Apex Legends: Legacy, il provato della Stagione Nove

Abbiamo testato con mano le novità della nona stagione: ecco tutto quello che abbiamo scoperto sul futuro di Apex Legends: Legacy

PROVATO di Tommaso Valentini   —   26/04/2021
11

Mentre gli sparatutto arena faticano a trovare il loro spazio nel mercato, sono i battle royale a spopolare ancora, forti di aggiornamenti continui e costanti, capaci addirittura di stravolgere completamente i sistemi di gioco ma riuscendo al contempo a tenere calamitati i giocatori, in una sorta di abbraccio tra la vecchia generazione di MMO e gli attuali sparatutto. Quando Respawn ci ha invitato per scoprire le novità della nona stagione di Apex Legends in anteprima, siamo rimasti a bocca aperta nello scoprire che, questa volta, il percorso sarà svolto al contrario, cercando cioè di riportare sui binari degli scontri competitivi tre contro tre le Leggende che già calcano i campi di battaglia. Certamente il battle royale, per come lo conosciamo, continuerà ad essere l'esperienza centrale ma tutto quello che da oggi in avanti verrà implementato lo farà in due contesti differenti.

Se dovessimo analizzare con occhio critico la situazione potremmo più semplicemente dire che Apex ha deciso di rimediare a una debolezza che il suo competitor diretto sfoggia con orgoglio da ormai diversi anni, evitando però di scindere il progetto come accade per Warzone e Cold War. Da parte di Electronic Arts abbiamo quindi l'idea che battle royale e arene facciano parte dello stesso identico universo mentre per Activision i due elementi possono tranquillamente correre in maniera parallela, venendo abbandonati all'occorrenza e sostituiti da progetti nuovi. Due modi di intendere il mercato agli antipodi ma che, in fin dei conti, arriverà ad offrire in futuro un'offerta estremamente simile e di assoluta qualità.

Titanfall e Apex si incontrano, di nuovo

Apex Legends: Legacy, il nuovo arco è uno spasso da usare!
Apex Legends: Legacy, il nuovo arco è uno spasso da usare!

Non possiamo nascondere l'amore che proviamo per Titanfall, non solo per ciò che concerne il puro gameplay, che ancora oggi troviamo assolutamente unico, ma anche per l'intero immaginario che ne ruota attorno tra Titani, mostri, alieni e pianeti lontanissimi. Ci fa molto piacere scoprire che parte di questo universo torna ad arricchire quello di Apex con un nuovo personaggio, Valkyrie, la cui storia getta proprio le radici tra i piloti da noi idolatrati. Parliamo di una nuova Leggenda carismatica, tosta e indubbiamente divertente da utilizzare, con un concept basato principalmente sul jetpack dorsale creato con vecchie componenti del rimpianto Northstar.

Valkyrie è la figlia del famoso pilota Viper e, come ci ha raccontato il Lead Game Designer Daniel Klein, invece di creare il personaggio cercando di venderne prima l'aspetto per trovare l'approvazione del pubblico, questa volta l'idea è partita proprio dal suo set di abilità e poi il resto è stato costruito attorno. Si voleva qualcosa che potesse muoversi velocemente sul terreno di gioco, una classe scout in grado di potersi riposizionare con tutta la squadra sulla mappa a proprio piacimento e anche letale nei combattimenti a media distanza, giusto per completare il quadro. Nel kit troviamo quindi la possibilità di usare il jetpack a mezz'aria eseguendo un doppio salto, cosa che ci permetterà di volare a prendere l'high ground molto più rapidamente di qualsiasi altro campione, ma anche un set di missili dorsali per falcidiare i nemici nascosti dietro le coperture e le varie barriere.

Apex Legends: Legacy, ehi ma quello è un Northstar!?
Apex Legends: Legacy, ehi ma quello è un Northstar!?

