Keanu Reeves: i videogiochi non hanno bisogno di legittimazione 42

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   14/06/2019

Per l'attore Keanu Reeves i videogiochi non hanno bisogno di legittimazione.

Reeves sta vivendo un momento di grazia per via della sua apparizione sul palco di Microsoft all'E3 2019 e, soprattutto, per la sua presenza nell'attesissimo Cyberpunk 2077 di CD Projekt Red, nel ruolo di Johnny Silverhand. Alcuni, scherzando, lo hanno definito l'attuale fidanzato di internet.

Reeves ha avuto modo di parlare di videogiochi in un'intervista con la BBC. Quando l'intervistatore gli ha chiesto se la presenza di star di Hollywood nei videogiochi possa servire a legittimarli come forma d'intrattenimento, Reeves ha risposto: "Non penso che abbiano bisogno di essere legittimati. Al contrario, direi che è l'opposto, ossia che è più importante l'influenza dei giochi su Hollywood".

Insomma, secondo lui le nuove tecnologie stanno cambiando radicalmente il modo di fare film a Hollywood, con gli effetti digitali che alterano profondamente le performance degli attori lì dov'è ritenuto necessario farlo, ad esempio invecchiandoli o ringiovanendoli alla bisogna.

Comunque sia per vedere Keanu Reeves in azione in Cyberpunk 2077 non rimane che attendere il 20 aprile 2020, quando il gioco sarà pubblicato.