11

Star Wars: Hunters, la recensione del nuovo multiplayer competitivo free-to-play

La recensione di Star Wars: Hunters, nuovo multiplayer competitivo free-to-play prodotto da Zynga e attualmente in lancio "soft" anche in Italia.

Star Wars: Hunters, la recensione del nuovo multiplayer competitivo free-to-play
RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   14/03/2023

È passato diverso tempo dall'annuncio di Star Wars: Hunters, e sebbene i possessori di Nintendo Switch stiano ancora aspettando pazientemente di poter mettere le mani sull'interessante multiplayer competitivo free-to-play prodotto da Zynga, su iOS e Android il gioco è già disponibile in accesso anticipato in diversi paesi.

Pochi giorni fa Star Wars: Hunters è stato lanciato anche in Italia, e abbiamo dunque potuto provare con mano questo tie-in in cui ci si mette al comando di una selezione di Cacciatori per affrontare scontri quattro-contro-quattro all'interno di diverse arene e nell'ambito di diverse modalità: come da tradizione per i giochi live service, tutti questi contenuti andranno ad aumentare nel corso del tempo.

La Forza è potente nell'ultimo progetto di Zynga? Scopriamolo nella recensione di Star Wars: Hunters.

Il gameplay di Star Wars Hunters

Star Wars: Hunters, Sentinel bersaglia i nemici
Star Wars: Hunters, Sentinel bersaglia i nemici

Di base, il gameplay di Star Wars: Hunters è quello tipico di uno sparatutto in terza persona di stampo competitivo, sebbene nella rosa dei personaggi siano presenti anche guerrieri specializzati nel corpo a corpo, che offrono dunque una sostanziale variazione sul tema di queste meccaniche chiedendoci di accorciare le distanze per poter infliggere danni agli avversari.

La suddivisione in classi, in realtà, non tiene conto di questa specifica attitudine, distinguendo l'attuale roster, composto in totale da dieci Cacciatori (con un undicesimo componente in arrivo a breve), fra Danni, Supporto e Tank: i primi sono appunto i combattenti più efficaci per danno arrecato, i secondi dispongono di abilità che consentono di curare e curarsi, mentre i terzi assorbono colpi come una spugna.

Una volta scesi in campo, ovviamente la tipologia di personaggio fa tutta la differenza del mondo e ci siamo trovati molto bene con i fucilieri come lo Stormtrooper Sentinel o la cacciatrice di taglie Imara Vex, decisamente efficaci dalla distanza e dotati di abilità speciali che consentono di bersagliare gli avversari con missili o raffiche dalla potenza amplificata. Per non parlare delle loro spettacolari Ultimate: in tale frangente, Star Wars: Hunters sale in cattedra ponendosi come uno dei migliori sparatutto mobile attualmente disponibili.

I Cacciatori specializzati nel corpo a corpo come l'assassina Rieve, il drone Jedi J-3DI o il gigantesco Grozz, pur prestandosi a tattiche più dinamiche e interessanti, ci hanno invece comunicato una fastidiosa sensazione di scivolosità che è purtroppo tipica delle esperienze online competitive che includono attacchi corpo a corpo, e che viene enfatizzata dal sistema di controllo touch, pur preciso e molto ben organizzato grazie al fuoco automatico nel momento in cui un bersaglio finisce nel mirino.

Modalità e contenuti: un cantiere aperto

Star Wars: Hunters, Zaina è un'unità di supporto poco efficace in combattimento
Star Wars: Hunters, Zaina è un'unità di supporto poco efficace in combattimento

Come accennato in apertura, Star Wars: Hunters è attualmente disponibile in accesso anticipato e ciò chiaramente significa che gli sviluppatori stanno migliorando l'esperienza sulla base del feedback degli utenti, apportando le necessarie modifiche al bilanciamento e introducendo al contempo nuovi contenuti ogni mese, dunque personaggi, modalità e mappe che vanno ad arricchire la struttura.

In questo momento, come detto, il roster è composto da dieci Cacciatori mentre le modalità sono tre, al netto dell'addestramento e di eventuali variazioni sul tema: Zuffa a Squadre, che è il tipico deathmatch in cui vince il team che arriva per primo a venti eliminazioni in un tempo limite; Controllo, una stipulazione territoriale in cui bisogna conquistare e mantenere il controllo di una zona dello scenario totalizzando più punti degli avversari; e infine Hutpalla, una variante di Cattura la Bandiera.

Star Wars: Hunters, Grozz è un tank abituato a picchiare duro
Star Wars: Hunters, Grozz è un tank abituato a picchiare duro

Ci sono poi gli eventi speciali, in cui trovano posto appunto le variazioni a cui abbiamo appena accennato, ad esempio la Baraonda che è un deathmatch con personaggi casuali, oppure la Scorta, in cui ci si trova a difendere o attaccare un carico che deve compiere un determinato tragitto per essere condotto al sicuro. Lo sblocco delle modalità avviene in base alla crescita del nostro livello di esperienza, anche questa una soluzione tradizionale e ben collaudata.

