialmente ambasciatori dell'Isola di Tsushima.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/03/2021
38

Ghost of Tsushima sta assumendo un significato sempre più importante anche per la vera isola di Tsushima, in Giappone, tanto da aver spinto le autorità della regione a nominare ambasciatori due sviluppatori senior di Sucker Punch, il game director Nate Fox e il creative director Jason Connell.

Ovviamente si tratta di una carica per lo più formale, tutta incentrata sulla promozione del turismo nell'isola di Tsushima, ma è notevole vedere un'apertura del genere da parte di un'amministrazione nipponica nei confronti di un gioco occidentale e di sviluppatori stranieri.

D'altra parte, non è la prima volta che assistiamo a questa commistione tra videogioco e realtà per quanto riguarda sempre Ghost of Tsushima: tempo fa, un gruppo di giocatori e appassionati del titolo Sucker Punch per PS4 avevano dato una notevole spinta al crowdfunding organizzato dal sacerdote Yuichi Hirayama, residente a Tsushima, per restaurare un portale sull'isola danneggiato da un forte tifone.

Adesso arriva anche un riconoscimento ufficiale agli sviluppatori, in particolare ai director del gioco, che verranno nominati ufficialmente ambasciatori turistici dell'isola di Tsushima con una cerimonia che verrà celebrata online, nel rispetto delle norme anti-Covid-19.

All'interno dell'iniziativa, Sony Interactive Entertainment collaborerà con le amministrazioni locali per organizzare una campagna promozionale per il turismo nell'isola, cercando in questo modo di allargare la conoscenza dell'area geografica e della sua storia a un pubblico più vasto.

"Fox e Connell hanno esportato il nome e la storia di Tsushima in tutto il mondo in maniera meravigliosa", ha detto Hiroki Hitakatsu, sindaco di Tsushima, "anche molti giapponesi non conoscono la storia del periodo Gen-ko. Se si parla poi del mondo, il nome e l'ambientazione di Tsushima sono praticamente rimasti sconosciuti finora, dunque non posso ringraziarli abbastanza per aver raccontato la nostra storia attraverso quella grafica fenomenale e la storia profonda", ha affermato Hitakatsu.

Ghost of Tsushima aveva totalizzato vendite per oltre cinque milioni di copie a novembre scorso, con dato probabilmente aumentato in questi ultimi mesi.

Ghost of Tsushima deve buona parte del suo successo alla splendida ambientazione nipponica
Ghost of Tsushima deve buona parte del suo successo alla splendida ambientazione nipponica