God of War: Ragnarok: il comunicato di Sony Santa Monica sui peni inviati alla sviluppatrice

Sony Santa Monica ha pubblicato un comunicato ufficiale per affrontare la questione dei peni inviati alla sviluppatrice di God of War: Ragnarok.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   02/07/2022
109

Sony Santa Monica ha pubblicato un comunicato ufficiale in risposta al caso delle foto dei peni che i giocatori PlayStation hanno inviato a una sviluppatrice nel tentativo di estorcerle la data d'uscita di God of War: Ragnarok.

"Ogni persona di Santa Monica Studio sta lavorando per creare un gioco di cui essere fieri, uno che speriamo possa piacere ai giocatori quando sarà lanciato.

I nostri fan ci sono d'ispirazione e capiamo la passione e il desiderio di avere più informazioni. Ma questa passione non deve diventare tossica né deve costare la dignità umana.

Celebriamo la nostra comunità trattando gli altri, tutti i giocatori e gli sviluppatori con rispetto."

Il fatto ha in realtà sconvolto un po' tutta l'industria, dimostrando per l'ennesima volta l'immaturità di un'ampia fetta dei cosiddetti videogiocatori.

Stando a diverse voci di corridoio molto attendibili, l'annuncio della data d'uscita di God of War: Ragnarok doveva arrivare il 30 giugno 2022 con un nuovo trailer. Pare che sia saltato in attesa che si plachino le polemiche per la decisione della Corte Suprema USA di ribaltare la senza Roe v. Wade, dando modo a molti stati conservatori di introdurre leggi anti abortiste.

Molti cosiddetti videogiocatori non l'hanno presa bene e hanno pensato che spedire foto dei loro genitali a una sviluppatrice potesse sortire un qualche effetto. Probabilmente si saranno organizzati in qualche gruppo privato su Telegram o affini (in merito non c'è alcuna certezza).