L'abilità finale permetterà infine a Valkyrie di volare liberamente ad altezze elevate agganciando addirittura altri due compagni, potendo così spostarsi verso una nuova safe area o su qualche tetto come se fosse un secondo deploy, ideale per scappare e confondere i nemici. Non sarà un personaggio completamente insensato come sarebbe lecito aspettarsi visto che Respawn ha cercato di limitarne il potere mettendo una sorta di carburante per impedire l'abuso del jetpack, con una ricarica automatica nel tempo e animazioni complesse e lunghe che impediscono a Valkyrie di spostarsi e fare fuoco nell'istante successivo. Diciamo che quello che ne esce è un giusto mix, dove saranno i giocatori a dover decidere se sfruttare la mobilità o se fare fuoco.

Arene tre contro tre!

Apex Legends: Legacy, chi ha voglia di farsi un 3 contro 3?
Apex Legends: Legacy, chi ha voglia di farsi un 3 contro 3?

La più grossa sorpresa, come anticipavamo inizialmente, è però l'aggiunta di una nuova modalità permanente, Arenas, spinta verso il competitivo più puro. Sarà possibile quindi mettersi in coda in questa nuova modalità tre contro tra in uno scontro ad armi pari utilizzando qualsiasi leggenda del roster di Apex con tutti i loro poteri.

Una volta completata la selezione del personaggio arriva la prima sorpresa con una struttura di compravendita di armi e gadget molto simile a quanto visto su Counter-Strike o Valorant. Avrete quindi un elenco di tutte le bocche da fuoco, incluso il nuovissimo arco, da poter comprare e poi potrete spendere crediti per acquistare granate, kit di cura, scudi o cariche delle abilità secondarie. Particolarità di questo sistema è il quantitativo di crediti a disposizione che crescono tra un round e l'altro ma con gli acquisti che non vengono mantenuti tra un round e l'altro evitando così che la squadra in vantaggio lo mantenga per tutto il match. Si gioca così in una situazione bilanciata mettendo avanti a tutto l'abilità e l'organizzazione cercando di ottenere la vittoria con partite dalla durata variabile. Per portarsi a casa la prima posizione dovrete vincere tre round ma con l'importante variante di staccare i vostri avversari di almeno due round. Potrete dunque vincere con un risultato di tre a uno ma nel caso di pareggio sul due a due dovrete guadagnarvi anche il quarto round per essere eletti campioni.

L'idea di Respawn è quello di non stravolgere le leggende e di mantenere i personaggi esattamente come sono nella modalità Battle Royale anche se Valkyrie, ad esempio, tradisce questo mantra con una Ultimate dalla portata ridotta, visto che attivandola normalmente sareste potuti volare fuori dalla mappa in pochi istanti. Le arene sono originali, ispirate e dall'ottimo design, forse per i nostri gusti un po' troppo grandi per uno scontro tre contro tra ma una dimensione necessaria a far coesistere scontri serrati con abilità immaginate per una modalità con decine di giocatori in più. Interessante anche la possibilità di migliorare le armi in fase di acquisto e poter scegliere gli attachment di mira a proprio piacimento, facendovi trovare sempre la combinazione per voi ideale. Con la nuova stagione arriveranno anche novità riguardanti la mappa Olympus con diverse modifiche e un battle pass nuovo di zecca.

Con più di cento milioni di giocatori attivi sui propri server, Apex continua ad essere un punto di riferimento nei Battle Royale e il legame con Titanfall, che ce lo fece amare al lancio verrà rafforzato nelle prossime settimane, costringendoci per forza di cose a tornare sui campi di battaglia con la nuova leggenda Valkyrie. Anche la modalità tre contro tre ci fa letteralmente impazzire e non vediamo l'ora di calcare le arene con il nostro account per accumulare vittorie, sconfitte e le eventuali ricompense. Tutto questo, ovviamente, con il crossplay abilitato tra le varie piattaforme e un'edizione Mobile di Apex in arrivo prossimamente. I motori si stanno solo scaldando.

CERTEZZE

  • Le 3v3 ci gasano un sacco!
  • Vedere tornare -pezzi di- Northstar ci riscalda il cuore
  • L'arco da usare è divertente e difficile al punto giusto
DUBBI
  • Vogliamo i titani!
  • Le leggende risulteranno davvero bilanciate in arena?