Per quanto riguarda invece le mappe, al momento ce ne sono sette e riprendono alcuni degli scenari più celebri della saga di Star Wars: dal Villaggio degli Ewok a un mix fra Endor e Hoth, dal Podrace di Mos Espa a un paio di arene che miscelano questi riferimenti per supportare l'azione che dovranno mettere in campo, presentando un design relativamente compatto ma efficace, che include anche ricariche per l'energia tramite cui restare vivi più a lungo.

Star Wars: Hunters offre la possibilità di mirare di precisione tramite un pulsante
Star Wars: Hunters offre la possibilità di mirare di precisione tramite un pulsante

Il modello free-to-play del gioco segue anch'esso meccaniche classiche ma si rivela piuttosto generoso, consentendoci di sbloccare gran parte del roster già nelle prime ore e di accedere a tutte le modalità gratuitamente, senza tempi d'attesa, biglietti o consumabili a limitare la nostra voglia di giocare: potremo farlo per tutto il tempo che desideriamo, senza vincoli, e questa non può che essere una buona notizia.

Dopodiché è pur vero che esiste una progressione concreta dei Cacciatori, che va ben oltre le personalizzazioni estetiche (pur presenti in abbondanza) e avviene tramite l'ottenimento di punti con cui potenziare le loro abilità speciali, rendendoli di fatto più efficaci in battaglia. Al momento non è possibile acquistare questi miglioramenti, dunque il rischio di derive pay-to-win è scongiurato, ma bisognerà capire se Zynga deciderà di cambiare qualcosa in corsa approfittando del lancio "soft".

Realizzazione tecnica

Star Wars: Hunters, la Ultimate di Sentinel richiama quattro Stormtrooper in supporto
Star Wars: Hunters, la Ultimate di Sentinel richiama quattro Stormtrooper in supporto

Sul piano tecnico, Star Wars: Hunters si pone come uno dei migliori giochi attualmente disponibili su App Store e Google Play. Gli sviluppatori sono infatti riusciti a miscelare il fascino dei personaggi di Star Wars, rappresentati in questo caso con uno stile cartoonesco vicino ad alcune delle più celebri produzioni legate alla saga, a una resa visiva davvero convincente.

In particolare sorprende la qualità delle animazioni, spesso la prima cosa che viene sacrificata sull'altare del netcode, e la capacità di offrire un'esperienza consistente a 60 fps grazie alle tante regolazioni grafiche presenti, che permettono di scalare dinamicamente la risoluzione e raggiungere dei compromessi sul fronte dei preset e dell'antialiasing per ottenere le prestazioni che desideriamo sul nostro terminale.

Star Wars: Hunters, Utooni è una coppia ma lavora come un singolo Cacciatore
Star Wars: Hunters, Utooni è una coppia ma lavora come un singolo Cacciatore

I controlli touch, come già accennato, sono pressoché perfetti e non fanno rimpiangere il mancato supporto per i controller, grazie a un layout con doppio analogico virtuale coadiuvato da una serie di pulsanti nella parte destra dello schermo per l'attivazione delle abilità speciali e per il salto, con il fuoco automatico quando un nemico entra nel mirino (disattivabile, se siete masochisti) e un'ottima precisione.

Il comparto sonoro è a sorpresa uno dei grandi protagonisti dell'azione, grazie non solo a suoni assolutamente fedeli all'immaginario di Star Wars, ma anche a una selezione di musiche davvero coinvolgenti, di stampo orchestrale, decisamente autentiche e in grado di arricchire l'esperienza anziché accompagnarla anonimamente.

Conclusioni

Versione testata iPhone
Digital Delivery App Store, Google Play
Prezzo Gratis
Multiplayer.it
8.5
Lettori (6)
8.5
Il tuo voto

Star Wars: Hunters è un multiplayer competitivo di stampo tradizionale ma molto solido e ben realizzato, che su iOS e Android ha davvero pochi rivali se consideriamo il valore produttivo del gioco e la sua capacità di rendere in maniera efficace le atmosfere della saga. Dotato di un eccellente sistema di controllo touch, di una grafica e un sonoro spettacolari, nonché di una gran quantità di contenuti attualmente disponibili fra personaggi, modalità e mappe, il gioco prodotto da Zynga fa leva su di un modello free-to-play che per il momento appare decisamente permissivo e privo di risvolti preoccupanti: speriamo che a un certo punto non passi al Lato Oscuro.

PRO

  • Sistema di controllo touch pressoché perfetto
  • Tanti contenuti fra personaggi, modalità e mappe
  • Graficamente ottimo

CONTRO

  • Corpo a corpo scivolosi, meglio sparare
  • Molto tradizionale in tutto quello che fa
  • Modello free-to-play da verificare sul lungo periodo