Gran Turismo andrà alle Olimpiadi, più o meno

Gran Turismo farà parte di una serie di eventi in stile eSport che sono collegati direttamente ai Giochi Olimpici di Tokyo, pur senza farne parte ufficialmente.

NOTIZIA di Giorgio Melani —   22/04/2021
43

Gran Turismo farà parte delle Olimpiadi in qualche forma, visto che per i prossimi Giochi Olimpici di Tokyo è prevista una categoria dedicata agli eSport chiamata Olympic Virtual Series, che ospiterà anche competizioni incentrate su Gran Turismo, ha annunciato il Comitato Olimpico Internazionale.

Non si tratta ovviamente di una nuova disciplina olimpica ufficiale, perché le Olympic Virtual Series saranno comunque un evento staccato dalle competizioni sportive vere e proprie che si terranno nel corso dei giochi, tuttavia sono in parte organizzate e sostenute dallo stesso Comitato ufficiale, dunque si tratta di qualcosa di nuovo e interessante su questo fronte.

Gran Turismo 7 si farà attendere fino al 2022, ma la serie sarà presente alle Olympic Virtual Series
Gran Turismo 7 si farà attendere fino al 2022, ma la serie sarà presente alle Olympic Virtual Series


Le Olympic Virtual Series si terranno dal 13 maggio al 23 giugno 2021 e comprenderanno anche altri videogiochi sportivi, ognuno legato a specifiche associazioni che regolano le competizioni reali nei diversi ambiti. Ecco di cosa si tratta:

  • Gran Turismo avrà una sua competizione ospitata dalla FIA
  • Zwift offrirà competizioni ciclistiche virtuali da parte della Union Cycliste Internationale
  • eBaseball Powerful Pro Baseball 2020 avrà una competizione organizzata dalla World Baseball Softball Confederation
  • Virtual Regatta sarà protagonista di regate virtuali organizzate in collaborazione con World Sailing
  • World Rowing, ovvero l'associazione internazionale di canottaggio, non ha ancora scelto il videogioco specifico o la piattaforma su cui basarsi ma avrà un "format aperto" a varie sfide previste per il periodo preso in considerazione.

Sul fronte dei videogiochi, Gran Turismo 7 per PS5 è stato rinviato al 2022, mentre di recente Kazunori Yamauchi ha riferito di voler lavorare ancora sulla serie, ma anche su "qualcosa di differente".