Star Citizen: l'implementazione del ray tracing è complessa, dice uno sviluppatore 27

Ben Parry di Cloud Imperium Games ha accennato alle difficoltà che si presenterebbero qualora venisse implementato il Ray Tracing in Star Citizen.

NOTIZIA di Davide Spotti —   18/02/2019

Ben Parry, sviluppatore di Cloud Imperium Games attualmente impegnato su Star Citizen, ritiene che l'implementazione del ray tracing di NVIDIA richieda tempo e grossi sforzi per essere implementato correttamente all'interno del gioco.

Attraverso il forum ufficiale di Star Citizen, un utente ha chiesto se la tecnologia RTX permetterà al team di risparmiare tempo e lavoro. Questa la replica di Parry: "Nemmeno lontanamente. Se la useremo ci provocherà un enorme mal di testa e ci porterà via tempo, ma potrebbe permetterci qualche lieve miglioramento nell'aspetto e nelle prestazioni qualora dovessimo riuscire ad implementarlo come si deve".

Più nello specifico la difficoltà maggiore risiede nella necessità di "scrivere tutto il codice di gestione che sarà necessario, ad esempio per calcolare luci/ombre su oggetti che non si trovano su schermo".

In un altro post lo sviluppatore ha spiegato meglio il proprio pensiero, affermando che con l'implementazione del ray tracing bisognerà supportare due differenti modalità: una con cui garantire una corretta gestione della nuova tecnologia di NVIDIA sulle schede dedicate e un'alternativa in grado di mantenere standard accettabili sugli altri hardware. Poi ha osservato anche che gli "piacerebbe usarlo per rendere le ombre più nitide".

Insomma, l'eventuale introduzione del Ray Tracing in Star Citizen comporterebbe un ulteriore rallentamento nello sviluppo di un progetto estremamente dispendioso e ancora lontano dalla conclusione, per di più con risultati non eclatanti in termini di prestazioni.

Star Citizen pc

pc 

Data di uscita: 2019