Kena Bridge of Spirits: combattimento e uso dei Rot spiegati dagli sviluppatori

Kena Bridge of Spirits si baserà sui Rot, gli spiritelli neri, che permetteranno di combattere, curarsi e avanzare: gli sviluppatori spiegano.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   02/04/2021
27

Sin dal primo annuncio, Kena Bridge of Spirits ha saputo colpire i giocatori grazie alla propria estetica, ma anche a livello ludico promette un gioco solido. Si tratterà di un'avventura d'azione, che unirà platform, combattimenti ed esplorazione. Centrali per il gioco saranno i Rot, gli spiritelli neri apparsi sin dal primo trailer. Ora, gli sviluppatori hanno spiegato come funzionerà il sistema di combattimento e la gestione dei Rot.

Le informazioni arrivano da una recente intervista rilasciata ai microfoni di GamesRadar. Josh e Mike Grier, co-fondatori di Ember Lab - il team di sviluppo -, hanno spiegato che la maggior parte delle meccaniche di gioco sono legate all'utilizzo dei Rot. Gli spiriti di Kena Bridge of Spirits sono quindi centrali a livello narrativo ma anche a livello ludico e, creando un team sempre più grande, è possibile ottenere upgrade e avanzare nel gioco.

Ecco la loro dichiarazione degli sviluppatori di Kena Bridge of Spirits, in traduzione: "Kena può infondere le proprie abilità con i Rot per sconfiggere i nemici in modi unici. I Rot possono circondare i nemici, creare proiettili e anche creare una nuvola mutaforma per prendere a pugni i nemici. Trovare nuovi spiriti e far crescere il proprio team di Rot permette di usare attacchi più potenti e sbloccare upgrade aggiuntivi. Collaborando con i Rot, i giocatori possono scoprire le debolezze dei nemici. Inoltre, anche il sistema di cura in combattimento è legato ai Rot. I giocatori dovranno trovare un giusto bilanciamento tra attacci e cure."

Kena Bridge of Spirits sarà rilasciato su PC, PS4 e PS5 il 24 agosto. Potete vederne un nuovo gameplay dal Future Games Show.

Kena Bridge of Spirits
Kena Bridge of Spirits